Cantarelli, salta l'accordo con gli svizzeri: 280 in ansia

Cantarelli, a destra, con Degan (Biochefarm)

AREZZO

Cantarelli, salta l'accordo con gli svizzeri: 280 in ansia

21.05.2015 - 07:05

0

Salta l'accordo tra Cantarelli e Biochefarm per il rilancio dell'azienda della moda in concordato preventivo. Rottura tra gli svizzeri e il titolare della ditta che occupa 280 addetti circa (parte in cassa integrazione) negli stabilimenti di Rigutino e Terontola. Profonde e insanabili divergenze sono emerse dopo un mese di trattativa, quando si attendeva la presentazione di un piano di risanamento e industriale per portare avanti la procedura e dare futuro alla Cantarelli. Prossima data è l'11 giugno, quando è fissata l'udienza in tribunale. La mancata intesa viene motivata in modi diametralmente opposti dai due soggetti imprenditoriali. La società di Chiasso, con il suo rappresentante Luca Degan, afferma: "Abbiamo rinunciato all'accordo proposto ad Alessandro Cantarelli e sottoscritto unilateralmente per l'acquisizione di parte del pacchetto azionario della Cantarelli spa, in considerazione dei valori dello stato passivo emersi, discostanti in modo sensibile da quanto inizialmente prospettato e che ad avviso di Biochefarm richiedono un investimento superiore". Da qui sarebbero sorte le divergenze sulla ristrutturazione aziendale. Di contro Alessandro Cantarelli dice che è stato lui a rinunciare alla proposta di Biochefarm "valutata la inidoneità del nuovo percorso prospettato in corsa e l'inconsistenza delle proposte da essa avanzate e non avendo presentato Biochefarm alcun documento richiesto non solo dai professionisti ma anche dagli organi della procedura". Quanto ai numeri Cantarelli mette in dubbio le affermazioni della società svizzera e aggiunge che "si va avanti" con un nuovo pool di professionisti "per perseguire la migliore soluzione negoziata della crisi".

ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA E ON LINE DEL 21 MAGGIO

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Usa: l'attentatore di NY voleva la vendetta per i palestinesi

Usa: l'attentatore di NY voleva la vendetta per i palestinesi

New York (askanews) - Voleva vendicarsi degli attacchi israeliani contro i palestinesi. Lo ha detto nel primo interrogatorio il 27enne originario del Bangladesh che voleva farsi saltare in aria vicino a uno degli hub di trasporto più trafficati di New York City. Una volta catturato e trasferito in ospedale - dove è stato curato per le ferite subite per l'esplosione del dispostivo rudimentale che ...

 
Macron a Trump: su clima ha responsabilità di fronte a storia

Macron a Trump: su clima ha responsabilità di fronte a storia

Parigi (askanews) - Il presidente francese Emmanuel Macron ha lanciato un appello al suo omologo Usa Donald Trump a ricordare la sua "responsabilità di fronte alla Storia" in relazione alla decisione di ritirare gli Stati uniti dall'Accordo di Patrigi sul clima, in un'intervista ieri alla CBS alla vigilia di un summit sullo stesso tema che si terrà nella capitale francese. "Ci sono più di 180 ...

 
Brucia la California, incendio più grande di New York

Brucia la California, incendio più grande di New York

Roma, (askanews) - Brucia la California: il più devastante degli incendi che abbiano mai colpito la California del Sud continua ad espandersi, alimentato dai forti venti, e interessa una superficie più grande di New York City. L'incendio Thomas nelle contee di Ventura e Santa Barbara ha carbonizzato 230mila ettari nel corso di una settimana, allargandosi di oltre 50mila ettari in un solo giorno. ...

 
Usa: trasporti tornano alla normalità dopo esplosione a New York

Usa: trasporti tornano alla normalità dopo esplosione a New York

New York (askanews) - E' tornata la normalità nel sistema di trasporti di New York City, mandato in tilt da un tentato attentato terroristico ad opera del 27enne Akayed Ullah. Il terminal degli autobus di Port Authority, tra la 42esima Strada e l'ottava Avenue, è stato riaperto così come le stazioni della linea metropolitana che avevano accesso diretto al terminal. Resta invece ancora ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

Saione in musica

AREZZO

Saione in musica

E' in programma il 15 dicembre "Saione in musica" concerto prenatalizio promosso dal Lions Club Chimera di Arezzo. Appuntamento alle 18.30 nella chiesa di Saione, collaborano ...

10.12.2017

Trecento danzatori e 7 ore di spettacolo al Teatro Petrarca

Il concorso

Trecento danzatori e 7 ore di spettacolo al Teatro Petrarca

Trecento ballerini da trentuno scuole da tutta la penisola, per una maratona di oltre cento coreografie. Il concorso internazionale di danza "Piero della Francesca" raggiunge ...

08.12.2017