Cerca

Venerdì 24 Febbraio 2017 | 09:29

Arezzo

Rapporto Excelsior: nel 2014 stimati 4.040 nuovi contratti

Rapporto Excelsior: nel 2014 stimati 4.040 nuovi contratti

Lo scarto tra assunti e non ancora è in segno negativo ma, rispetto al 2013 è diminuito in maniera consistente. Segna -590 il saldo occupazionale atteso dalle imprese aretine e riguardante il 2014. Una cifra consistente che porta ancora una volta alla luce lo stato di sofferenza dell'economia locale e nazionale anche se, con i dovuti distinguo. In questo senso infatti, le aziende in provincia di Arezzo stimano 4.040 contratti di lavoro attivati nel 2014 (il 6,6% in più rispetto all'anno precedente). Le uscite per pensionamento, dimissioni o contratti in scadenza sono invece pari a 4620 unità (13,5% in meno rispetto al 2013). Di fatto, nel 2013 il saldo occupazionale ha raggiunto – 1550 unità, quasi tre volte superiore a quello attuale.
Questi sono soltanto alcuni dei dati elaborati dalla Camera di Commercio di Arezzo nel consueto rapporto annuale riguardante l'economia locale. L'analisi è quella realizzata nel contesto del Progetto Excelsior e mira ad evidenziare non solo lo stato di salute del motore economico locale ma anche i fabbisogni professionali attuali. Non è infatti un caso che alla presentazione del rapporto siano state invitate le classi quarte e quinte degli istituti scolastici superiori Fossombroni e Margaritone.
Ad illustrare il rapporto sono stati il Presidente della Camera di Commercio di Arezzo, Andrea Sereni, il Segretario Generale Giuseppe Salvini e Isabella Bietolini, Responsabile Ufficio Studi.
Per quanto riguarda l'occupazione dipendente il 12,7 per centro delle imprese attive nella provincia di Arezzo ha previsto di effettuare assunzioni di personale dipendente nel 2014. Un valore in crescita che avvicina il dato provinciale ai valori toscano (13,9%) e nazionale (13,9%).

Più letti oggi

il punto
del direttore