Il buon pastore

Il buon pastore

26.04.2015 - 15:00

0

“Io sono il pastore, quello buono: il pastore, quello buono, si spoglia della propria vita per le pecore”. Inizia così il piccolo brano del Vangelo di Giovanni (10,11-18) che leggiamo nella quarta domenica di Pasqua. Questa espressione "spogliarsi della vita..." ritorna cinque volte in questi pochi versetti per esprimere evidentemente tutto il senso dell'esistenza di Gesù e della sua missione. Certamente allude alla Croce, ma riguarda ogni attimo della sua vita: tutto di lui è un dono, uno spogliarsi di sé per fare della sua, una vita "deposta" per le pecore.
Già nell'Antico Testamento Dio si è presentato come il pastore che guida, sostiene il popolo nel suo cammino. Come mai sceglie proprio questa figura? Prima di tutto, al tempo di Gesù i pastori in Israele erano veramente tantissimi, quindi tutti ne conoscevano qualcuno di persona e molti avevano fatto il pastore almeno per un periodo della propria vita. Poi, da Abramo in avanti, per tutto il tempo in cui il popolo d'Israele aveva vissuto da nomade, la sua unica ricchezza era stata proprio la pastorizia. Se leggiamo il libro della Genesi, vediamo che tutti i patriarchi, Abramo, Isacco e Giacobbe, erano pastori ed anche Mosè, prima di incontrare il Signore nel Roveto ardente, aveva vissuto da pastore. Non possiamo dimenticare il giovane Davide che, quando viene scelto come futuro Re d'Israele, tornava dai pascoli, insieme alle greggi del padre. Ed infine c'è la voce antica dei profeti, che avevano preannunciato un Re Pastore, cioè un sovrano che avrebbe avuto cura con amore del suo popolo, così come fa un pastore con il suo gregge. Chi ascoltava parlare il Rabbi di Nazareth.
"Conosco le mie e le mie conoscono me": non si tratta di astratta conoscenza teologica, ma di relazione intima, personale. Si tratta di "conoscere", "sperimentare" l'Amore come elemento essenziale costitutivo dell'esistenza umana. Si tratta di entrare nella relazione d'Amore che lui, il pastore buono, fa gustare alle pecore, che è così profonda, così intima perché è quella che il Padre fa conoscere al Figlio: ci introduce nell'intimità della sua esperienza di relazione filiale con il Padre, la fonte dell'Amore che diventa la sua vita, che non può trattenere per sé, ma che egli offre come pastore per le pecore. E ci parla del dono di sé fino alla Croce, estremo segno della disponibilità a lasciare che la sua vita si realizzi tutta nella relazione unica con Dio come un'onda incontenibile che dal Padre arriva al Figlio e attraverso Lui giunge a tutti gli uomini, al mondo intero.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il 24 giugno cade tabù in Arabia Saudita: sì a donne al volante

Il 24 giugno cade tabù in Arabia Saudita: sì a donne al volante

Riad, (askanews) - L'Arabia Saudita, l'unico paese al mondo a vietare la licenza di guida alle donne, farà cadere questo tabù domenica 24 giugno. Una riforma storica per il regno ultraconservatore, accusato di una crescente repressione contro gli attivisti per i diritti umani. Annunciata nel settembre 2017, questa decisione è stata voluta dal principe ereditario Mohammed Bin Salman e fa parte di ...

 
Nel Grafene una proprietà che rivoluzionerà le comunicazioni

Nel Grafene una proprietà che rivoluzionerà le comunicazioni

Milano (askanews) - Scoperta nel grafene una straordinaria capacità che potrebbe portare a una rivoluzione nello sviluppo di dispositivi ottici miniaturizzati con lo sfruttamento di frequenze precedentemente inutilizzate per trasmettere su banda larga una grandissima quantità di dati in modo estremamente veloce. Nel maggio 2018, infatti, i ricercatori del progetto Graphene Flagship hanno mostrato ...

 
Agenzia Entrate: sanatoria cartelle? Se nuove norme le attueremo

Agenzia Entrate: sanatoria cartelle? Se nuove norme le attueremo

Roma, (askanews) - "Consentitemi di non rispondere a domande di questo tipo perchè mi sembra che sia nel campo delle dichiarazioni e delle ipotesi quindi attendiamo di capire le norme e poi come sempre, come Agenzia delle entrate, le attueremo". E' quanto ha risposto il vicedirettore dell'Agenzia delle Entrate, Paolo Savini, a chi domandava, a margine di un evento al Cnel, se annunci di nuove ...

 
Altro

Dalla Regione Lazio la prima legge su rider

Più diritti, più tutele, più innovazione in materia di salute e sicurezza per i lavoratori della gig economy. E’ questa in sintesi la proposta di legge sui ‘lavoratori digitali’, già approvata in Giunta, presentata dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti. L’amministrazione parteciperà con uno stanziamento di 2 milioni di euro per il biennio 2019-2020.

 
"I pirati dell'isola che non c'è" al teatro di Piazza Berlinguer

Cavriglia

"I pirati dell'isola che non c'è" al teatro di Piazza Berlinguer

Sabato 16 giugno alle 21 al Teatro Comunale di Piazza Berlinguer a Cavriglia si terrà l'atto conclusivo del corso di teatro promosso dall'Associazione Culturale Teatrale ...

15.06.2018

CastleTheatre porta in scena Don Chisciotte al Castello di Sorbello

Teatro

CastleTheatre porta in scena Don Chisciotte al Castello di Sorbello

Secondo e ultimo appuntamento di CastleTheatre, la nuova rassegna di teatro nei castelli ideata dall’associazione aretina rumorBianc(O). Domenica 17 giugno al Castello di ...

15.06.2018

Capitan Moscardelli si racconta al Passioni Festival

LA RASSEGNA

Capitan Moscardelli si racconta al Passioni Festival

Penultima e attesa giornata del Passioni Festival venerdì 15 giugno al cinema Eden di Arezzo con due grandissimi appuntamenti. Il primo, alle 18,30, è quello con il capitano ...

15.06.2018