La candidata Nardone: "Questa città cade a pezzi"

Arezzo

La candidata Nardone: "Questa città cade a pezzi"

15.03.2015 - 12:02

0

"Interventi e inaugurazioni. Inaugurazioni e interventi. L’amministrazione comunale di Arezzo, come accade spesso ad ogni scadenza di mandato, sta rispolverando cantieri e lavori, senza rendersi conto ciò di cui la città ha davvero bisogno: la manutenzione. Questa è la parola d’ordine della mia lista, “Dalle chiacchiere alle soluzioni” – dichiara la candidata a sindaco Cristina Nardone – Il motivo è talmente evidente che non ci sarebbe nemmeno bisogno di spiegarlo: questa città cade a pezzi! E’ sotto gli occhi di tutti e i cittadini si lamentano per lo stato in cui versano strade, marciapiedi, parchi. E’ inutile inaugurare scatoloni vuoti e poi dove ti giri vedi buche come crateri, parchi abbandonati, marciapiedi pericolosi. Basta con le grandi opere la cui destinazione spesso resta vaga. Avanti invece con un programma serrato di manutenzione”.

Riguardo alle opere legate al Piuss, a distanza di diversi anni ancora su alcune di esse resta un punto interrogativo. E’ il caso del Polo digitale, che digitale lo è davvero, nel senso che non esiste nella realtà. Oppure la Casa delle Energie, la cui utilità è tutt’ora da chiarire. “Tutte queste inaugurazioni sono sospette, ma per fortuna i cittadini hanno ormai capito da un pezzo che questa amministrazione targata Pd ha sonnecchiato per anni e adesso, in fretta e furia, inaugura e taglia nastri come se non ci fosse un domani – commenta la Nardone – Tra le altre cose, le Logge del Grano sono state inaugurate ma sono chiuse. Di solito dopo l’inaugurazione, una struttura dovrebbe essere subito funzionante e fruibile. Invece qui si tagliano nastri e poi dobbiamo aspettare mesi e mesi per vedere le strutture in funzione. Chissà perché”.

C’è anche un’altra questione da non sottovalutare. “Se si realizza un’opera e ci si investe, magari accendendo un mutuo, sarebbe cosa buona che quell’opera fosse produttiva/redditizia. Bene, delle opere legate al Piuss quali sono realmente redditizie e produttive? Quante fanno girare l’economia aretina? E quante, viene invece da domandarsi, sono solo una bella facciata senza niente dietro? Soldi buttati? Il dubbio c’è, eccome” conclude la Nardone.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, il giornalaio della Rambla: viviamo in un mondo così

Barcellona, (askanews) - E' il primo chiosco sulla Rambla, proprio dove il furgone dei terroristi è entrato nell'arteria di Barcellona falciando la folla. Il racconto del giovane giornalaio argentino che ha visto la scena: "Ero dentro il chiosco e ho sentito un rumore strano, mi sono affacciato a guardare ed era il furgone che passava qui davanti investendo la gente. Veniva da laggiù, e poi è ...

 
Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Cappello bianco, vestitino fiorito: Madonna per le vie di Lecce

Roma, (askanews) - Passeggiata tra turisti increduli per Madonna al Duomo di Lecce. La popstar si trova in Salento, infatti, per festeggiare il syuo 59esimo compleanno e non poteva mancare una visita alle bellezze barocche della "Firenze del Sud". "Ciao Madonna", "Ma è Madonna veramente?": lo stupore dei passanti e fan che hanno immortalato con iphone e tablet l'Icona del pop. I video sono stati ...

 
Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Alla Rambla fiori e messaggi. Lutto nelle vetrine dei negozi

Barcellona, (askanews) - La Rambla torna a essere piena di gente, turisti e spagnoli, all'indomani del terribile attentato che ha colpito il cuore di Barcellona. I negozi mostrano ancora il segno di lutto e di dolore per le vittime. Come Disegual che, contrariamente a quanto avviene normalmente con una vetrina ricca di colori, mostra questa volta in vetrina un grande fiocco nero in segno di lutto....

 
Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Capo Centro islamico Legnano: non musulmano chi uccide innocenti

Milano, (askanews) - Non è un musulmano chi ammazza innocenti. Lo ripete senza ombra di dubbi Hamid Arifi, il responsabile del Centro Islamico d Legnano, il paese di origine di Bruno Gulotta morto nell'attentato terroristico di Barcellona. L'abbiamo incontrato subito dopo la preghiera del mattino, nel centro che si trova proprio tra l'abitazione di Gulotta e l'azienda dove lavorava, in via XX ...

 
Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017

Luara Freddi sarà mamma a 45 anni

Gossip

Laura Freddi sarà mamma a 45 anni

Laura Freddi sarà mamma all'età di 45 anni. Lo rivela il settimanale 'Chi', che nel numero in edicola da oggi pubblica le immagini della showgirl in dolce attesa. La diretta ...

16.08.2017

Samantha Iorio, una "lady in soul" alla Fortezza del Girifalco

Cortona

Samantha Iorio, una "lady in soul" alla Fortezza del Girifalco

Ancora un appuntamento musicale nell’intensa programmazione estiva della Fortezza del Girifalco a Cortona. Per “Fortezza Live Summer”, nella serata di mercoledì 16 agosto, ...

14.08.2017