Cerca

Lunedì 23 Gennaio 2017 | 21:58

AREZZO

Strage di Civitella, riparte la richiesta di risarcimento da un milione

Avvocato Roberto Alboni

Avvocato Roberto Alboni

Via alla richiesta da un milione di euro per le vittime dell'eccidio di Civitella, Cornia e San Pancrazio in cui, il 29 giugno 1944, 244 civili morirono per mano nazista. La Corte Costituzionale respinge l'immunità della Germania e dichiara illegittime le norme di diritto interno che impediscono al giudice italiano di agire contro il Cancellierato della Merkel. Una vittoria per il legale aretino Roberto Alboni, unico in Italia ad avere in mano una sentenza passata in giudicato che obbliga la Germania a pagare per la strage. Un milione di euro. "Questo pronunciamento è importante quanto atteso - commenta l'avvocato - e di fatto annulla le norme seguite alla sentenza dell'Aja e riapre l'iter che ormai fermo da mesi. Tra qualche giorno presenterò nuovamente richiesta per far partire i risarcimenti".

Più letti oggi

il punto
del direttore