Aretino dell'Anno, il podio: Agnelli, Gallorini, Magnanensi

Arezzo

Aretino dell'Anno, il podio: Agnelli, Gallorini, Magnanensi

28.12.2014 - 21:36

0

Mario Agnelli, Santino Gallorini, Paola Magnanensi. E’ questo il podio dell’Aretino dell’Anno 2014. Lo hanno definito i lettori del Corriere di Arezzo e quanti hanno partecipato alla grande consultazione popolare attraverso l’invio di email al giornale. Primo posto, dunque, per il sindaco-sportivo, il primo cittadino di Castiglion Fiorentino in carica dalla scorsa primavera e responsabile comunicazione dell’Arezzo calcio.

Quarantacinque anni il 16 gennaio, libero professionista, sposato, padre di una figlia, Agnelli ha vinto con 1891 voti, a fronte degli oltre seimila pervenuti dall’8 dicembre in poi alla nostra casella di posta elettronica. L’elezione a personaggio del 2014 (dopo una serie di selezioni sui 30 candidati iniziali) arriva sull’onda del successo elettorale ottenuto sotto la torre del Cassero (4474 voti, 63%, centrosinistra battuto dopo vent’anni) e dopo mesi di visibilità e presenza mediatica anche per l’incarico rivestito nell’Arezzo calcio. Un patrimonio di popolarità da non disperdere. Anche una bella iniezione di entusiasmo per il paese che amministra e che dopo il dissesto cerca ora la “ripartenza”, tanto per usare un termine calcistico caro ad Agnelli. Piazza d’onore per un uomo di grande cultura e passione civile, Santino Gallorini, aretino di Vitiano, che nel concorso del Corriere ha sempre veleggiato in ottima posizione riscuotendo molti consensi. Ne ha totalizzati 1518 e rappresentano davvero un bellissimo risultato. Da anni impegnato nell’illuminare pagine e personaggi della storia aretina, Gallorini non è esattamente un personaggio da “copertina”, ma il consenso coagulato intorno alla sua persona è la riprova che il termine “vip” (very important person) può essere declinato in varie maniere. Santino Gallorini nel 2014 con il libro “Vite in Cambio” ha fatto conoscere la figura e le gesta di Gianni Mineo, il partigiano che salvò dalla strage la popolazione della Chiassa. Altri suoi libri hanno riguardato la figura del partigiano Renzino (“La memoria riunita”) sull’eccidio di Civitella, e poi pubblicazioni su Rigutino, sul pellegrino che piantava croci, Baldassarre Audiberti, sulla montagna Cortonese, Montecchio Vesponi, su Castiglion Fiorentino, sul Trasimeno, sul Viva Maria e altri ancora. Per la prima volta nella storia dell’Aretino dell’Anno una donna arriva in alto: è Paola Magnanensi, assessore al commercio del Comune di Arezzo, che ha ottenuto un sorprendente risultato (812 voti) guadagnansosi la terza posizione. Il riconoscimento tangibile, questo, all’impegno espresso soprattutto nella rivitalizzazione della Fiera Antiquaria, passata da una fase di stanca ad una nuova stagione. Una svolta concretamente percepibile sia in termini numerici che di vivacità. Da sottolineare anche i risultati del capitano Mino Faralli (Telecontrol e Associazione Carabinieri) e di Marco Meacci (Passioni Festival) che si sono ottimamente distinti con, rispettivamente, 613 e 491 consensi. Nell’albo d’oro dell’Aretino dell’Anno, dopo i nomi di Roberto Fiorini, Umberto Zerbini e Pasquale Macrì (1347 voti), si aggiunge dunque quello di Mario Agnelli. Che riceverà il premio (la prestigiosa targa del Corriere di Arezzo) nel corso di una cerimonia ad anno nuovo con riconoscimenti anche per secondo e terzo classificati.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gus Van Sant a Berlino, Joaquin Phoenix protagonista del suo film

Gus Van Sant a Berlino, Joaquin Phoenix protagonista del suo film

Berlino, (askanews) - Tre anni dopo il suo ultimo film, ricevuto in maniera disastrosa, il regista americano Gus Van Sant ha presentato alla Berlinale il suo nuovo lavoro "Don't Worry, He Won't Get Far on Foot" (2018), basato sull'omonima biografia del vignettista satirico John Callahan, interpretato da un favoloso Joaquin Phoenix. "Penso che ciò che metteva in evidenza nella sua storia era che ...

 
Cultura

Il mito di Raffaello protagonista a Bergamo

Fino al prossimo 6 maggio, Raffaello è il protagonista della stagione espositiva 2018 di Bergamo con la grande mostra ‘Raffaello e l’eco del mito’, che anticipa le celebrazioni dell’anniversario, nel 2020, dei 500 anni dalla morte del maestro urbinate. Un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti da importanti musei nazionali e internazionali e da collezioni private che ha preso avvio dal ...

 
Cultura

Dal buio alla luce attraverso l’amore, è il libro di Fabio Salvatore

Come si può uscire dal buio della malattia, della violenza, della mancanza di speranza? Una via c’è, ed è l’amore. Lo sa bene Fabio Salvatore, regista, attore e scrittore, provato dalla vita da gravi malattie e lutti all’apparenza inconsolabili. A partire dal best seller ‘Cancro non mi fai paura’, passando per tanti altri successi, la sua esperienza letteraria si arricchisce ora di ‘Buio e luce’. ...

 
Spettacolo

Esce “Omicidio al Cairo”, di Tarik Saleh

Noredin Mustafa è un detective corrotto della polizia de Il Cairo. Una cantante viene trovata uccisa in una stanza dell’hotel Nile Hilton, e ben presto l’uomo scopre la relazione segreta della donna con il proprietario dell’albergo, ricco imprenditore e membro del parlamento. Durante le indagini gli viene ordinato di archiviare il caso. Il detective tuttavia non demorde e l'indagine conduce a ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018