michele cucuzza bianco e nero

Missione Niger: tanti dubbi

29.12.2017 - 11:04

0

“La situazione sul campo in Niger è molto difficile” non ha dubbi Massimo Alberizzi, inviato storico del Corriere della sera, oggi direttore del quotidiano on line Africa-ExPress.info, a proposito di ciò che troveranno i nostri militari nell’ex colonia francese collocata tra Libia e Nigeria.
Obiettivo della missione addestrare le forze del Niger e renderle in grado di contrastare efficacemente il traffico di migranti e il terrorismo, come ha detto il generale Claudio Graziano, Capo di Stato maggiore della Difesa. Alberizzi conosce bene il Niger, lo ha attraversato diverse volte: “migliaia di chilometri di deserto, con l’eccezione della striscia sud-occidentale dove c’è la capitale Niamey e dove scorre il fiume Niger che consente le coltivazioni. Tutto il resto è sabbia del Sahara. Una volta, in mezzo alle dune, mi sono ritrovato per caso in un cimitero di dinosauri: nemmeno le guide lo conoscevano. A parte le piste che gli accompagnatori conoscono, il resto del deserto, e del paese, è inesplorato. In questa situazione non è ancora chiaro cosa faranno i nostri: non so fino a che punto il contingente italiano possa essere davvero impiegato per addestrare le truppe nigerine visto che sul posto ci sono già 4mila militari francesi che fanno già questo lavoro.
Singolare tra l’altro il fatto che si sia deciso di dotare i nostri 470 uomini di un così gran numero di mezzi, 120, presumibilmente camion, come a dire 1 camion e mezzo ogni 3 soldati. A questo punto, probabilmente gli italiani andranno soprattutto a pattugliare, per impedire sconfinamenti dei terroristi che agiscono soprattutto ai confini con il Mali e con la Nigeria: sarà un bel pasticcio. Se questi attaccano, l’inevitabile risposta chi potrà darla? Esclusivamente le truppe nigerine addestrate dagli italiani o anche gli addestratori? Un po’ di anni fa, ho raccontato la storia capitata a dei tedeschi e degli austriaci che erano stati rapiti in Niger da un gruppo jihadista salafita, guidato da un tipo che aveva fatto il paracadutista in Algeria. Gli ostaggi non avevano molto denaro con sé: sono stati rilasciati con la promessa che, una volta a casa, avrebbero spedito il denaro preteso da sequestratori. Pensate un po’: eravamo agli albori del terrorismo islamico, il gruppo sarebbe poi confluito in Al Qaeda, ma l’episodio aiuta a capire come il Niger sia da lungo tempo frequentato dai fondamentalisti armati. Che fanno di tutto, contrabbando compreso: chi ha guidato Al Qaeda per anni in Nigeria era chiamato ‘mister Malboro’ perché si dedicava anche al traffico di sigarette oltre che di armi e droga. Ho raccontato di aerei carichi di eroina provenienti dalla Colombia che atterravano in Niger insabbiandosi nel deserto: una volta scaricata la droga, venivano incendiati. Parliamo di gente che si ricicla secondo le convenienze e che oggi organizza anche il traffico di migranti. In un Paese di transito come il Niger, dai confini estremamente porosi, anche ammesso che gli italiani contribuiscano a rafforzarne le frontiere verificando l’efficacia dell’intervento dei soldati nigerini, i trafficanti farebbero arrivare lo stesso in Libia i rifugiati provenienti da Nigeria, Ghana, Burkina Faso, spostandoli a est, facendoli passare dal Ciad, oppure a ovest, attraverso il Mali, che pure è infestato a nord dai guerriglieri islamici che bloccano ogni transito. Inevitabili, anche per questo aspetto, le perplessità sulla missione italiana”. 
mikcucuzza@gmail.com

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Salvini querela Saviano, Delrio incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania."Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire". Queste le parole di Delrio ai giornalisti sulla querela del ...

 
Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone" Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Occorre uno sforzo per affermare il principio dell'uguaglianza tra persone nel nostro Paese". Queste le parole di ...

 
PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 PD, Delrio mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Bisogna mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente". Queste le parole di Delrio. AltrimondiNews Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Scorrida a Quarata con la Rettondini e dilettanti allo sbaraglio

AREZZO

Scorrida a Quarata con la Rettondini e dilettanti allo sbaraglio

Tutto pronto a Quarata per la Scorrida, spettacolo che porta in scena le esibizioni di dilettanti allo sbaraglio sulla falsariga del format mitico dello show di Corrado ...

20.07.2018

Stanley Clarke al Valdarno Jazz Summer

Il festival

Stanley Clarke al Valdarno Jazz Summer

Musicista, compositore e performer: sarà il leggendario bassista statunitense Stanley Clarke, accompagnato dalla band composta da Beka Gochiashvili al pianoforte, Cameron ...

19.07.2018

Tre giorni di eventi con l'Arezzo Celtic Festival

La rassegna

Tre giorni di eventi con l'Arezzo Celtic Festival

Tra arpe, cornamuse e tamburi, l’Arezzo Celtic Festival sarà acceso da tre serate di concerti e di spettacoli. La quinta edizione dell’evento è in programma al parco Pertini ...

19.07.2018