Finto vigilantes fa il "palo" ai complici mentre svaligiano casa

PIEVE A MAIANO

Finto vigilantes fa il "palo" ai complici mentre svaligiano casa

16.07.2017 - 21:25

0

Ladri e anche attori con una bella faccia tosta. Il "palo" è un finto vigilantes che blocca i proprietari dicendo loro che in casa c’è stato un furto e che ci sono i carabinieri. Ma in realtà è solo una scusa per perdere tempo e permettere ai complici che nel frattempo hanno svaligiano casa di scappare. La nuova tecnica è servita per un tentato furto a Pieve a Maiano. A cadere nella trappola due pensionati che probabilmente da giorni erano seguiti. E i ladri hanno fatto alla svelta a vedere quali fossero gli spostamenti della coppia. Ogni mattina lascia casa verso le dieci e torna a mezzogiorno. Così è stato anche giovedì 13 luglio quando marito e moglie verso le dieci, appunto, sono usciti dalla loro casa che si trova un po’ fuori Pieve a Maiano per andare a fare la spesa. Ma stavolta non sono rientrati a mezzogiorno, ma un po’ prima. “Erano circa le 11.45 - racconta il nipote della coppia - quando i miei zii hanno fatto rientro. Ma subito hanno visto che c’era qualcosa di strano”. Per arrivare alla loro casa si devono immettere in una strada sterrata. “Circa cinquanta metri, ma all’ingresso della strada c’era un’auto. A quel punto mio zio ha chiesto se fosse successo qualcosa, perché quella strada la percorrono solo loro. La persona che si trovava a bordo dell’auto si è qualificata come vigilantes e ha detto: ‘guardate c’è stato un furto a casa vostra e adesso c’è il maresciallo insieme ai carabinieri. E mentre lo diceva ha azionato una sirena molto simile a quelle in dotazione alle forze dell'ordine”. Quasi sicuramente il “richiamo” per i complici di scappare. 

ARTICOLO COMPLETO IN EDICOLA LUNEDì 17 LUGLIO 2017

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno
Senza suoceri e cognate

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno

Per 45 giorni il film andato in onda è sempre stato lo stesso. Lei dice a lui: "Sposiamoci". Lui dice a lei: "Sì, sposiamoci". E sembra fatta. Ma lei aggiunge: "però non voglio nè tuo padre nè tua sorella in chiesa e al ricevimento". Allora lui si inalbera: "se sposi me, sposi anche la mia famiglia". Nozze in crisi prima ancora di essere celebrate. Ci si sposa, non ci si sposa. Poi lei apre: "se ...

 
Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Teatro comunale di Laterina

Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Sabato 7 aprile alle 21,15 nel nuovo appuntamento con Storie Sospese reloaded, la stagione del Teatro Comunale di Laterina, torna in scena Pietro Pinti protagonista di ...

03.04.2018

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Bibbiena

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Volge al termine per l’anno 2018 la stagione teatrale del Teatro Dovizi di Bibbiena promossa dal Comune di Bibbiena in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e la ...

03.04.2018

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Cavriglia

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Un altro grande concerto in cui la vocalità femminile fa da protagonista assoluta: sabato 14 aprile alle ore 21 e 30 al Teatro Comunale di Cavriglia, per la rassegna ...

03.04.2018