Maxischermi Giostra, Francesco Macrì: "Non è un drive in"

Francesco Macrì (Fdi-An Alleanza per Arezzo)

Arezzo

Maxischermi Giostra, Francesco Macrì: "Non è un drive in"

24.05.2015 - 19:07

0

Sul caso maxischermi nelle piazze della città per la Giostra del Saracino, interviene Francesco Macrì, candidato consigliere di Fratelli d’Italia AN Alleanza per Arezzo. Ecco il suo punto di vista:

"L’evento è la Giostra o il maxischermo? Arezzo è la Città del Saracino o la Città del Drive In? Basta mettersi d’accordo su ciò che vogliamo in funzione della principale manifestazione storica cittadina. Purché senza minimizzare. Ma neanche enfatizzare. Ci vuole realismo. Dall’installazione in più piazze di altrettanti megaschermi non dipende né il bene della Giostra né l’interesse della sua promozione e neppure l’avvenire dell’accoglienza turistica e delle realtà commerciali. Anzi, i contro sono più dei pro. Il mio fermo dissenso va nella prospettiva di una domanda turistica legata alla manifestazione ma si inquadra in una visione della promozione più complessiva della città. Per questo, sottoscrivo in toto le ragioni unanimi dei rettori e dico no ai megaschermi. Li ritengo rivali della partecipazione del pubblico in piazza. Disincentivano la visione dello spettacolo dal vivo della Giostra. Sminuiscono l’accoglienza del turista. E si mettono in concorrenza con l’emittenza locale. Neppure i bar e gli esercizi pubblici ci guadagnano alla lunga.
Domando quanto sia edificante contraccambiare il turista con un’offerta equiparabile ad un Drive-In. Seppure travestito in chiave giostresca. Secondo me i tour operator si abituerebbero a pubblicizzare Arezzo come la Città del Drive-In. Conseguentemente le realtà commerciali andrebbero a rimetterci negli altri mesi dell’anno. Se nei giorni di punta della Giostra, la promozione della città fosse omologabile all’accoglienza adatta ad un avvenimento calcistico. I plus in cui si sfaccetta la promozione di Arezzo sono molteplici: siamo la Città del Saracino, dunque dei Quartieri; siamo la Città di tesori d’arte, dunque di Piero della Francesca; siamo la Città del manifatturiero, dunque dell’oreficeria. Perché ci vogliamo fare del male livellando l’immagine di Arezzo a qualunque altra città in occasione dei Mondiali di pallone, proprio nei giorni di punta della promozione delle sue bellezze? La Giostra vive di partecipazione. Non limitatamente agli spettatori paganti. I rettori fanno bene a segnalare il decremento delle presenze in concomitanza dell’installazione di maxischermi. Tale conseguenza sarebbe inevitabile. E’ un dato di fatto! Esorcizzarlo non fa l’interesse della manifestazione e il bene del mondo della Giostra? La Giostra vive anche di una partecipazione non esprimibile in termini di saldo attivo del botteghino. Questa partecipazione è altrettanto importante e si misura in termini di presenze nel centro storico durante lo svolgimento della lizza. Ogni megaschermo diventerebbe il centro di gravità di queste presenze. Le concentrerebbe con il risultato che il megaschermo è l’evento. La Giostra il complemento. Il mio no è radicale! La mia disponibilità a concordare con gli esercenti e le categorie economiche il da farsi per incrementare il giro d’affari delle realtà economiche stesse è massima. Ma non a danno di Giostra, Quartieri, promozione della Città e accoglienza turistica".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Tokyo (askanews) - Shinzo Abe alla prova della verità. Il 22 ottobre in Giappone si vota per la Camera dei rappresentanti, un passaggio importante per il premier nipponico che ha indetto le elezioni anticipate con il doppio obiettivo di ottenere un mandato per la riforma costituzionale e dirottare in ambito sociale l'extragettito che dovrebbe giungere dal 2020 grazie all'incremento della tassa ...

 
Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Milano (askanews) - Nel variegato mondo del prosecco, occupa un posto di eccellenza. Un'eccellenza garantita dal territorio su cui nasce, quelle colline adagiate tra le asperità delle Dolomiti e la laguna veneta. E dalla sapienza degli uomini che qui lo producono da oltre 140 anni. Il Conegliano Valdobbiadene prosecco superiore Docg è il frutto di questo lembo di terra fortunata, 15 Comuni nelle ...

 
Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Roma, (askanews) - Ancora non è troppo tardi per approvare le riforme che farebbero riconsiderare al leader dell'opposizione kenyana Raila Odinga la sua decisione di ritirarsi dalle elezioni presidenziali del 26 ottobre. Lo ha affermato lo stesso Odinga parlando con la stampa dopo le dimissioni di Roselyn Akombe, membro della Commissione elettorale che si è detta convinta della parzialità di ...

 
A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

Ischia, (askanews) - I sette ministri dell'interno delle principali democrazie industrializzate del mondo si incontrano a Ischia per il vertice del G7 su contrasto al terrorismo, anche via web, e lotta ai foreign fighters di ritorno dai territori liberati dall'Isis. In tanti però sono scesi in piazza per chiedere ai grandi politiche diverse e che tutelino i diritti umani. Ecco alcune voci del ...

 
"Anche io ho subito delle avances"

La rivelazione dell'attrice Isabelle Adriani

"Anche io ho subito delle avances"

Nel Corriere dell'Umbria di oggi, 19 ottobre, riportiamo le rivelazioni  di Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, attrice, scrittrice, giornalista perugina di ...

19.10.2017

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017