Il Pd si aggrappa ad una Margherita

Il Pd si aggrappa ad una Margherita

18.06.2017 - 12:26

0

Non era facile reggere alle pressioni di una partita che per il Pd aretino, dopo la serie interminabile di sconfitte dei suoi candidati a sindaco di stampo renziano in ogni comune in cui si è votato da due anni a questa parte, segnava lo spartiacque tra l’egemonia di un passato neppure troppo lontano e il ribaltamento dei ruoli nella guida amministrativa del territorio. Già i due avversari di Margherita Scarpellini, sindaco uscente di Monte San Savino e ricandidata alla guida di un centrosinistra sempre più raro nel panorama politico locale e nazionale, erano abbastanza agguerriti per dare per scontata la conferma della sindaca, stretta tra due fuochi, uno di centrodestra a guida Forza Italia, uno alimentato da forze composite, non esclusi propellenti renziani. Se poi alle pressioni del fuoco nemico si aggiungono quelle del fuoco amico che per non estinguersi punta tutto su Monte San Savino come ultimo baluardo contro gli assalti delle liste di centrodestra, ci vuole la forza dei nervi distesi per respingere tutti gli agguati. Non è un caso che a trovare questa forza sia stata una donna: lo è ancora meno se a trovarla sia stata una donna che ha sempre bevuto, come suggeriva il mitico Ernesto Calindri, l’amaro Cynar della cultura. Un amaro che manca da troppo tempo sui tavoli della politica.
Margherita Scarpellini sarà anche una donna di altri tempi, una donna che, pur nella concretezza delle donne di altri tempi, crede ancora negli ideali della politica, ma è proprio per questo che riesce da più di cinque anni a tenere unite tutte le forze del centrosinistra, un’impresa che ormai nel territorio dove è nato l’Ulivo, non riesce a nessun altro candidato del Pd. E non è neanche tanto singolare, come potrebbe all’apparenza sembrare, che l’impresa riesca fino ad assumersi l’onere vincente di baluardo del Pd, ad una donna che al Pd non è neppure iscritta. E’ vero che ora la tentazione di iscriversi ha ammesso di averla, ma se lo farà, sarà soprattutto per spargere nel partito il seme, che lei ha sempre conservato, di quello che a parole chiamano tutti inclusione: e che nei fatti si è disperso nelle tentazioni della autoreferenzialità. Non sarà, neppure questa, una impresa facile.
Ma l’esempio di Monte San Savino - a dirlo è stato il segretario provinciale del Pd Massimiliano Dindalini - è la prova della fiducia che gli elettori sono disposti a concedere a chi si propone con un programma aperto a tutte le culture del centrosinistra. E se a dirlo è il segretario provinciale, uno dei pochi di Piazza Sant’Agostino, a sostenere Margherita Scarpellini nella sua campagna elettorale, insieme a Luciano Ralli, sempre meno al centro del cerchio magico renziano, e all’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, significa che di esempi come quello di Monte San Savino il Pd ha bisogno come chi non ce la fa a respirare ha bisogno di una bombola di ossigeno.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Piano mare, Muzzillo: il Porto di Ostia un fiore all'occhiello

Piano mare, Muzzillo: il Porto di Ostia un fiore all'occhiello

Roma, (askanews) - Una nuova vocazione più ecologica per Ostia ma anche più culturale con le iniziative di Zetema Progetto Cultura: lo ha detto l'assessore al Bilancio del Comune di Roma, Andrea Mazzillo, a margine della presentazione del Piano Mare 2017 per Ostia in collaborazione con Ama e con il Porto Turistico. "Innanzitutto un grande ringraziamento all'amministratore giudiziario del Porto ...

 
Piano mare: si risolve il contenzioso fra Ama e il porto di Ostia

Piano mare: si risolve il contenzioso fra Ama e il porto di Ostia

Roma, (askanews) - Con il Piano Mare 2017 per Ostia della giunta Raggi si risolve anche il contenzioso che ha opposto Ama al porto di Ostia: lo spiega l'amministratore giudiziario della struttura portuale, Donato Pezzuto. "L'iniziativa che abbiamo portato avanti con Ama per un progetto ambizioso che riguarda la raccolta dei rifiuti nel porto qui a Ostia e prevede anche una diversificazione del ...

 
Wwf denuncia: stop spiaggiamenti di tartarughe marine

Wwf denuncia: stop spiaggiamenti di tartarughe marine

Roma, (askanews) - Non si arrestano gli spiaggiamenti di tartarughe marine morte tra Chioggia e Comacchio, nell'area del Parco Regionale Delta del Po. Le cause, denuncia il Wwf, potrebbero essere legate alla pesca a strascico, e dunque al fenomeno del bycatch, la cattura accidentale di specie non bersaglio di pesca: le tartarughe marine muoiono perché non riescono a tornare a galla per respirare. ...

 
A Ostia parte il 'Piano Mare', al via differenziata sul litorale

A Ostia parte il 'Piano Mare', al via differenziata sul litorale

Roma, (askanews) - Sul litorale di Ostia si cambia: via i cassonetti, largo alla raccolta differenziata porta a porta in tutti gli stabilimenti per cambiare faccia al più celebre dei litorali romani. Un progetto che mira a restituire dignità a un territorio che nella stagione estiva conta 25mila presenze giornaliere. Al Porto Turistico di Ostia l'annuncio dell'assessora capitolina all'Ambiente ...

 
"Meno e senza", si apre il Giardino delle Idee d'estate

"Meno e senza", si apre il Giardino delle Idee d'estate

Meno e senza. Questo il titolo della dodicesima edizione del Giardino delle IDEE in versione estiva. Sei serate per stare assieme, ascoltando buone parole nella splendida ...

22.06.2017

Arezzo città della musica: il Guido Day alla seconda edizione

AREZZO

Arezzo città della musica: il Guido Day alla seconda edizione

Da martedì 20 a domenica 25 giugno torna la manifestazione dedicata a Guido Monaco per fare ancora una volta di Arezzo la città della musica. Il tutto nasce dell’idea di ...

19.06.2017

Festa della Voce, conclusa un'edizione da record

Arezzo

Festa della Voce, conclusa un'edizione da record

Si è chiusa domenica 18 giugno ad Arezzo una quinta edizione da record per la Festa della Voce. La manifestazione ideata dall'Associazione Insieme Vocale Vox Cordis, con il ...

19.06.2017