OroArezzo, Boldi a Vicenza lancia la fiera 2015 e chiama gli imprenditori

Arezzo

OroArezzo, Boldi a Vicenza lancia la fiera 2015 e chiama gli imprenditori

29.11.2014 - 20:30

0

E’ stata una numerosa platea di imprenditori orafi vicentini, quella che mercoledì 26 novembre ha partecipato alla presentazione, organizzata a Vicenza, dell’edizione 2015 di OROAREZZO, Fiera internazionale dell’oreficeria, argenteria e gioielleria made in Italy.

«OROAREZZO non è una fiera, è bensì un “progetto” realizzato da orafi e al servizio degli orafi, con l’obiettivo di creare un nuovo modello di contenitore la cui qualità sarà data dal livello dei suoi espositori e delle loro produzioni - ha affermato il presidente di Arezzo Fiere e Congressi Andrea Boldi - per questo sono qui oggi davanti ad aziende che portano l’eccellenza italiana nel mondo. L’idea è quella di far crescere OROAREZZO tra i massimi protagonisti del quadro mondiale degli eventi orafi e soprattutto consolidare le fiere che si svolgono nel nostro paese, consolidando la loro centralità nello scacchiere internazionale tra Hong Kong e Stati Uniti. La nostra classe imprenditoriale orafa persegue sempre maggiori livelli di qualità e design nella propria offerta, aumenta la propria attrattività nei confronti del cliente evoluto, inducendolo ad acquistare in Italia, ed i dati sull’export testimoniano questo trend. Il nostro progetto di Fiera, deve consentire a tutte le aziende, anche a quelle meno strutturate, che hanno un prodotto di qualità e design, di aprirsi al mercato mondiale, inserendosi in un contenitore dinamico ed efficiente, vocato al business e ormai appuntamento consolidato per i più grandi buyers del settore».

«Accanto ad essi – ha sottolineato il presidente Boldi - ho voluto fortemente la creazione di una task force interna addetta al reclutamento diretto di buyers emergenti attraverso missioni mirate. Siamo di ritorno da due viaggi in Messico ed Ucraina, e paesi ex URSS dove abbiamo implementato il nostro database di oltre 40 operatori che hanno da 5 a 30 negozi di proprietà».

Tra le novità emerse durante l’incontro con le aziende produttrici dell’area vicentina, è che OROAREZZO nel 2015 intende sviluppare ulteriormente i propri servizi e offrire nuove funzionalità ai propri espositori. Per esempio ci sarà la possibilità per le aziende che hanno il proprio stand personalizzato, di depositarlo in storage presso la Fiera di Arezzo, sempre pronto all’utilizzo. Allo scopo di ottimizzare i risultati e le opportunità di business, si conferma anche per il 2015 il nuovo ed esclusivo format del Meeting Club che garantisce un numero prestabilito di incontri personalizzati con i buyer, consentendo così anche a chi partecipa per la prima volta di allargare la propria platea di clienti, ed il Progetto Retail dedicato al retailing italiano, con selezione, anche qui diretta, delle migliori gioiellerie italiane.

«La formula vincente, quello che desidero venga percepito come l’elemento caratterizzante di OROAREZZO, è offrire una gamma completa della manifattura made in Italy, in grado di attrarre ad Arezzo i top buyer del mondo dell’oreficeria – ha sottolineato in conclusione il presidente Boldi - Mia profonda convinzione è che il nostro valore aggiunto, come Fiera, si debba fondare sulla condivisione dei progetti e dei percorsi, ponendo le aziende in prima linea, creando regole funzionali alle loro esigenze, lavorando insieme per portare i buyer ad incrementare gli acquisti di merce italiana. Incontri come questo ci permettono di presentare un progetto, ma anche e soprattutto di ascoltare, imparare e con umiltà fare tesoro dei preziosi suggerimenti che gli imprenditori che affrontano i mercati di tutto il mondo ci danno per migliorare la nostra fiera».

Altre iniziative pensate e realizzate per offrire opportunità di business opportunamente distribuite durante l’arco dei dodici mesi, sono state infine presentate le date degli altri eventi sull’oreficeria organizzati da Arezzo Fiere e Congressi per l’anno prossimo.

Oltre ad OROAREZZO, ci saranno Gold/Italy dal 24 al 26 ottobre e la 13^ edizione del workshop a New York a novembre 2015, che si conferma come una delle iniziative a sostegno delle esportazioni di maggiore successo, che ha visto all’ultimo edizione recentemente conclusosi, la partecipazione di oltre cento buyers di New York e dell’area del Nord America.

www.oroarezzo.it

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Formazione medici con simulazione hi tech contro tumore al rene

Roma, (askanews) - La terapia del tumore al rene passa anche per la formazione dei medici attarverso la realtà virtuale. Parte oggi da Roma la prima tappa del progetto Maestro presso l IPSE CENTER - Interactive Patient Simulation Experience - del Policlinico Universitario A. Gemelli, centro di simulazione interattivo nel quale gli operatori della salute sono chiamati a seguire percorsi di ...

 
Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Firenze, migranti come stelle cadenti su Ponte Vecchio

Roma, (askanews) - Ponte Vecchio, icona di Firenze e del Rinascimento, diventa simbolo di collegamento tra popoli, città e culture diverse, tra passato e futuro, per far riflettere sulle frontiere di oggi e di ieri e sul fenomeno delle migrazioni. Fino al 7 gennaio, ogni giorno dalle 19 alle 24, Ponte Vecchio sarà illuminato dal progetto di videomapping sviluppato da Ied (Istituto Europeo di ...

 
Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Arriva la nuova Duster, suv di qualità con tanta tecnologia

Milano, 13 dic. (askanews) - Ancora più suv, ma anche più curata, elegante e con tanta tecnologia. E' la nuova Dacia Duster, il suv di segmento C che grazie all'ottimo rapporto qualità prezzo è il veicolo di categoria più venduto in Italia, con 64mila immatricolazioni nel 2017 e oltre 340mila dal lancio nel 2010. Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione Renault Italia: "Il cliente ideale ...

 
Malattia di Crohn: nuovo approccio potrebbe rivoluzionare le cure

Malattia di Crohn: nuovo approccio potrebbe rivoluzionare le cure

Roma, (askanews) - Un nuovo approccio diagnostico e terapeutico potrebbe rivoluzionare le strategie di cura della malattia di Crohn, patologia infiammatoria intestinale che colpisce prevalentemente in età giovanile e dopo i 65 anni. Lo ha evidenziato uno studio internazionale cui hanno preso parte anche ricercatori italiani. Fra loro, Alessandro Armuzzi, professore associato di Gastroenterologia ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

Saione in musica

AREZZO

Saione in musica

E' in programma il 15 dicembre "Saione in musica" concerto prenatalizio promosso dal Lions Club Chimera di Arezzo. Appuntamento alle 18.30 nella chiesa di Saione, collaborano ...

10.12.2017

Trecento danzatori e 7 ore di spettacolo al Teatro Petrarca

Il concorso

Trecento danzatori e 7 ore di spettacolo al Teatro Petrarca

Trecento ballerini da trentuno scuole da tutta la penisola, per una maratona di oltre cento coreografie. Il concorso internazionale di danza "Piero della Francesca" raggiunge ...

08.12.2017