Flop Italia, la ricetta degli azzurri...aretini

AREZZO

Flop Italia, la ricetta degli azzurri...aretini

14.11.2017 - 21:03

0

“L’anno zero del calcio? Ce lo siamo cercati. E lo abbiamo trovato”. Ciccio Graziani anche se lo senti per telefono, mette sempre un po’ di soggezione. Prima lui e poi Antonio Cabrini. Sono le colonne di un calcio che non c’è più, ma che evidentemente hanno lasciato tanto. Ci chiediamo chi, oggi, è capace di fare altrettanto? Non quest’Italia che ai Mondiali non ci andrà. Peccato. Ma cogliamo l’occasione per ripartire da zero. “Non ce ne sarebbe stato bisogno - dice Graziani, campione del Mondo dell’82 ed ex presidente dell’Arezzo - Visto che però è successo, occorre fare piazza pulita. A tutti i livelli. Ricominciamo per esempio dalle strutture sportive. Ci sono società di serie A che non hanno un centro sportivo. La prima squadra si allena da una parte, le formazioni del settore giovanile dall’altro. Sparse di qua e di là. Ricominciamo ad investire sui giovani, sui vivai. Vanno bene anche gli stranieri, del resto queste sono le regole. Alla fine sono convinto che il nostro calcio si risolleverà. Abbiamo talento, l’importante è stare sereni e calmi”. Antonio Cabrini: “Non c’è mai stata la volontà di cambiare il sistema - dice - Finora ci siamo sempre nascosti dietro a vittorie che non accontentavano nessuno, ma che alla fine ‘facevano comodo’ per non cambiare niente. Ciò che va cambiato è il sistema. Ci sono stati uomini finora non adatti a portare avanti determinati ruoli. Diamo una scossa e poi possiamo mettere tutti i Ventura, i Tavecchio che vogliamo, ma cerchiamo di cambiare questo nostro calcio”. Michele Catalani, ex addetto stampa dell’Arezzo e nipote di Azelio Rachini dirigente Figc: “Penso che per amicizia con Tavecchio, mio nonno non avrebbe detto niente pubblicamente, poi però in privato qualcosa gli avrebbe rimproverato. Mio nonno amava la Nazionale. Amava Coverciano e gli sarebbe dispiaciuto. Tanto”. Andrea Sussi, ex giocatore di serie A e B ed ex allenatore vorrebbe ripartire dal basso: “La Federazione dovrebbe fare una task force di 20 persone e mandarle a visionare gli allenamenti nei vari settori giovanili. Vedere se gli allenatori sono davvero adatti ad allenare, oppure se sono lì solo perché amici degli amici. E poi più selezione a Coverciano quando bisogna prendere il patentino".

ARTICOLO IN EDICOLA SUL CORRIERE IL 15 NOVEMBRE 2017

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Lo Stato Sociale festeggia i suoi "Primati" nel disco per Sanremo

Lo Stato Sociale festeggia i suoi "Primati" nel disco per Sanremo

Milano (askanews) - Esce ad un anno dall'ultimo disco "Primati", il nuovo album de Lo Stato Sociale, raccolta di singoli del collettivo bolognese a cui si aggiungono una nuova versione di "Sono così indie" e 3 inediti, compreso "Una vita in vacanza", in gara al Festival di Sanremo 2018. Il brano è una riflessione sul mondo del lavoro di oggi, una messa in discussione della tendenza a identificare ...

 
Negli Usa torna la Women's March, la protesta rosa contro Trump

Negli Usa torna la Women's March, la protesta rosa contro Trump

Roma, (askanews) - Donne in piazza contro Donald Trump nella seconda edizione della Women's March, la "protesta rosa" che a un anno dall'insediamento del presidente è tornata a invadere gli Stati Uniti con manifestazioni imponenti in tante città, da New York a Los Angeles e Las Vegas. Cori, cappellini rosa, slogan e cartelli in diretta opposizione all'amministrazione Trump e alle sue politiche ...

 
Allarme smog a Hong Kong, i grattacieli spariscono nella nebbia

Allarme smog a Hong Kong, i grattacieli spariscono nella nebbia

Roma, (askanews) - Allarme smog a Hong Kong dove si sono registrati livelli elevatissimi di inquinamento a causa dei pochi venti e delle condizioni meteo con piogge quasi inesistenti. I grattacieli sembrano sparire, avvolti da una fitta nebbia inquinata. La qualità dell'aria è stata giudicata "malsana" secondo i parametri della scala mondiale e gli abitanti sono stati invitati a uscire il meno ...

 
Altro

Heath Ledger, 10 anni senza Joker

E' stato il Joker della saga di Batman più cupo e maledetto. Un'interpretazione che gli regalò l’applauso nei maggiori festival, l’assegnazione – postuma – del Bafta, del Golden Globe e l’omaggio anche degli Academy, con l’Oscar. Dieci anni fa, il 22 gennaio 2008, veniva trovato morto nella sua casa Heath Ledger tra le stelle immortali del firmamento hollywoodiano. L’autopsia stabilì che era ...

 
A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

Stagione di prosa

A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

La Stagione del Teatro Comunale di Cavriglia apre il nuovo anno venerdì 19 gennaio alle 21 e 30 per il cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo, con Roberto Alpi, Laura ...

16.01.2018

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

La rassegna

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

Venerdì 19 gennaio ore 21.15 al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, sarà di scena Ugo Dighero con lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo, ...

16.01.2018

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

Arezzo

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

A 15 anni dalla scomparsa del Signor G, Arezzo dedica una grande serata all’artista milanese: il “Gaber day”. Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, che porta in giro da ...

16.01.2018