Il Pd si aggrappa ad una Margherita

Il Pd si aggrappa ad una Margherita

18.06.2017 - 12:26

0

Non era facile reggere alle pressioni di una partita che per il Pd aretino, dopo la serie interminabile di sconfitte dei suoi candidati a sindaco di stampo renziano in ogni comune in cui si è votato da due anni a questa parte, segnava lo spartiacque tra l’egemonia di un passato neppure troppo lontano e il ribaltamento dei ruoli nella guida amministrativa del territorio. Già i due avversari di Margherita Scarpellini, sindaco uscente di Monte San Savino e ricandidata alla guida di un centrosinistra sempre più raro nel panorama politico locale e nazionale, erano abbastanza agguerriti per dare per scontata la conferma della sindaca, stretta tra due fuochi, uno di centrodestra a guida Forza Italia, uno alimentato da forze composite, non esclusi propellenti renziani. Se poi alle pressioni del fuoco nemico si aggiungono quelle del fuoco amico che per non estinguersi punta tutto su Monte San Savino come ultimo baluardo contro gli assalti delle liste di centrodestra, ci vuole la forza dei nervi distesi per respingere tutti gli agguati. Non è un caso che a trovare questa forza sia stata una donna: lo è ancora meno se a trovarla sia stata una donna che ha sempre bevuto, come suggeriva il mitico Ernesto Calindri, l’amaro Cynar della cultura. Un amaro che manca da troppo tempo sui tavoli della politica.
Margherita Scarpellini sarà anche una donna di altri tempi, una donna che, pur nella concretezza delle donne di altri tempi, crede ancora negli ideali della politica, ma è proprio per questo che riesce da più di cinque anni a tenere unite tutte le forze del centrosinistra, un’impresa che ormai nel territorio dove è nato l’Ulivo, non riesce a nessun altro candidato del Pd. E non è neanche tanto singolare, come potrebbe all’apparenza sembrare, che l’impresa riesca fino ad assumersi l’onere vincente di baluardo del Pd, ad una donna che al Pd non è neppure iscritta. E’ vero che ora la tentazione di iscriversi ha ammesso di averla, ma se lo farà, sarà soprattutto per spargere nel partito il seme, che lei ha sempre conservato, di quello che a parole chiamano tutti inclusione: e che nei fatti si è disperso nelle tentazioni della autoreferenzialità. Non sarà, neppure questa, una impresa facile.
Ma l’esempio di Monte San Savino - a dirlo è stato il segretario provinciale del Pd Massimiliano Dindalini - è la prova della fiducia che gli elettori sono disposti a concedere a chi si propone con un programma aperto a tutte le culture del centrosinistra. E se a dirlo è il segretario provinciale, uno dei pochi di Piazza Sant’Agostino, a sostenere Margherita Scarpellini nella sua campagna elettorale, insieme a Luciano Ralli, sempre meno al centro del cerchio magico renziano, e all’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, significa che di esempi come quello di Monte San Savino il Pd ha bisogno come chi non ce la fa a respirare ha bisogno di una bombola di ossigeno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

I Want to believe: tra Hirst e X-Files, l'arte di credere

I Want to believe: tra Hirst e X-Files, l'arte di credere

Milano (askanews) - "I Want to Believe" diceva il famoso manifesto della serie "X Files". Un messaggio che oggi è di estrema attualità anche nel campo dell'arte, come sta a dimostrare - guarda caso - la colossale mostra di Damien Hirst (anche lui probabilmente un alieno sospetterebbe l'agente Fox Mulder) allestita a Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia. Proprio sul "desiderio di credere" ...

 
Sisma Ischia, il salvataggio dei due fratellini: stanno bene

Sisma Ischia, il salvataggio dei due fratellini: stanno bene

Ischia (askanews) - Hanno passato tutta la notte e tutta la mattina sepolti sotto le macerie, ma ce l'hanno fatta: queste immagini dei Vigili del Fuoco mostrano il salvataggio dei due fratellini rimasti sepolti per ore sotto le macerie della loro casa di Ischia. Un terzo fratello, di soli 7 mesi, era stato salvato in mattinata, così come erano già in salvo il padre e la madre. Stanno tutti bene.

 
Trump e la "tomba degli imperi": gli Usa restano in Afghanistan

Trump e la "tomba degli imperi": gli Usa restano in Afghanistan

Fort Myer, Virginia, (askanews) - La tomba degli imperi getta la sua ombra minacciosa anche sugli Stati Uniti. La guerra iniziata in Afghanistan 16 anni fa, subito dopo gli attentati dell'11 settembre 2001, sembra diventata un rompicapo insolubile per la Casa bianca, di ieri come di oggi. 17 diversi comandanti statunitensi non sono venuti a capo di nulla davanti alla incrollabile resilienza ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017