Moglie stuprata, le carte dell'accusa. La difesa dell'uomo. Testimone: "Urlava"

Il capitano Monica Dallari

CORTONA

Moglie stuprata, le carte dell'accusa. La difesa dell'uomo. Testimone: "Lei urlava"

02.06.2018 - 08:08

0

Maestro di karate in carcere accusato di stupro della moglie, per punirla dopo averla trovata in auto con un altro, possesso di armi e maltrattamenti: la procura di Arezzo intenzionata a chiedere il giudizio immediato del 37enne di Cortona, dopo aver messo insieme tutti gli elementi. La donna, 27 anni, è stata ascoltata per 4 ore dal pm Chiara Pistolesi ed ha raccontato nei dettagli la storia con il marito, dal fidanzamento alla rottura, la separazione di fatto, i contrasti e la notte del grave episodio. L'uomo, che parla di rapporto sessuale consenziente, potrebbe chiedere di essere sentito dal magistrato. E' rinchiuso in isolamento nel carcere di Terni.

Il Corriere di Arezzo in edicola pubblica alcuni passaggi dell'ordinanza che dispone la custodia cautelare in carcere del cortonese, ritenuto pericoloso anche per il possesso di armi (pistola/penna, bastoni, manganelli e pugnale). Tra i due c'erano contrasti per la fine del matrimonio e le questioni connesse ai figli. Trovata la moglie sotto casa in auto con l'amico, il 37enne ha colpito entrambi, danneggiato l'auto e quindi trascinato la moglie nella casa dove dormivano i figli in un'altra stanza. Mentre l'amico della donna, minacciato, era andato a chiamare i carabinieri.

Proprio la tempistica - i militari sono arrivati nel giro di pochi minuti - secondo il giudice dimostra che si è trattato di un atto sessuale violento preteso con la forza. Quando i carabinieri sono arrivati tutto era già avvenuto e se si fosse trattato di una unione sessuale consenziente la situazione sarebbe stata diversa. Poi la donna, davanti al capitano Monica Dallari, ha rivelato. C'è anche un testimone, che dice di aver sentito la donna urlare. Emerge anche un passato di vessazioni. Mentre il marito lamenta che lei avesse una condotta non irreprensibile. Ma la giustizia deve fare il suo corso. La donna è assistita dall'avvocato Umberto Cocci, l'uomo è difeso dall'avvocato Domenico Nucci che invita a non tirare conclusioni affrettate. E il cortonese, dice il legale, affronterà il processo senza chiedere riti alternativi.

ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 2 GIUGNO

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
"I pirati dell'isola che non c'è" al teatro di Piazza Berlinguer

Cavriglia

"I pirati dell'isola che non c'è" al teatro di Piazza Berlinguer

Sabato 16 giugno alle 21 al Teatro Comunale di Piazza Berlinguer a Cavriglia si terrà l'atto conclusivo del corso di teatro promosso dall'Associazione Culturale Teatrale ...

15.06.2018

CastleTheatre porta in scena Don Chisciotte al Castello di Sorbello

Teatro

CastleTheatre porta in scena Don Chisciotte al Castello di Sorbello

Secondo e ultimo appuntamento di CastleTheatre, la nuova rassegna di teatro nei castelli ideata dall’associazione aretina rumorBianc(O). Domenica 17 giugno al Castello di ...

15.06.2018

Capitan Moscardelli si racconta al Passioni Festival

LA RASSEGNA

Capitan Moscardelli si racconta al Passioni Festival

Penultima e attesa giornata del Passioni Festival venerdì 15 giugno al cinema Eden di Arezzo con due grandissimi appuntamenti. Il primo, alle 18,30, è quello con il capitano ...

15.06.2018