La storia di Ismail: "Io musulmano, convertito al cristianesimo"

AREZZO

La storia di Ismail: "Io musulmano, convertito al cristianesimo"

11.01.2018 - 20:44

0

Ismail ha rischiato di essere fucilato. E’ scappato prima dal terrorismo della Nigeria, poi da chi lo aveva rinchiuso dentro una stanza con l’obiettivo di ricavarci un po’ di soldi. E’ fuggito sopra un barcone e quando ha toccato le coste italiane, ripensando a ciò che aveva subìto, il suo primo pensiero è stato: “Dio non esiste”. Ismail, 23 anni, se n’è andato dal suo paese, la Nigeria, da musulmano. Da un anno vive ad Arezzo, accolto dall’Associazione del Bangladesh. E da pochi mesi ha deciso di convertirsi al cristianesimo. Chiesa evangelica. “Mi hanno battezzato”, ci racconta Ismail che parla inglese e Cesare dell’associazione traduce parola per parola. “Avevo una tunica bianca. Mi hanno portato al fiume e mi hanno immerso nelle acque. Sentivo freddo. Ma stavo bene”. La conversione di Ismail è stato un cammino relativamente lungo. Una scelta difficile, ma consapevole. E anche coraggiosa. “So che potrei rischiare molto se tornassi in Nigeria. Nel mio paese non vedono bene le persone che cambiano religione”. Ismail prima di diventare cristiano evangelico era un musulmano praticante. “Poi quando sono arrivato in Italia - racconta - sono entrato in contatto con persone che vivevano la chiesa. Un giorno un amico che abita con me mi disse ‘andiamo in chiesa insieme’. Accettai, era la prima volta. Mi misi seduto in fondo e cominciai ad ascoltare quello che il pastore diceva”. Nelle chiese evangeliche si parla anche in inglese. “Mi è piaciuto - continua a raccontare Ismail - Mi sono piaciute le sue parole. Mi ha colpito la predica. E così ho cominciato ad appuntarmi ciò che il pastore diceva”. Ismail, ancora musulmano, comincia così ad entrare in contatto con la nuova religione. “Ho iniziato a leggere la Bibbia. Il pastore mi aveva dato alcuni passi”. Uno in particolare colpisce il giovane nigeriano. “Nessuno può andare al Padre senza di me. Vuole dire che per arrivare a Dio bisogna conoscere Gesù”. La conversione di Ismail è iniziata. “E’ stato Dio a indicarmi la mia strada. Quando stavo in Nigeria non avrei mai pensato di potere abbracciare un’altra religione. Laggiù sarebbe spaventoso cambiare credo senza avere conseguenze. Se un giorno tornassi nel mio paese ho paura che mi potrebbe succedere qualcosa di brutto”.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE IN EDICOLA IL 12 GENNAIO 2018

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Myanmar, il Bangladesh rinvia il rimpatrio dei profughi rohingya

Dacca (askanews) - Il Bangladesh ha deciso di rinviare l'avvio del rimpatrio in Myanmar dei profughi rohingya inizialmente previsto per il 23 gennaio 2018, come concordato da Dacca e Naypyidaw. Lo ha fatto sapere Abul Kalam Azad, funzionario del Dipartimento per gli aiuti ai profughi e per i rimpatri dal Bangladesh. "Saremo molto lieti di vedere il processo di rimpatrio iniziare il prima ...

 
Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Puigdemont in Danimarca, Madrid rinuncia ad arresto

Roma, (askanews) - Continua senza esclusione di colpi la guerra politico-giudiziaria fra Madrid e Barcellona: l'ex presidente catalano Carles Puigdemont, a Bruxelles per evitare il carcere a seguito della dichiarazione di indipendenza della Catalogna dello scorso 27 ottobre, ha lasciato per la prima volta il Belgio per partecipare a un simposio all'università di Copenaghen. Il Tribunale supremo ...

 
Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Usa: accordo tra Rep e Dem in Senato, fine dello shutdown

Washington, (askanews) - Repubblicani e democratici al Senato americano avrebbero trovato un accordo per mettere fine allo shutdown che paralizza l'amministrazione federale dalla mezzanotte del 19 gennaio. In aula sono infatti arrivati i voti necessari per aggirare l'ostruzionismo (77) e procedere con l'approvazione di un finanziamento delle attività del governo federale fino all'8 febbraio. La ...

 
A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

Stagione di prosa

A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

La Stagione del Teatro Comunale di Cavriglia apre il nuovo anno venerdì 19 gennaio alle 21 e 30 per il cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo, con Roberto Alpi, Laura ...

16.01.2018

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

La rassegna

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

Venerdì 19 gennaio ore 21.15 al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, sarà di scena Ugo Dighero con lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo, ...

16.01.2018

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

Arezzo

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

A 15 anni dalla scomparsa del Signor G, Arezzo dedica una grande serata all’artista milanese: il “Gaber day”. Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, che porta in giro da ...

16.01.2018