fipronil uova insetticida

LAPIS: IL CASO FIPRONIL

L'uovo ammalato che ci fa sbadigliare

09.09.2017 - 12:15

0

Nella vicenda delle uova all’insetticida quello che fa indignare non è sapere che un prodotto alimentare di uso comune può rivelarsi nocivo. Ma è scoprire che, nonostante i controlli, le rassicurazioni e i nuovi protocolli produttivi raggiunti dopo tanti scandali analoghi, accade ancora una volta. E, per giunta, nessuno, al momento, si premura di spiegarci perché.


Le conseguenze per l’uomo, unica consolazione, non sarebbero così gravi da mettere la nostra vita in serio pericolo. Gli esperti sostengono che il fluocianobenpirazolo - questo il nome dell’insetticida trovato in tracce in alcune uova anche in Italia, meglio noto con il diminutivo di fipronil - uccide sì gli insetti, ma non è mai stato mortale per l’uomo. Al massimo lo ha reso tremolante e in preda a forti sbadigli dovuti a improvvisi attacchi di letargia.


Insomma, chi si fa uno zabaione con la speranza di rinvigorire le proprie energie, se incappa in un uovo al fipronil, al massimo potrebbe ottenere l’effetto diametralmente opposto. E non dovrebbe tirare le cuoia. Ma, anche se il pericolo è modesto, l’uso del fluocianobenpirazolo è vietato già da tempo nelle aziende alimentari.


Quindi, come è possibile che un uovo si ritrovi contaminato? Colpa dei mangimi usati negli allevamenti avicoli? Della catena alimentare? O di uova che arrivano da mercati stranieri ed entrano a far parte del ciclo commerciale di aziende che con la propria produzione non sono in grado di soddisfare in pieno la richiesta?


Sono queste le domande che inquietano e che, rimanendo senza una risposta, fanno indignare.


Nessuno vuole mettere in dubbio la correttezza e la serietà delle aziende produttive, anche perché - soprattutto in molti casi italiani - sono state proprio loro a rilevare le irregolarità prima ancora di inviare le uova alla vendita e a segnalarle con provvedimenti di autotutela. Ma è ovvio che nella catena che porta alla “creazione” di un uovo, c’è stato qualcosa che non è andato per il verso giusto. E che necessita di un immediato intervento per evitare che si ripeta, chissà, con quali altre minacce. Qualcosa che potrebbe aver riguardato, per esempio, le procedure di controllo a monte, visto che quelle a valle hanno dimostrato di essere efficaci avendo individuando il problema.


Una risposta, insomma, invece di procedere solo a ulteriori controlli e sequestri, è necessaria. E ci si augura anche che possa essere rapida.


Altrimenti, oltre al dubbio se sia nato prima l’uovo o la gallina, rischiamo di portarci in eterno anche quello di come è possibile che un uovo si ammali.

Sergio Casagrande
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Teheran (askanews) - Il vicegovernatore della provincia di Kohgiluyeh e Buyer Ahmad in Iran, ha comunicato che sono stati individuati i rottami dell'aereo di linea Atr-72 schiantatosi domenica 18 febbraio 2018, con 66 persone a bordo, in una regione montuosa nel Sud-Ovest del Paese, durante una tempesta di neve. Le ricerche dell'aereo sono riprese nella mattinata di lunedì 19 febbraio dopo essere ...

 
Battiston (Asi): futuro esplorazione spaziale deve essere globale

Battiston (Asi): futuro esplorazione spaziale deve essere globale

Roma, (askanews) - "Noi riteniamo che il futuro dell'esplorazione spaziale debba essere globale, coinvolgere tutti i Paesi che hanno capacità e investimenti importanti nello spazio abitato dagli uomini, la Cina e l'India tra questi. Senza questa collaborazione globale è praticamente impossibile pensare seriamente di andare su Marte in tempi brevi, in tempi ragionevoli, perché il costo di una ...

 
Macchine da scrivere, grafica e design: i 110 anni di Olivetti

Macchine da scrivere, grafica e design: i 110 anni di Olivetti

Roma, 19 feb. (askanews) - La mostra "Looking forward. Olivetti: 110 anni di immaginazione", fino al primo maggio alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, celebra l'importante anniversario dell'azienda di Ivrea che ha segnato la storia del design, della grafica, dell'innovazione tecnologica e della comunicazione nel nostro Paese. Oltre 300 pezzi tra oggetti iconici, come la ...

 
"Il fronte delle donne" nel '15-'18: lo spettacolo al Vascello

"Il fronte delle donne" nel '15-'18: lo spettacolo al Vascello

Roma, (askanews) - Dov'erano e dove sono le donne che hanno partecipato al farsi della storia? Perché scompaiono così facilmente dalla memoria collettiva? Si tratta di una censura consapevole e voluta, oppure, cosa ancora peggiore, di un'incapacità quasi automatica di riconoscere autonomia al pensiero femminile? "Il fronte delle donne", in scena al Tetro Vascello di Roma dal 20 al 25 febbraio e ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018