Mancini e Cappietti

Piero Mancini e Giovanni Cappietti

AREZZO

Mancini e Cappietti, processo flop: si riparte da Arezzo

28.01.2015 - 18:15

1

I giudici fiorentini che nel 2008 spedirono in cella Piero Mancini, allora presidente dell'Arezzo e imprenditore di successo, e Giovanni Cappietti, insieme ad un'altra decina di persone, non avevano competenza sul caso: spettava invece al tribunale di Arezzo occuparsi della presunta associazione a delinquere finalizzata alle truffe telematiche con i numeri 899. A questa conclusione si è arrivati soltanto oggi, mercoledì 28 gennaio 2015, a sei anni e mezzo dai fatti che per Mancini segnarono l'inizio dei guai culminati nella messa in amministrazione straordinaria del suo impero, la Ciet. Si è infatti svolta a Firenze dopo lunghissima incubazione, davanti al gup David Monti, l'udienza preliminare (!) per la vicenda Flynet. Ed è emerso che trattandosi di un fascicolo del 2007, non poteva essere applicata la disposizione che affida i reati di questo genere alla procura della Direzione distrettuale. Quindi il processo è stato azzerato e i faldoni per competenza arriveranno ad Arezzo dove tutto deve ricominciare quasi da capo. Mentre i tempi della prescrizione sono dietro l'angolo. E' stato l'avvocato Luca Fanfani con una eccezione a mandare in tilt il procedimento penale che quindi non si reggeva su basi solide. L'inchiesta riguardava gli inganni telefonici e con le connessioni a internet: inconsapevolmente gli utenti venivano veicolati su numeri ad alto valore aggiunto, i premium. Da questo giochetto (del quale secondo le difese Mancini e Cappietti non erano a conoscenza) a trarne beneficiio erano soprattutto le società cui erano affidati i servizi. L'inchiesta all'epoca fece molto rumore. Uno degli arrestati si tolse la vita in carcere. La procura distrettuale si riteneva titolare del caso avendo anche contestato il riciclaggio a favore di una associazione mafiosa, ma un paio di anni dopo emerse l'infondatezza di tale ipotesi. Il resto è andato avanti fino ad oggi sul binario sbagliato. Tutto ripartirà da Arezzo.

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andreinaghionna

    01 Marzo 2015 - 22:10

    Quell'Uno, quel ragazzo, è Niki Aprile Gatti e questo è il suo blog: http://nikiaprilegatti.com/

    Report

    Rispondi

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018