Cantarelli, salta l'accordo con gli svizzeri: 280 in ansia

Cantarelli, a destra, con Degan (Biochefarm)

AREZZO

Cantarelli, salta l'accordo con gli svizzeri: 280 in ansia

21.05.2015 - 07:05

0

Salta l'accordo tra Cantarelli e Biochefarm per il rilancio dell'azienda della moda in concordato preventivo. Rottura tra gli svizzeri e il titolare della ditta che occupa 280 addetti circa (parte in cassa integrazione) negli stabilimenti di Rigutino e Terontola. Profonde e insanabili divergenze sono emerse dopo un mese di trattativa, quando si attendeva la presentazione di un piano di risanamento e industriale per portare avanti la procedura e dare futuro alla Cantarelli. Prossima data è l'11 giugno, quando è fissata l'udienza in tribunale. La mancata intesa viene motivata in modi diametralmente opposti dai due soggetti imprenditoriali. La società di Chiasso, con il suo rappresentante Luca Degan, afferma: "Abbiamo rinunciato all'accordo proposto ad Alessandro Cantarelli e sottoscritto unilateralmente per l'acquisizione di parte del pacchetto azionario della Cantarelli spa, in considerazione dei valori dello stato passivo emersi, discostanti in modo sensibile da quanto inizialmente prospettato e che ad avviso di Biochefarm richiedono un investimento superiore". Da qui sarebbero sorte le divergenze sulla ristrutturazione aziendale. Di contro Alessandro Cantarelli dice che è stato lui a rinunciare alla proposta di Biochefarm "valutata la inidoneità del nuovo percorso prospettato in corsa e l'inconsistenza delle proposte da essa avanzate e non avendo presentato Biochefarm alcun documento richiesto non solo dai professionisti ma anche dagli organi della procedura". Quanto ai numeri Cantarelli mette in dubbio le affermazioni della società svizzera e aggiunge che "si va avanti" con un nuovo pool di professionisti "per perseguire la migliore soluzione negoziata della crisi".

ARTICOLO SUL CORRIERE IN EDICOLA E ON LINE DEL 21 MAGGIO

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Pechino, (askanews) - La Cina e l'Unione europea hanno firmato sei accordi al Ventesimo summit Eu-China a Pechino, tra le tensioni commerciali avviate dagli Stati Uniti e le dichiarazioni del presidente Donald Trump che accusa l'Ue di essere "un nemico". Al vertice, al centro del quale ci sono scambi commerciali e investimenti, partecipano il presidente della Commissione europea, Jean-Claude ...

 
Naturalmente Pianoforte: ecco i big alla rassegna

A Pratovecchio Stia in Casentino

Naturalmente Pianoforte: ecco i big alla rassegna

E' iniziato il conto alla rovescia per la quarta edizione di “Naturalmente Pianoforte”, kermesse pianistica con la direzione artistica di Enzo Gentile, che si terrà dal 18 al ...

07.07.2018

La "Musica dipinta" alla Casa Museo Ivan Bruschi

La mostra

La "Musica dipinta" alla Casa Museo Ivan Bruschi

Sarà inaugurata domenica 8 luglio alle 18.30 alla Casa Museo Ivan Bruschi di Corso Italia, ad Arezzo, la mostra "Musica dipinta. Dalle miniature rinascimentali a Lorenzo ...

07.07.2018

Cine-cene con menù regionali e film alla Sagra del Cinema

Castiglion Fiorentino

Cine-cene con menù regionali e film alla Sagra del Cinema

Tutte le sere il meglio della tradizione gastronomica toscana, le degustazioni delle cantine castiglionesi e le specialità delle cucine regionali d’Italia in uno dei luoghi ...

07.07.2018