Cantarelli: "Mai parlato di esuberi". Domani Biochefarm incontra i sindacati

AREZZO

Cantarelli: "Mai parlato di esuberi". Domani Biochefarm incontra i sindacati

22.04.2015 - 11:38

0

"Mai parlato di esuberi". Alessandro Cantarelli e Biochefarm sa di Chiasso, che si accinge ad acquisire il controllo dell'azienda di abbigliamento, attraverso una nota dichiarano di essere "sconcertati dalle parole dettate alla stampa dal sindacalista Cgil Guido Guiducci", riportate oggi da un quotidiano. "Dalle nostre dichiarazioni - si legge nel comunicato - la parola ESUBERO non è mai uscita, noi abbiamo sempre parlato di momentanea sospensione dal lavoro, posizionando le persone in Cassa Integrazione Ordinaria per mirare al riallineamento dei conti, insieme ad altre operazioni, alle attuali esigenze dell'azienda Cantarelli, tanto è vero che abbiamo dichiarato che una volta riallineati tali dati, la Cantarelli procederà al riassorbimento spalmato di tali maestranze." Cantarelli e la società svizzera proseguono: "Siamo amareggiati nel leggere che le persone fanno finta o vogliono volontariamente dimenticare quanto da me espresso già dal primo incontro in azienda del 3 marzo 2015, nel successivo tenuto in Confindustria Arezzo il 20 marzo 2015 dove era presente anche l'avvocato del lavoro della Biochefarm sa e nell'ultimo incontro tenuto nuovamente in Confindustria il 27 marzo 2015 per firmare il "Verbale di Procedura e Consultazione Sindacale" per la firma della Cassa Integrazione Ordinaria." E ancora: "Respingiamo al mittente l'accusa che l'accordo tra la Cantareli e la Biochefarm sa, sia stato firmato, e ribadiamo ancora una volta che da parte della Cantarelli tale accordo è stato sì accolto e consegnato agli organi della Procedura, ma sarà controfirmato da Alessandro Cantarelli solo dopo aver ottenuto il "consenso" del tribunale, del sindacato etc etc. Inoltre, essendo già stabilito per domani 23 aprile 2015 alle ore 9 un incontro in Cantarelli per la presentazione della Biochefarm sa, non accettiamo l'accusa di mancato colloquio e non capiamo da cosa sia dovuto tutto questo scalpitare del sindacalista Cgil Guiducci. Concludiamo - termina la nota - auspicandoci da parte di tutti una profonda volontà a lavorare verso il riassetto e la salvezza dell'azienda Cantarelli e delle sue maestranze, mettendo da parte orgoglio, protagonismo o chissà quale altra cosa, non dimenticando il momento epocale che sta attraversando l'intero mondo economico industriale."

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, (askanews) - E' il primo chiosco sulla Rambla, proprio dove il furgone dei terroristi è entrato nell'arteria di Barcellona falciando la folla. Il racconto del giovane giornalaio argentino che ha visto la scena: "Ero dentro il chiosco e ho sentito un rumore strano, mi sono affacciato a guardare ed era il furgone che passava qui davanti investendo la gente. Veniva da laggiù, e poi è ...

 
Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Roma, (askanews) - Passeggiata tra turisti increduli per Madonna al Duomo di Lecce. La popstar si trova in Salento, infatti, per festeggiare il syuo 59esimo compleanno e non poteva mancare una visita alle bellezze barocche della "Firenze del Sud". "Ciao Madonna", "Ma è Madonna veramente?": lo stupore dei passanti e fan che hanno immortalato con iphone e tablet l'Icona del pop. I video sono stati ...

 
Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Barcellona, (askanews) - La Rambla torna a essere piena di gente, turisti e spagnoli, all'indomani del terribile attentato che ha colpito il cuore di Barcellona. I negozi mostrano ancora il segno di lutto e di dolore per le vittime. Come Disegual che, contrariamente a quanto avviene normalmente con una vetrina ricca di colori, mostra questa volta in vetrina un grande fiocco nero in segno di lutto....

 
Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Milano, (askanews) - Non è un musulmano chi ammazza innocenti. Lo ripete senza ombra di dubbi Hamid Arifi, il responsabile del Centro Islamico d Legnano, il paese di origine di Bruno Gulotta morto nell'attentato terroristico di Barcellona. L'abbiamo incontrato subito dopo la preghiera del mattino, nel centro che si trova proprio tra l'abitazione di Gulotta e l'azienda dove lavorava, in via XX ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Laura Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Samantha Iorio, una "lady in soul" alla Fortezza del Girifalco

Cortona

Samantha Iorio, una "lady in soul" alla Fortezza del Girifalco

Ancora un appuntamento musicale nell’intensa programmazione estiva della Fortezza del Girifalco a Cortona. Per “Fortezza Live Summer”, nella serata di mercoledì 16 agosto, ...

14.08.2017