Aretino dell'Anno, via ai voti per il personaggio 2014

Arezzo

Aretino dell'Anno, via ai voti per il personaggio 2014

14.12.2014 - 12:13

0

Partenza sprint per la quarta edizione dell’iniziativa del Corriere di Arezzo che, attraverso i propri lettori, sceglie “L’aretino dell’anno”. La corsa a individuare il personaggio del 2014 è già iniziata. Ieri in redazione sono giunti i primi voti, scaturiti dalla griglia di partenza che il Corriere ha proposto, ma che potrà essere incrementata, fino a giovedì, dalle proposte che voi lettori potrete segnalarci, scrivendo una email all’indirizzo di posta elettronica corrarezzo@gruppocorriere.it. Dal 12 dicembre la griglia sarà quella definitiva. Alla fine prevarrà chi davvero ha seminato bene in questo anno che volge al termine.

Ecco i candidati

Economia e imprese

Beppe Angiolini (Sugar), con la sua creatività ha contribuito a dare un tocco e un appeal diverso ad OroArezzo e a Gold/Italy oltre alla Fiera Antiquaria.

Andrea Boldi, presidente di Arezzo Fiere e Congressi, imprenditore orafo, che con la Consulta dei produttori orafi si ha ideato e lanciato l'operazione dei 5 chili di oro per ogni nuova assunzione.

Laura Del Tongo, imprenditrice delle cucine, ad dell'azienda di famiglia che nel 2014 ha ottenuto l'ok al concordato in continuità. Una storia che 60 anni dopo la fondazione, riparte con nuovo slancio.

Corrado Menchetti, imprenditore del pane, dei prodotti da forno e della catena di locali nel centro Italia. Con il fratello Marco e il babbo Santi ha rilanciato il pane cotto a legna, ha consolidato la rete di negozi e messo in cantiere nuove iniziative come la pizza da espotazione.

Lorenzo Rosi, dopo anni intensi come presidente della cooperativa Castelnuovese, è diventato presidente di Banca Etruria in una fase storica e delicata della vita della banca, impegnata nel percorso per diventare spa, con risorse del territorio e internazionali, ed un partner.
Politica e amministrazione.

Maria Elena Boschi, il ministro alle riforme costituzionali, impegnatissima nell'azione del governo Renzi a Roma "per cambiare l'Italia", ha mantenuto saldo e vivo il rapporto con il territorio, tra Laterina e Arezzo, anche attraverso le visite e gli incontri con gli studenti.

Paola Magnanensi, assessore al Comune di Arezzo, ha ottenuto risultati preziosi e sorprendenti per la Fiera dell'Antiquariato. Un lavoro ben fatto in chiave di rilancio e miglioramento della manifestazione.

Mario Agnelli, ha rovesciato gli equilibri a Castiglion Fiorentino dove dominava il centrosinistra ed è stato eletto sindaco come candidato di uno schieramento civico di centrodestra, ma non solo. Iper attivo anche su altri versanti, come l'Arezzo calcio, di cui è responsabile della comunicazione esterna.

Francesca Basanieri, prima sindaca della storia di Cortona. Gentile e determinata, una che ha già saputo stringere i denti, con passione e voglia di fare.

Sicurezza e giustizia

Roberto Rossi, il magistrato è diventato nel 2014 procuratore capo, coronamento di un'attività costellata di grandi inchieste, adesso carica di ulteriori responsabilità.

Ersilia Spena, la pm di tanti casi finiti nelle cronache, passa alla procura del Tribunale dei Minori di Firenze, mettendo a disposizione la grande esperienza maturata sui fronti più delicati e dolenti come le violenze sui minori.

Vincenzo Alagia, non si vede sotto i riflettori, ma c'è e si da molto da fare nel pilotare l'ufficio della Volanti della Questura. Giovanissimo, 32 anni, molto operativo e direttamente sul campo, contro il microcrimine.

Donato Amodio, luogotenente, nell'anno del bicentenario dell'Arma dei Carabinieri, è uno di quei comandanti di stazione (Castiglion Fiorentino) che incarnano l'essenza e lo spirito di servizio e di prossimità dei carabinieri.


Marco Meacci, terminata l'esperienza di segretario provinciale del Pd, si è gettato nella bella impresa del Passioni Festival, che con ospiti importanti e idee, ha dato sale alla vita della città.

Alessandro Marrone, pittore e anche artista della cioccolata. Ha dato colore alla Giostra del Saracino con spettacolari opere in omaggio ai lettori del Corriere, ed è stato chiamato negli Usa per ricevere prestigiose commissioni.

Mino Faralli Vulcanico. Spazia dalla vigilanza privata, all’Associazione dei Carabinieri in congedo. Ha una super collezione di auto e moto d’epoca che può diventare un museo per Arezzo.

Santino Gallorini Con i suoi studi e il suo libro ha fatto riscoprire gli eroi dimenticati della Chiassa dove il partigiano Mineo sventò una carneficina ad opera dei tedeschi.

Giostra del Saracino.

Gianfrancesco Chiericoni, mentre l'Istituzione vara il bando per il ruolo di araldo, merita la nomination quello 'storico' e monumentale, che campeggia nella percezione collettiva del Saracino.

Francesco Sebastiano Chiericoni, ma è stato anche l'anno del debutto dell'eterna riserva dell'araldo, il figlio, che alla prova della piazza, non ha affatto sfigurato.

Elia Cicerchia, lo spietato cecchino di Porta Santo Spirito

Enrico Vedovini, protagonista del successo di Sant'Andrea a giugno.

Sport

Mauro Ferretti, il presidente che ha fortissimamente creduto nel ripescaggio dell'Arezzo in serie C e molto concretamente c'è riuscito riposizionando il Cavallino nel posto giusto per ripartire verso nuovi obiettivi.

Eziolino Capuano, che dire? Ha conquistato la piazza con la partenza razzo dell'Arezzo ripescato, con i suoi modi, le peculiarità dialettiche e le corse sotto la curva.

Giuseppe Peruzzi & Remo Gavagni, anime del Cavallino Asd (mountain bike e ciclismo su strada) tra le più brillanti realtà sportive e aggregative aretine. Hanno festeggiato la decima edizione della Rampichiana: record di partenti e super organizzazione.

Pasquale Morini, l'imprenditore innamorato di sport, della Marconi Arredamenti, tiene agganciata Arezzo al grande ciclismo con la Tirreno Adriatico. E insieme a Pilade Nofri ha portato i big, Moser in testa, all'Intrepida.

 

(lu.se.)

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Royal wedding, è il giorno del sì: Harry e Meghan marito e moglie

Royal wedding, è il giorno del sì: Harry e Meghan marito e moglie

Milano (askanews) - Si sono guardati e sorrisi a lungo, poi si sono presi per mano e così si sono scambiati le promesse di matrimonio: il principe Harry d'Inghilterra e Meghan Markle sono diventati marito e moglie nella cappella di St George del castello di Windsor. La sposa, arrivata in auto con la madre Doria, è entrata da sola in chiesa, seguita dai 10 paggetti e damigelle, tra cui i ...

 
Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Lo spettacolo

Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Torna il mercoledì del Teatro Virginian di Arezzo (in via de' Redi) che alza nuovamente il sipario sul suo ricco fuori stagione, ciliegina sulla torta di una stagione di ...

14.05.2018

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

La rassegna

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

Torna il festival di teatro spontaneo. Bramosie sessuali, sentimenti intensi e qualche risata per lo spettacolo “Ferdinando” di venerdì 18 maggio, alle ore 21,15 presso il ...

14.05.2018

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Pieve Santo Stefano

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Dalla Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze all’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano per raccontare un ventennio di cambiamenti e trasformazioni che ha segnato l’Italia: ...

14.05.2018