Direttissima: i pendolari scrivono ai sindaci

Arezzo

Direttissima: i pendolari scrivono ai sindaci

27.11.2014 - 22:29

0

Il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima rinnova l’invito ai Sindaci del Valdarno fiorentino e aretino a prendere posizione al fianco dei loro concittadini-pendolari contro il possibile sfratto dalla linea Direttissima Firenze-Roma dei treni regionali con la loro deviazione coatta sulla linea Lenta, passante per Pontassieve. Lo sfratto potrebbe avvenire progressivamente con l'avvenuto spostamento da lunedì della gestione della linea Direttissima dalla sala operativa di RFI Firenze Campo di Marte a RFI di Bologna, che sta già complicando la circolazione ferroviaria con significativi ritardi per i pendolari: fra i tanti treni in ritardo il primo clamoroso disagio è stato con il Foligno 3165 delle 18.09 da S. Maria Novella, fra i treni più usati dai pendolari del Valdarno, che l'altro ieri ha viaggiato con 50 minuti di ritardo.
"La Direttissima è un diritto acquisito importante per i pendolari", afferma il Comitato nella lettera aperta ai sindaci, e "la linea Lenta sarebbe un ritorno al passato di 30 anni, con maggiori disagi e ritardi". I pendolari del Valdarno "non devono diventare figli di un dio minore e vittime sacrificali immolate da Ferrovie al business dell'Alta Velocità".
Ecco il testo della lettera aperta del Comitato Pendolari ai Sindaci dei Comuni del Valdarno fiorentino e aretino:

Cari Sindaci del Valdarno Fiorentino e Aretino,
il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima vi invita nuovamente a prendere posizione al fianco dei vostri concittadini-pendolari contro il possibile sfratto dalla linea Direttissima Firenze-Roma dei treni regionali con la loro deviazione coatta sulla linea Lenta, passante per Pontassieve. Lo sfratto potrebbe avvenire progressivamente con l'avvenuto spostamento da lunedì della gestione della linea Direttissima dalla sala operativa di RFI Firenze Campo di Marte a RFI di Bologna, che sta già complicando la circolazione ferroviaria con significativi ritardi per i pendolari: fra i tanti treni in ritardo l'altro ieri il primo clamoroso disagio è stato con il treno Foligno 3165 delle 18.09 da S. Maria Novella, fra i treni più usati dai pendolari del Valdarno, che ha viaggiato con 50 minuti di ritardo.
Non ci saranno cambiamenti per i treni regionali sulla Direttissima e i ritardi sulla Lenta saranno ridotti al minimo, a soli 5 minuti, ha affermato RFI, convincendo forse la Regione Toscana che assiste passivamente al deteriorarsi delle condizioni di viaggio dei pendolari del Valdarno. In realtà Ferrovie vuole evitare gli "inchini" ai treni Alta Velocità, condannati dalla stessa Regione, e preferisce deviare i treni dalla Direttissima sulla linea Lenta, tentando di limitare il più possibile i ritardi, che poi vengono recuperati nelle tratte successive, visti gli ampi tempi di percorrenza che RFI non vuole ridurre. Oppure Ferrovie aumenta i ritardi dei treni regionali sulla Direttissima, come per far pagare dazio ai pendolari per un servizio a cui hanno diritto. Tutti i pendolari iscritti al nostro Comitato sono cittadini residenti nei Vostri comuni, pertanto si aspettano dai propri amministratori una decisa presa di posizione a favore delle loro richieste.
Sottolineiamo infine che la tratta Valdarno-Firenze da aprile a settembre è molto utilizzata dai turisti che visitano la nostra zona e un peggioramento del collegamento con Firenze avrebbe anche un impatto sulla qualità dell'offerta turistica valdarnese, andando a incidere negativamente su un comparto che sta dando al Valdarno uno dei pochi impulsi positivi sotto il profilo economico.
Il Comitato pendolari chiede pertanto la solidarietà e un impegno ai sindaci, sottolineando che la Direttissima è un importante diritto acquisito per i pendolari. Essere dirottati permanentemente sulla linea Lenta sarebbe un ritorno al passato di 30 anni, con maggiori disagi e ritardi: i pendolari del Valdarno non devono diventare figli di un dio minore e vittime sacrificali immolate da Ferrovie al business dell'Alta Velocità.
Distinti saluti.
Maurizio Da Re, portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella
Il senatore di Forza Italia

Gasparri: non capoisco che problema sia Savona per Mattarella

aurizio Gasparri, senatore responsabile degli enti locali per Forza Italia, ieri era in tour elettorale in Umbria, ed è venuto al gruppo Corriere scambiando qualche opinione su quel che sta accadendo nella capitale, con il tentativo di formare il governo (che gli azzurri avverseranno) impantanato sulla nomina di Paolo Savona all'Economia. Sorride Gasparri “per l'ironia del momento politico”. E ...

 
Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

Fallico: il business internazionale è stanco di sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - L'edizione 2018 del Forum di San Pietroburgo ha dimostrato che il business e le aziende sono sempre più insofferenti nei confronti del regime di sanzioni contro la Russia: ne è convinto Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia. "Questo forum ha registrato ufficialmente più di 22.000 persone che provengono da 100 paesi. ...

 
Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

Elicotteri di Russia: pronti a cooperazione con Leonardo

San Pietroburgo (Russia), (Askanews) - Elicotteri di Russia al forum economico internazionale di San Pietroburgo, dopo una presentazione particolarmente importante a Mosca del VRT500, un elicottero di produzione russa, multi ruolo, di grande manovrabilità, assolutamente nuovo, sviluppato con un team internazionale di ingegneri. Ce ne parla Andrey Boginsky, ex viceministro del commercio e ...

 
Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Lo spettacolo

Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Torna il mercoledì del Teatro Virginian di Arezzo (in via de' Redi) che alza nuovamente il sipario sul suo ricco fuori stagione, ciliegina sulla torta di una stagione di ...

14.05.2018

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

La rassegna

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

Torna il festival di teatro spontaneo. Bramosie sessuali, sentimenti intensi e qualche risata per lo spettacolo “Ferdinando” di venerdì 18 maggio, alle ore 21,15 presso il ...

14.05.2018

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Pieve Santo Stefano

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Dalla Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze all’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano per raccontare un ventennio di cambiamenti e trasformazioni che ha segnato l’Italia: ...

14.05.2018