Cerca

Mercoledì 18 Gennaio 2017 | 00:25

AREZZO

Giallo del cranio, sono tre i segni indecifrabili

Giallo del cranio, sono tre i segni indecifrabili

Tre segni indecifrabili e non uno solo sul cranio ritrovato nei boschi di Montemignaio. Un giallo. Due segni blu nelle calotte e uno arancione nella parte posteriore del teschio. Saranno i carabinieri del Racis a datare il reperto (che non sembra antico) e attribuirlo ad una persona di sesso maschile o femminile, come sembra, per stabilirne l'età e ricavare altri elementi. Il sindaco di Montemignaio, Massimiliano Mugnaini, non sa darsi una spiegazione. La zona, un castagneto, dove la donna che cercava funghi lo ha trovato si chiama Pescinale e si raggiunge a piedi dalle località Fossatello - Liconia. Nel territorio nessuna notizia di gruppi che si radunano per messe nere e nemmeno casi, negli ultimi anni, di persone scomparse. Ma il cranio, come denotano i segni, è stato sicuramente manipolato e lasciato sul posto. 

ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL  18 GIUGNO

Più letti oggi

il punto
del direttore