Cerca

Mercoledì 22 Febbraio 2017 | 02:43

Cortona

"Controlliamo l'acqua" e truffano anziani

"Controlliamo l'acqua" e truffano anziani

Tornano a colpire i truffatori del porta a porta. Un fenomeno odioso che troppo spesso approfitta della gentilezza e della buona fede degli anziani che cadono nella trappola tesa dai balordi, pronti ad architettare ogni genere di stratagemma. Venerdì 10 febbraio sono stati due i casi denunciati in provincia di Arezzo: uno a Cortona, il secondo a Pratovecchio. Diverso il modo di agire, identico il fine: raggirare e rubare. Nella cittadina della Valdichiana due uomini si sono spacciati per incaricati di Nuove Acque e hanno bussato all’abitazione di un ottantenne. Modi gentili, si sono fatti aprire la porta chiedendo di poter entrare per un controllo. “Dobbiamo verificare il livello di potabilità dell’acqua dei suoi rubinetti” la frase che hanno rivolto al pensionato che li ha fatti accomodare, non sospettando che non si trattava di due tecnici della società ma di due malfattori. E mentre uno fingeva di fare i controlli e distraeva l’anziano, l’altro ha fatto razzia nei cassetti. Quando sono usciti, l’anziano ha fatto l’amara scoperta: i due sono riusciti ad arraffre circa 1.500 euro in contanti e alcuni oggetti in oro. 

SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 12 FEBBRAIO 2017

Più letti oggi

il punto
del direttore