"Che ce l'hai un gratta e vinci?", torna il Ciclone a Stia

Stia

"Che ce l'hai un gratta e vinci?", torna il Ciclone a Stia

07.08.2016 - 11:45

0

Dopo vent’anni, Stia torna ad essere un paese nell’occhio del… “Ciclone”. Era infatti l’estate del 1996 quando il giovane attore e regista Leonardo Pieraccioni, sotto la produzione targata Cecchi Gori, utilizzò la location di Piazza Tanucci per girare molte scene del suo film forse più bello, certamente il più fortunato, con oltre 75 miliardi di lire di incasso ai botteghini. Il Ciclone, appunto, che gli fece spiccare il volo verso la notorietà. E anche per il centro altocasentinese e per la sua gente, quella del ’96 non fu un’estate “normale”. Insieme a Pieraccioni arrivarono e passarono settimane in paese i vari Massimo Ceccherini, Tosca D’Aquino, Paolo Hendel, Barbara Enrichi, Alessandro Haber, Sergio Forconi. Vennero Natalia Estrada e Lorena Forteza, le attrici più osannate per la loro avvenenza, più tutti gli altri interpreti di quella commedia che poi a Natale avrebbe fatto ridere l’Italia intera nelle sale cinematografiche. Ancora oggi gli aneddoti si sprecano, anche perché la giovane età e la schiettezza del regista e di molti attori, uniti alla genuinità dell’accoglienza casentinese, crearono un clima favorevole e relazioni amichevoli fra la comunità locale e le tante persone impegnate intorno alla lavorazione del film. Per ricordare quel periodo, il Comune di Pratovecchio Stia ha organizzato una serata di spassosa commemorazione: l’appuntamento è per mercoledì 24 agosto, e la location non poteva che essere Piazza Tanucci. I 20 anni del Ciclone saranno rievocati con la partecipazione di Massimo Ceccherini, Sergio Forconi e Bruno Santini (l’attore che recitava nella parte del Sindaco che rifiutò alla compagnia di Alessandro Haber l’esibizione in Piazza Tanucci per motivi “di agibilità”). Santini è anche, insieme a Leonardo Scucchi, l’artefice di un video dal titolo “Il Ciclone… oggi” - con la partecipazione dello stesso Pieraccioni - che verrà proiettato in anteprima a Stia nell’occasione. Non poteva certo mancare uno spettacolo di flamenco! A metterlo in scena sarà la Freestyle Dance School. E prima di andare a letto, c’è ancora tempo per rivedere la proiezione del Ciclone così come uscì nelle sale. E’ previsto un biglietto di ingresso di 10 euro, e il ricavato andrà devoluto in beneficienza. La serata è promossa infatti con alcune associazioni locali attive per scopi benefici: oltre alla associazione turistica Pro Stia ed al Rione Antico, ci sono infatti la Fondazione Alice Onlus e le Associazioni Non Solo 15 e Ho imparato a sognare.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Dacca (askanews) - Il Bangladesh ha deciso di rinviare l'avvio del rimpatrio in Myanmar dei profughi rohingya inizialmente previsto per il 23 gennaio 2018, come concordato da Dacca e Naypyidaw. Lo ha fatto sapere Abul Kalam Azad, funzionario del Dipartimento per gli aiuti ai profughi e per i rimpatri dal Bangladesh. "Saremo molto lieti di vedere il processo di rimpatrio iniziare il prima ...

 
Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Roma, (askanews) - Continua senza esclusione di colpi la guerra politico-giudiziaria fra Madrid e Barcellona: l'ex presidente catalano Carles Puigdemont, a Bruxelles per evitare il carcere a seguito della dichiarazione di indipendenza della Catalogna dello scorso 27 ottobre, ha lasciato per la prima volta il Belgio per partecipare a un simposio all'università di Copenaghen. Il Tribunale supremo ...

 
Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Washington, (askanews) - Repubblicani e democratici al Senato americano avrebbero trovato un accordo per mettere fine allo shutdown che paralizza l'amministrazione federale dalla mezzanotte del 19 gennaio. In aula sono infatti arrivati i voti necessari per aggirare l'ostruzionismo (77) e procedere con l'approvazione di un finanziamento delle attività del governo federale fino all'8 febbraio. La ...

 
A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

Stagione di prosa

A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

La Stagione del Teatro Comunale di Cavriglia apre il nuovo anno venerdì 19 gennaio alle 21 e 30 per il cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo, con Roberto Alpi, Laura ...

16.01.2018

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

La rassegna

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

Venerdì 19 gennaio ore 21.15 al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, sarà di scena Ugo Dighero con lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo, ...

16.01.2018

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

Arezzo

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

A 15 anni dalla scomparsa del Signor G, Arezzo dedica una grande serata all’artista milanese: il “Gaber day”. Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, che porta in giro da ...

16.01.2018