Morto in piscina a 10 anni, tutti assolti

AREZZO

Morto in piscina a 10 anni, tutti assolti

21.12.2017 - 13:09

0

Tutti assolti per la morte di Stefan Tironiac, il bambino di 10 anni che perse la vita l'1 luglio 2017 alla piscina Crocodile nel primo giorno dei Campi solari. Erano accusati il proprietario dell'acquapark e due accompagnatori della cooperativa Baobab che seguivano il gruppo  organizzato dal comune di Monte San Savino. Per il primo, Giovanni Burrini, il fatto non costituisce reato, per gli altri, Marco Paolucci e Barbara Peruzzi il fatto non sussiste. Questo l'esito del processo celebrato al tribunale di Arezzo davanti al giudice Gianni Fruganti.

Il bambino era in acqua e venne colpito da un altro ragazzino - mai individuato - che con un tuffo scomposto dal bordo vasca gli procurò la rottura dell'osso del collo. Stefan finì sott'acqua e benché il livello fosse basso, non riuscì a riprendersi e morì. Proprio questa dinamica imprevedibile, inarrestabile, con il decesso avvenuto rapidamente, ha scagionato i tre imputati sui quali pendeva l'accusa di omicidio colposo per non aver messo in atto le misure di sicurezza (il titolare) e non aver vigilato sui ragazzi (gli accompagnatori). In realtà il bagnino (ce ne erano due) intervenne e tirò fuori il bambino, ma anche se ce ne fossero stati più la tragedia non si sarebbe evitata. E non è stato ritenuto determinante il fatto che gli accompagnatori non avessero atteso l'arrivo dei maestri di nuoto, facendo entrare in acqua i bambini.

Si dovranno comunque attendere le motivazioni della sentenza, da parte del giudice Gianni Fruganti per conoscere i motivi della sentenza. Anche il pm Luigi Niccacci aveva concluso per l'assoluzione. I tre erano difesi dagli avvocati Corrado Brilli, Luca Fanfani e Domenico Capalbo. La famiglia non era parte civile ed ha ricevuto il risarcimento dall'assicurazione. Cala il sipario su una vicenda giudiziaria che per complessità e tortuosità, è durata troppo tempo.

Nel processo è stato anche sottolineato il comportamento dignitoso e composto dei genitori di Stefan, originari della Romania e da molto tempo residenti in Italia, che durante le indagini non si accanirono contro il ragazzino mai trovato del tuffo ("Anche lui giocava"), perché non si rovinasse una seconda vita oltre quella del figlio, lanciando casomai un appello ai genitori a farsi avanti quantomeno per condividere il dolore. Appello mai raccolto. In aula non erano presenti né gli imputati né i familiari.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Dacca (askanews) - Il Bangladesh ha deciso di rinviare l'avvio del rimpatrio in Myanmar dei profughi rohingya inizialmente previsto per il 23 gennaio 2018, come concordato da Dacca e Naypyidaw. Lo ha fatto sapere Abul Kalam Azad, funzionario del Dipartimento per gli aiuti ai profughi e per i rimpatri dal Bangladesh. "Saremo molto lieti di vedere il processo di rimpatrio iniziare il prima ...

 
Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Roma, (askanews) - Continua senza esclusione di colpi la guerra politico-giudiziaria fra Madrid e Barcellona: l'ex presidente catalano Carles Puigdemont, a Bruxelles per evitare il carcere a seguito della dichiarazione di indipendenza della Catalogna dello scorso 27 ottobre, ha lasciato per la prima volta il Belgio per partecipare a un simposio all'università di Copenaghen. Il Tribunale supremo ...

 
Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Washington, (askanews) - Repubblicani e democratici al Senato americano avrebbero trovato un accordo per mettere fine allo shutdown che paralizza l'amministrazione federale dalla mezzanotte del 19 gennaio. In aula sono infatti arrivati i voti necessari per aggirare l'ostruzionismo (77) e procedere con l'approvazione di un finanziamento delle attività del governo federale fino all'8 febbraio. La ...

 
A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

Stagione di prosa

A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

La Stagione del Teatro Comunale di Cavriglia apre il nuovo anno venerdì 19 gennaio alle 21 e 30 per il cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo, con Roberto Alpi, Laura ...

16.01.2018

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

La rassegna

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

Venerdì 19 gennaio ore 21.15 al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, sarà di scena Ugo Dighero con lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo, ...

16.01.2018

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

Arezzo

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

A 15 anni dalla scomparsa del Signor G, Arezzo dedica una grande serata all’artista milanese: il “Gaber day”. Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, che porta in giro da ...

16.01.2018