Cerca

Martedì 28 Febbraio 2017 | 10:55

Arezzo

Test dna contestato: "Figlia dell'avvocato? No di un parente"

Test dna contestato: "Figlia dell'avvocato? No di un parente"

Nuova puntata nel caso dell'avvocato aretino, defunto da anni, che sarebbe il padre di un'aretina mai riconosciuta come figlia. I familiari del professionista - la moglie e i due figli - presentano ricorso in Cassazione contro la sentenza di Appello che ha confermato la validità del test del Dna. Per il professor Gian Franco Ricci Albergotti, che li assiste, il risultato dell'accertamento genetico non è totalmente sovrapponibile: ci sono due punti in cui manca la corrispondenza. Il profilo dell'avvocato è molto affine, ma la donna (P.M., 55 anni) potrebbe essere figlia di un parente del professionista. Sarà la Cassazione ad esprimersi su una causa che ha ovviamento ricadute importanti in chiave ereditaria (la 55enne, deceduta di recente, ha due figli).

Più letti oggi

il punto
del direttore