Nardone: "Parcheggi ZTL B a uso esclusivo dei residenti"

AREZZO

Nardone: "Parcheggi ZTL B a uso esclusivo dei residenti"

29.03.2015 - 16:59

0

Quella dei parcheggi è una questione centrale per la città di Arezzo, tra zone in cui i posti auto risultano insufficienti e quelli che, invece, non vengono utilizzati (vedi Baldaccio in primis ma anche il Mecenate). La lista “Dalle chiacchiere alle soluzioni”, facendo un’analisi del territorio, delle esigenze dei cittadini e di chi ad Arezzo viene per lavoro, senza dimenticare i turisti, si è fatta un’idea chiara delle soluzioni da adottare.

In primis c’è da pensare ai residenti nel centro storico. A differenza di chi li propone come soluzione, i parcheggi con servizio-navetta non possono soddisfare i residenti o gli operatori che devono entrare in centro per motivi di lavoro o per emergenze di servizio ai cittadini (per esempio idraulici, elettricisti ecc). Se, per esempio, il miglioramento del collegamento tra il parcheggio Baldaccio ed il centro storico può costituire un mezzo per agevolare l’afflusso di turisti e cittadini soprattutto in occasione di eventi, è evidente che questa misura non sia adatta a risolvere il problema di chi risiede in centro.

Invocare poi, aree di sosta dedicate ai residenti, ad esempio alla Cadorna, rimane una affermazione vuota, laddove non si entri nel merito degli spazi che già esistono, ma che sono enormemente insufficienti (in rapporto di uno a dieci). “La nostra intenzione è di lasciare ai residenti tutti i posti auto con le strisce blu nella zona della Ztl B grazie alla tessera in uso per accedere alla Cadorna, quindi senza aggravio di costi – dichiara Maria Cristina Nardone, candidata a sindaco – Questa è una prima risposta importante per andare incontro alle loro esigenze. Per loro potrebbero essere previsti posti auto anche in parcheggi da realizzare in posizioni strategiche, attraverso il project financing, come avviene dappertutto, però sotto il controllo e la partecipazione del Comune”.

L’idea della lista è di realizzarne uno interrato al Gioco del pallone; sotto via Leone Leoni, dove un tempo c’era il benzinaio; può essere potenziato quello dentro Porta San Lorentino, nella zona delle palestre; dietro alla Fortezza, di fronte alla sede di Arezzo Multiservizi, può essere realizzato un parcheggio interrato, ad un piano solo, anche rierbando l’area. Per la zona a nord, va sicuramente potenziata l’offerta dei parcheggi, utilizzando la zona circostante a via Pietramala. Altri posti auto possono essere ricavati al Bastione del Poggio del Sole, dove esiste un vecchio project per un parcheggio, i cui stalli possono essere destinati ai residenti della zona. E non dimentichiamo la stazione. Rimettendosi al tavolo con le Ferrovie, tra le altre cose è necessario affrontare il tema di un parcheggio aggiuntivo, anche a più piani, laddove c’erano i container adesso eliminati.

“Per quanto riguarda i parcheggi già esistenti, come Mecenate, Baldaccio e Cadorna, ci sono delle distinzioni da fare – spiega Nardone – Al Mecenate e al Baldaccio le persone ci devono essere ‘portate’. Questo significa che possiamo prevedere in quelle strutture dei servizi e delle funzioni. Per quanto riguarda la Cadorna, sempre attraverso un project financing, ci sono tutti gli spazi per realizzare un parcheggio interrato, con due piani anche fuori terra, per circa 700 posti complessivi”.

Per concludere il discorso della Ztl, il programma della lista Nardone ritiene prioritario anche valutare quanti permessi sono stati concessi e a chi. Infine, per muoversi nel centro storico, il programma intende incentivare l’uso del Pollicino, rivedendo orari, percorsi e arco temporale di validità del biglietto; in più saranno incentivati i parcheggi a margine del centro, grazie a convenzioni da stipulare con associazioni di categoria e liberi professionisti. “Questi sono solo alcuni dei punti del nostro programma, per passare insieme dalle chiacchiere alle soluzioni” conclude M. Cristina Nardone.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Telecom, Calenda: spero che con Genish si apra una fase nuova

Telecom, Calenda: spero che con Genish si apra una fase nuova

Roma, (askanews) - "Nell'incontro di oggi al ministero dello Sviluppo economico con il nuovo ad di Telecom, Amos Genish "abbiamo parlato di tutto in modo franco e aperto, abbiamo deciso di rivederci appena avranno un piano industriale". Lo ha affermato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, al termine dell'incontro con il manager. "Spero che si possa aprire una fase nuova più ...

 
LOVE DESIGN, la mostra mercato per la ricerca contro il cancro

LOVE DESIGN, la mostra mercato per la ricerca contro il cancro

Milano (askanews) - Le eccellenze del design Made in Italy al servizio della ricerca contro il cancro. Dal 20 al 22 ottobre torna a Milano, negli spazi della Fabbrica del Vapore, LOVE DESIGN, l'appuntamento in cui il grande pubblico potrà sostenere la ricerca oncologica acquistando prodotti e accessori di arredo di design, donati dalle aziende italiane che hanno aderito all'iniziativa organizzata ...

 
Premio Zanibelli, vince libro su rapporto madre-figlio e malattia

Premio Zanibelli, vince libro su rapporto madre-figlio e malattia

Roma, (askanews) - E' "Soffia forte il vento nel cuore di mio figlio", di Carolina Bocca, il vincitore del "Premio Zanibelli - Leggi in Salute", promosso da Sanofi e premiato all'Ambasciata di Francia a Roma alla presenza del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Un volume sul cammino impervio e drammatico di una madre che affronta l'adolescenza difficile del figlio. Ottantanove i titoli ...

 
"Ferdinando", identità sconvolte con Ruccello al Piccolo Eliseo

"Ferdinando", identità sconvolte con Ruccello al Piccolo Eliseo

Roma, (askanews) - Una baronessa borbonica, una parente povera, un prete ambiguo, un bel ragazzo che semina disordine: va in scena al Piccolo Eliseo a Roma "Ferdinando", capolavoro di Annibale Ruccello, ambientato nel 1870, viaggio nei meandri dell'individuo e dell'identità sessuale, ma anche nell'identità dell'Italia. La regista, Nadia Baldi: "ha questa capacità Ruccello in questo testo di ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017