Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

Il venerdì nero del Black Friday

25.11.2017 - 12:57

0

La globalizzazione, a volte, può far più danni della grandine. Mettetevi per un attimo nei panni di quei poveri commercianti che gestiscono ancora in proprio - e a fatica - il loro negozietto. E immaginate come possono aver passato la giornata del 24 novembre 2017…


Altro che Black Friday! Un venerdì nero sì, ma nel vero senso della parola. Schiacciati dai frutti insensati della globalizzazione galoppante, quanti di loro hanno potuto tenere il passo della concorrenza più agguerrita, costituita oggi oltre che dai franchising e dalla grande distribuzione anche dall'e-commerce ?


E poi, siete convinti che ci siano stati dei reali vantaggi per noi consumatori? O vi sentite presi in giro per il fatto che non siete riusciti ad accaparrarvi il prodotto tanto ambito e per averlo oggi, che è tornato un giorno normale, dovete pagarlo comunque a prezzo pieno? Oppure, non vi sentite beffati perché quello che avete comprato appena qualche settimana fa, ieri ve lo siete ritrovato offerto a un prezzo nettamente più basso?


E il commercio, inteso come un mondo globale oltre che globalizzato, ha ottenuto realmente qualcosa di positivo? Si è veramente convinti che incentivare per un solo giorno gli acquisti con forti promozioni aiuta il mercato e induce a consumare di più? O, invece, rischia di far danni perché crea troppe aspettative incapaci di essere accontentate e concentra gli stimoli di fare acquisti solo in un ristrettissimo periodo dell’anno? Problemi, tra l'altro, che potrebbero presentarsi proprio per le spese più consistenti, visto che quest'anno qualcuno ha lanciato la moda di abbinare il Black Friday perfino alla vendita di automobili e abitazioni.


Qual è, insomma, la reale ragione del Black Friday?


Negli Stati Uniti è, da sempre, il giorno successivo al giorno del Ringraziamento e tradizionalmente dà inizio alla stagione dello shopping natalizio.

Wikipedia, più precisamente, ci ricorda che il Black Friday è “un giorno, per quanto non festivo, particolarmente importante sotto l'aspetto commerciale poiché costituisce un valido indicatore sia sulla predisposizione agli acquisti, sia indirettamente sulla capacità di spesa dei consumatori statunitensi, tanto da essere attentamente osservato e atteso dagli analisti finanziari e dagli ambienti borsistici statunitensi e internazionali”.


Ma il mercato italiano, nonostante l’avanzare della globalizzazione, è ancora lontano anni luce da quello statunitense. E i consumatori italiani non sono come quelli americani.


Ecco quindi, che un Black Friday sfrenato, in Italia potrebbe in realtà far più danni al commercio che creare incentivi alle spese natalizie.


E’ già successo, per esempio, da quando è esplosa la crisi, con i saldi. Che oggi si è stati costretti ad anticipare fino a periodi inimmaginabili solo pochi anni fa. Ed è molto probabile che riaccada. Soprattutto se il consumatore comincerà a riflettere…

Sergio Casagrande
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Roma, (askanews) - È lo storico centro del femminismo romano, diventato in quasi 40 anni di vita una vera e propria "istituzione" per la promozione culturale e sociale del mondo femminile che va ben oltre il panorama della capitale. La Casa Internazionale delle Donne a Trastevere ora rischia però la chiusura a causa proprio di un contenzioso con il Campidoglio guidato da Virginia Raggi. La ...

 
Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Milano (askanews) - E' stata una delle opere d'arte simbolo degli ultimi anni, premiata alla Biennale di Venezia del 2013 e poi in giro per i musei più importanti del mondo. "Grosse Fatigue" di Camille Henrot sembra per certi versi rappresentare l'opera d'arte perfetta per il mondo contemporaneo, con il suo mix di visionarietà e di enciclopedismo. Eppure quello schermo che è l'elemento ...

 
Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Roma, (askanews) - Arrivano i droni nella centrale Enel di Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia. A loro sarà affidato il compito di supportare le attività di esercizio, manutenzione e protezione dell'impianto, grazie a soluzioni sviluppate da due star-up: Convexum e Percepto. In particolare, la start-up "Convexum" ha sviluppato un sistema in grado di impedire il sorvolo dell'impianto da parte di ...

 
Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Lo spettacolo

Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Torna il mercoledì del Teatro Virginian di Arezzo (in via de' Redi) che alza nuovamente il sipario sul suo ricco fuori stagione, ciliegina sulla torta di una stagione di ...

14.05.2018

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

La rassegna

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

Torna il festival di teatro spontaneo. Bramosie sessuali, sentimenti intensi e qualche risata per lo spettacolo “Ferdinando” di venerdì 18 maggio, alle ore 21,15 presso il ...

14.05.2018

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Pieve Santo Stefano

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Dalla Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze all’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano per raccontare un ventennio di cambiamenti e trasformazioni che ha segnato l’Italia: ...

14.05.2018