michele cucuzza bianco e nero

FUORI DAL VIDEO

Una vita da badante

13.10.2017 - 17:35

0

"Non vedo mio figlio, invalido, e le sue due sorelle da 11 anni: nel 2006 ho lasciato il mio paese, la Georgia, in cerca di un lavoro. Per 7 anni sono rimasta in Grecia, in Italia sono arrivata nel 2013 e sono ancora in attesa del permesso di soggiorno. Tutti i soldi che guadagno come badante, 800 euro al mese, li mando a casa. E non ho idea di quando tutto questo potrà finire”. Ha il cuore gonfio Ana Kitiashvili che si occupa stabilmente di un anziano a Noci, Bari. Per lei, a 63 anni, non c’è solo il dolore profondo per una separazione dai suoi così lunga: in agguato c’è anche il rischio della depressione che colpisce, nel nostro Paese, decine di badanti immigrate dall’Est, oltre che dalla Georgia, dalla Romania, dalla Polonia, dall’Ucraina. Donne che finiscono per fare i bancomat dei familiari distanti: sono loro l’unica fonte di reddito. Stessa sorte per le baby sitter straniere: si occupano dei figli degli altri mentre i loro sono lontani. Hanno un solo contatto con la famiglia, la sera, via Skype. La sindrome che colpisce queste donne immigrate è venuta alla ribalta nei mesi scorsi quando alcune di loro, sopraffatte dalla disperazione, si sono tolte la vita: una a Frigento, vicino ad Avellino, un’altra a Ariano Irpino, una terza ad Agerola, periferia di Napoli. Drammi individuali che non fanno notizia in un’Italia concentrata, non senza ragione, sugli sbarchi dei migranti considerati come un’emergenza troppo a lungo subìta. Ana per fortuna non si trova in uno stato di prostrazione così profonda, reagisce, anche se non riesce a riannodare i fili della sua esistenza: “dopo che mio marito è morto, 12 anni fa, nessuno dei miei figli è riuscito a trovare lavoro, né Caterina che oggi ha 44 anni, né Maya che ne ha 36 ed è madre di due ragazzini, il marito disoccupato pure lui, tanto meno Alexandre, 43 anni, invalido per i postumi cronici della poliomielite che ha avuto da bambino. Lasciarli è stata una scelta dolorosa ma obbligata. In Grecia non ho fatto in tempo a ottenere i documenti anche se ho tirato fuori 4mila euro: nel frattempo era arrivata la crisi. Speravo che in Italia i tempi fossero più brevi, invece, dopo 4 anni, non ho ancora avuto il permesso di soggiorno: in Puglia faccio la badante di un anziano di 93 anni che vive da solo ed è bisognoso di ogni tipo di assistenza, costretto com’è a muoversi con il girello. Non mi lamento, anche se, ogni volta che ho un problema di salute, un’influenza o la pressione alta, devo pagarmi dottori e medicine: la settimana scorsa una visita dal ginecologo mi è costata 120 euro. Il mio problema più grande è la famiglia lontana. La sera, parlare con i miei figli al telefonino, vedere i miei nipoti soltanto sullo schermo, è una gioia ma anche una sofferenza: ‘quando torni?’ mi chiedono tutti i giorni. Mi mancano: non è giusto vivere separati per così tanto tempo. Ma i miei figli in Georgia non hanno un lavoro, tocca a me faticare per tutti, fino a quando avrò la forza. Anche se il mio desiderio, quello che sento sempre dentro di me, è di tornare nel mio Paese, dalla mia famiglia”. Intanto, altre badanti reagiscono allo stress organizzandosi: “a loro serve una vita migliore qui, devono essere considerate donne, non macchine” dice Tatiana Nogailic di AssoMoldave, “potrebbero essere loro le figure fondamentali su cui puntare per il contatto tra mondi e culture diverse, per quel minimo di integrazione di cui c’è tanto bisogno”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le icone moderne di Grisha Bruskin: torna l'Atlantide sovietica

Le icone moderne di Grisha Bruskin: torna l'Atlantide sovietica

Vicenza (askanews) - Una serie di 256 personaggi per raccontare gli archetipi dell'uomo sovietico. Si tratta del dittico "Lessico Fondamentale" dell'artista russo Grisha Bruskin, una delle opere più importanti in assoluto nella storia dell'arte contemporanea di Mosca, che nel 1988, prima della caduta del Muro di Berlino, fu battuta all'asta da Sotheby's proprio nella capitale sovietica per ...

 
Esce "Terapia di coppia", con Ambra Angiolini e Sergio Rubini

Esce "Terapia di coppia", con Ambra Angiolini e Sergio Rubini

Roma, (askanews) - Esce al cinema (dal 26 ottobre) "Terapia di coppia", film di Alessio Maria Federici, con Ambra Angiolini nei panni dell'intrigante Viviana e Pietro Sermonti, il suo amante Modesto. Tratto dall'omonimo romanzo best seller di Diego de Silva. Viviana e Modesto sono sposati, ma non tra di loro. Incoscienti e innamorati, si ritrovano uniti da una passione incontrollabile. La loro ...

 
Giornalista assassinata a Malta, la Ue: fare completa giustizia

Giornalista assassinata a Malta, la Ue: fare completa giustizia

Bruxelles (askanews) - L'Unione europea si è detta sconvolta per il barbaro assassinio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista impegnata in inchieste anticorruzione uccisa a Malta nell'esplosione della sua automobile. L'Ue ha chiesto che sia fatta giustizia, rapidamente e in maniera approfondita. "Un evento orribile, una vera tragedia, che deve essere investigata a fondo e definitivamente ...

 
Cos'è Omnium, l'associazione catalana il cui leader è in carcere

Cos'è Omnium, l'associazione catalana il cui leader è in carcere

Roma, (askanews) - L'Audiencia Nacional di Madrid ha ordinato la custodia cautelare in carcere senza possibilità di cauzione per Jordi Cuixart e Jordi Sanchez, rispettivamente presidenti di Omnium Cultural e dell'Assemblea Nacional Catalana, due grandi associazioni della società civile pro-indipendenza. Omnium è la più grande associazione culturale della Catalogna: si batte per la difesa e ...

 
Colin Firth diventa italiano

Concessa la cittadinanza

Colin Firth diventa italiano

Colin Andrew Firth ha ottenuto la cittadinanza italiana. Lo rende noto il ministero dell'Interno. Il famoso attore, premio Oscar per il film "Il discorso del re", ha sposato ...

22.09.2017

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Non solo direttore artistico

Sanremo: presenta Claudio Baglioni

Ormai per tutti era già una certezza, ma ora è ufficiale: Claudio Baglioni non sarà soltanto il direttore artistico di Sanremo 2018, ma anche il conduttore del festival che ...

22.09.2017

Ultimi giorni della videoinstallazione "Tristan's Ascension"

ALLA GALLERIA BRUSCHI

Ultimi giorni della videoinstallazione "Tristan's Ascension"

Dopo quasi 4 mesi di apertura termina la mostra che ha sancito la collaborazione tra Fondazione Ivan Bruschi e la Fondazione Strozzi di Firenze: sabato 16 e domenica 17 sono ...

15.09.2017