L'anello scivola nel Canal Grande, aretino chiama i vigili del fuoco

Arezzo

L'anello scivola nel Canal Grande, aretino chiama i vigili del fuoco

04.11.2014

0

Chissà se quando il vigile del fuoco le ha restituito l’anello caduto nel Canal Grande, lei non ci abbia fatto un pensierino (al vigile del fuoco) che incurante del freddo si è calato in acqua per recuperare il gioiello che lui (il fidanzato) nella foga amorosa di donarglielo l’aveva fatto scivolare in acqua. Bisognerebbe chiederlo alla fanciulla che sabato sera ha vissuto uno dei momenti indimenticabili della propria vita. Sotto tanti aspetti. L’atmosfera, il posto, la proposta, tutto studiato nei minimi dettagli. Tutto, tranne quel tuffo in acqua decisamente fuori programma. Ma andiamo con ordine e riavvolgiamo il filo della storia. Venezia, sabato 1 novembre, ore 18. Lui è un aretino sui 25 anni (che ha chiesto, per il momento, di mantenere l’anonimato). Lei una vicentina più o meno della stessa età. I due avevano scelto Venezia per trascorrere il fine settimana di festa. E il “Clooney de noaltri” non si è fatto sfuggire l’occasione per una dichiarazione ad effetto. E così, quasi sulla cima del Ponte di Rialto ecco la scatolina magica con dentro il gioiello. Un anello d’oro, anzi una fedina intrecciata con due fili d’oro e un brillantino. Nella foga però di consegnare all’amata la sua promessa d’amore, l’anello scivola, rimbalza sul Ponte e cade di sotto. Subito i due innamorati corrono di sotto e battono pietra su pietra per cercare di ritrovarlo. Invano. E così decidono che c’è una sola cosa da fare: lasciare perdere? Ma quando mai. Chiamare i vigili del fuoco, che ovviamente, li mettono in lista d’attesa, considerato che l’intervento è tuttaltro che urgente. Poi, come nei film, mentre lei e lui quasi sconsolati se ne stanno abbracciati sulla sponda a immaginare (lei) l’anello forse perduto dentro l’acqua, ecco spuntare i sommozzatori del gruppo dei vigili del fuoco di Venezia. “Diciamo che l’abbiamo presa come esercitazione per le nuove leve”, dicono i pompieri. Bloccata una parte del Canale da una navetta della Polizia con lampeggiante, intorno alle 23 ecco che sono cominciate le ricerche. Un sub si cala sul fondo ed comincia a cercare l’anello. Intanto sopra il Ponte tante persone ad assistere alla scena, in trepidante attesa come i due innamorati. Alla fine, come nelle favole, a mezzanotte in punto, il sub riemerge portando con sé l’anello. Un lungo applauso dagli spettatori, lui che prende il gioiello e finalmente lo può infilare all’anulare sinistro della mano di lei. Ora - e torniamo all’inizio - lei un pensierino sul vigile del fuoco salvatore ce lo avrà fatto? Neanche per sogno. Bacio infinito, sì sussurrato e..sipario. Lieto fine. Per l’anello di sicuro.

video di Vera Mantegoli per gentile concessione de La Nuova Venezia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

La video ricostruzione dell'omicidio di Alatri

Così è morto Emanuele Morganti, il ventenne di Alatri massacrato di botte nella notte tra venerdì 24 e sabato 25 marzo. La ricostruzione dei fatti, dallo scontro nel locale al pestaggio in strada. Testi di Corrado ZuninoAnimazione di Paolo Samarelli

 
Alla scoperta del Teatro Petrarca

VISITE GUIDATE

Alla scoperta del Teatro Petrarca

Alla scoperta del Teatro Petrarca con le visite guidate del Centro Guide Arezzo e Provincia grazie alle quali i partecipanti potranno vedere e scoprire il Teatro, la sua storia e ...