Si gettano le basi per il nuovo Casentino

Casentino

Si gettano le basi per il nuovo Casentino

12.10.2014 - 16:00

0

L'Unione dei Comuni Montani del Casentino, il Comune di Bibbiena e quello di Pratovecchio Stia, hanno reso noti i nominativi dei componenti della commissione tecnico-politica che da domani sarà a lavoro per predisporre proposte di governance e assetto istituzionale per un "nuovo Casentino". I membri designati sono Riccardo Acciai, (Comune di Poppi), Paolo Agostini (Unione dei Comuni), Daniele Bernardini (Comune di Bibbiena), Matteo Caporali (Comune di Bibbiena), Paolo Ghelli (Comune di Bibbiena), Stefano Milli (Comune di Pratovecchio Stia), Sandro Sassoli (Comune di Poppi), Massimiliano Sestini (Unione dei Comuni), Alessandra Vignali (Unione dei Comuni), Nicola Vigiani (Comune di Pratovecchi Stia).
Come forse si ricorderà, è di poche settimane fa la notizia di un "accordo" fra l'Unione dei Comuni Montani del Casentino e gli Enti che attualmente non ne fanno parte (i comuni di Bibbiena e Pratovecchio Stia) "per una nuova governace locale - così recitava un comunicato congiunto - che garantisca uno sviluppo economico e crei occupazione". Tema cardine sul tavolo degli amministratori, quello dei servizi da unificare, fra questi il Regolamento Urbanistico unico, i tributi, la rete informatica. Il comunicato terminava annunciando: “Un gruppo costituente, rappresentativo di tutti gli Enti interessati, con il compito di elaborare proposte di assetto istituzionale. Il gruppo darà seguito a una nuova Unione dei Comuni e sarà costituito dalle parti politiche e tecniche di tutti i comuni del Casentino: 2 membri del Comune di Pratovecchio Stia, 5 dell'Unione dei Comuni (di cui due espresse da Poppi), 3 del Comune di Bibbiena”. Una commissione tecnico-politica simile era stata messa al lavoro anche alcuni anni fa per studiare l'evoluzione della allora Comunità Montana, dismessa per legge: unione dei comuni o comune unico? Ci fu il referendum a bocciare la fusione di tutti i comuni e quindi la nascita dell'Unione, priva però di Bibbiena e Pratovecchio.
Salutato oggi con molto favore come il ritorno, dopo cinque anni, di tutti i comuni Casentinesi a ragionare insieme su come gestire i servizi in tutta la valle, questo passo - nell'auspicare ogni sviluppo positivo possibile - non può non essere visto come un ritorno all'ottica amministrativa derivante dalla quarantennale esperienza della Comunità Montana. La sfida è dunque, per i nuovi amministratori, dimostrare di aver superato localismi e particolarismi, che - per chiamare le cose con il loro nome - hanno fatto perdere a tutti cinque anni di tempo. Qualcuno ci vede una evoluzione dell'Unione dei Comuni attuale, altri immaginano la sua fine in uno sbocco "federalista", insomma lo scenario è ancora tutto da disegnare. La squadra di "progettisti" è questa, è designata dagli amministratori, potrà basarsi su dati statistico-storici già disponibili e fondamentali. Una cosa è certa, anzi due: alla gente del Casentino importa poco di Enti o cariche, contano i servizi e i relativi costi. E infine, oggi servono purtroppo risultati certi e immediati, perché nessuno ha più tempo e può dunque concedere tempo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Altro

Mazda Cosmo sulla North Coast 500

Spettacolare video dal sapore 'vintage' per la Mazda Cosmo 110S, tra le prime sportive in assoluto ad utilizzare un motore rotativo. Eccola 'filare' lungo la North Coast 500, in Scozia, una delle strade più belle del mondo.

 
Altro

Tre cagnolini immersi nel catrame

La cattiveria umana non ha veramente fine. In India tre cuccioli sono stati immersi nel catrame per puro divertimento. Rimasti bloccati, incapaci di muoversi anche di un centimetro per molte ore. Terrorizzati, sarebbero morti se non fossero intervenuti i volontari di Animal Aid. Ci sono volute molte ore per togliere il catrame dai tre cuccioli che si sono dimostrati però incredibilmente forti. ...

 
Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Gerusalemme capitale, in piazza la rabbia dei palestinesi

Ramallah (askanews) - Migliaia di palestinesi sono scesi in piazza a Ramallah, in Cisgiordania, una ventina di Km a nord di Gerusalemme, per protestare contro la scelta del presidente americano, Donald Trump di riconoscere proprio Gerusalemme come capitale dello Stato d'Israele, spostandovi da Tel Aviv la sede dell'ambasciata americana. Nel frattempo, Fatah, il movimento del presidente ...

 
Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Clima Gentiloni: possiamo fare di più e meglio

Roma (askanews) - "L'ambiente è uno degli impegni fondamentali di cui c'è un estremo bisogno per questo deve esserci uno sforzo da parte di tutti. Possiamo fare di meglio. In questo anno di governo io ho cercato, a dispetto della mia biografia, di fare qualche sforzo ma dobbiamo fare di meglio e di più". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo all'iniziativa dei ...

 
Il Magnificat di Bach nella Badia di Arezzo

Il concerto

Il Magnificat di Bach nella Badia di Arezzo

Domenica 17 dicembre alle ore 17.30 nella Badia delle Sante Flora e Lucilla di Arezzo risuoneranno le note del “Magnificat” di Johann Sebastian Bach, vero capolavoro della ...

16.12.2017

Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

annuncio in diretta tv

Festival di Sanremo 2018: ecco il cast di Baglioni

L'attesa è finita. Sono stati annunciati in diretta su Rai1, nella notte di venerdì 15 dicembre, i nomi dei 20 big e delle 8 nuove proposte che gareggeranno nel 68esimo ...

16.12.2017

Marco Presta al "Passioni Festival Winter"

LA RASSEGNA

Marco Presta al "Passioni Festival Winter"

“Le passioni sono godimento, sono pensieri d'amore. La radio, per me, è uno di questi”. Marco Presta, romano, 56 anni, è l'ospite che concluderà la lunga cavalcata del 2017 ...

15.12.2017