Il trionfo della Chimera

Il trionfo della Chimera

17.04.2017 - 16:46

0

Migliaia e migliaia di turisti in fila ogni giorno a Palazzo Vecchio per visitare la residenza di Cosimo attraversando il salone dei Cinquecento e fermarsi nella sala Leone X, dove, come avverte il cartellone invitante in piazza della Signoria, c’è la Chimera relocated, il mostro da vincere. La Chimera di Arezzo, ricollocata, appunto, nella sua prima dimora, dove la volle portare e custodire nella stessa sala Leone X Cosimo I subito dopo il ritrovamento fuori Porta San Lorentino, è stata per due giorni la star del G7 della cultura. Ministri dei paesi più ricchi di arte e cultura ammaliati dalla potenza del mostro agonizzante, colpito a morte da Bellerofonte. E fino al 27 aprile, giorno in cui la Chimera tornerà nella residenza più anonima del museo archeologico di Firenze, per vivere le stesse emozioni di quei giorni ci sarà da mettersi in fila per un’ora prima di uscire dalla biglietteria con lo scontrino che fa scoprire a tutto il mondo la Chimera. Una lunga teoria di giovani che parlano ogni lingua, armati di smartphone per catturare il mostro e portarselo a casa. Insieme al nome della città che il mito del mostro immortalò nella fierezza di un bronzo rimodellato dal genio e dalla cultura della sua gente.  E’ così che la Chimera di Arezzo si materializza non solo come il capolavoro di una civiltà di cui Arezzo è stata protagonista, ma anche come simbolo di una cultura universale. La Chimera di Arezzo sarà il trofeo più ambito del tour fiorentino dei turisti, quasi come lo fu per Cosimo  che lo portò a Palazzo Vecchio per mostrare al mondo la potenza dei Medici. Ma se la Chimera è stata relocated a Palazzo Vecchio come uno dei simboli della potenza medicea, e se in un mese le sfilano davanti  tanti visitatori quanti possono vederla  in dieci anni nelle sale del Museo archeologico, tanto vale che la ricollocazione a casa di Cosimo sia definitiva. Cosimo la volle lì, e la storia non si cambia dopo cinquecento anni: anzi è proprio a Palazzo Vecchio, nella sua casa originaria, che si valorizza e si rinnova. Dando ormai per scontato che continuare a chiederne il ritorno definitivo ad Arezzo  è una battaglia di retroguardia destinata a fallire, come è sempre fallita, la strategia vincente anche per Arezzo, la città che ha forgiato la Chimera 2500 anni  e che alla Chimera lega il suo nome, è proprio quella di una battaglia per la sua massima valorizzazione: che, dopo il trionfo al G7 non può prescindere dal ruolo di padrona di casa a Palazzo Vecchio.  In grado di ricevere nella sala attigua alla salone dei Cinquecento, milioni di ospiti in un anno. Allora sì che, dopo aver soggiogato mezzo mondo con il suo mito di mostro da sempre agonizzante ma ancora mai vinto, potrà tornare a far visita ad Arezzo, non più come figliol prodigo,  ma  accolta in trionfo , come una eroina che nel nome di Arezzo  ha conquistato il mondo e che il mondo si porta dietro, anche quando lascia la casa dove la portò 500 anni fa Cosimo e torna a respirare l’aria che  respirò quando gli operai di Cosimo la estrassero dagli scavi di San Lorentino. Sarà una bella boccata di ossigeno anche per il nome e l’identità di una città che, come dice Sgarbi, non è conosciuta  nel mondo  quanto meriterebbe la sua storia.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Nasce Luiss Open, research magazine del pensiero aperto

Nasce Luiss Open, research magazine del pensiero aperto

Roma, (askanews) - Presentato LUISS OPEN, primo research magazine nato per sviluppare la ricerca e la formazione, dando voce a docenti, studenti, top manager e influencers su argomenti di ampio respiro e su temi di stretta attualità, suscettibili di dibattito e di riflessioni aperte. In sintesi un innovativo aggregatore di idee, fonte di approfondimento scientifico a favore del pubblico esterno e ...

 
Gina Miller, la donna che guida la campagna anti hard-Brexit

Gina Miller, la donna che guida la campagna anti hard-Brexit

Londra (askanews) - Lei è Gina Miller, la donna che da sola combatte la Brexit e che ha lanciato "Best of Britain" un'iniziativa per promuovere la causa europeista nel corso della campagna elettorale delle elezioni legislative britanniche anticipate dell'8 giugno 2017. "Best of Britain - spiega - è nato un'ora esatta dopo l'annuncio delle elezioni dell'8 giugno da parte del Primo ministro, ...

 
A Roma una palestra outdoor: all'Eur 30 discipline per 9 giorni

A Roma una palestra outdoor: all'Eur 30 discipline per 9 giorni

Roma, (askanews) - Per il sesto anno torna a Roma, al Laghetto dell'Eur, la manifestazione "Sport in famiglia", in programma fino al primo maggio, evento che si lega in particolare ai temi dell'integrazione sociale, del bullismo e dell'utilizzo dei social network in ambito sportivo. Un maxi evento, dove per nove giorni il parco e il laghetto dell'Eur diventeranno una palestra a cielo aperto, per ...

 
Pittura extraterrestre per tornare a casa: Flavio De Marco a M77

Pittura extraterrestre per tornare a casa: Flavio De Marco a M77

Milano (askanews) - Partire dal paesaggio extraterreste... per tornare a casa. Potremmo forse riassumere così la mostra "Planetarium" di Flavio De Marco che è allestita sui due piani della galleria M77 di via Mecenate a Milano. Potremmo farlo perchè l'artista, leccese con base a Berlino, ha scelto di partire dagli altri pianeti del Sistema solare e dal loro registro cromatico per strutturare i ...

 
Elton John ha rischiato di morire

Rara infezione

Elton John ha rischiato di morire

Elton John ha rischiato di morire per una rara infezione contratta mentre era in tour in Sudamerica. Lo fa sapere il portavoce del cantante inglese, che si è sentito male la ...