Cerca

Venerdì 24 Febbraio 2017 | 15:59

Basket

Il salto di Paolo Zanini: dalla Sba al Livorno

Il salto di Paolo Zanini: dalla Sba al Livorno

Con il numero 21 il nostro Paolo Zanini

Grande soddisfazione per la Scuola Basket Arezzo del presidente Mauro Castelli per il passaggio dell'atleta Paolo Zanini alla Pallacanestro Don Bosco Livorno. Zanini, classe 2000, cresciuto nel settore giovanile del minibasket "Nova Verta" avrà così un'opportunità ulteriore di crescita grazie ad un palcoscenico che saprà valorizzarne ancor di più le spiccate qualità tecniche e caratteriali.
Già nel giro delle selezioni regionali con cui ha partecipato prima al Trofeo Bulgheroni a Bormio, poi al Trofeo delle Regioni a Rimini, Paolo Zanini andrà a disputare il campionato Under 15 Eccellenza nelle fila della Carismi Don Bosco Livorno, società di primissima fascia nazionale che privilegia in maniera mirata il proprio vivaio da cui vengono prelevati a piene mani atleti da parte di tutte le nazionali giovanili. "A Paolo - afferma un raggiante presidente Castelli, - va un abbraccio affettuoso e il più caloroso in bocca al lupo dalla Scuola Basket Arezzo per il futuro della propria carriera. Sono molto soddisfatto per l'accordo raggiunto con il Don Bosco Livorno: per noi è un grande vanto vedere un atleta passare nelle fila di una società storica del panorama cestistico nazionale".
Inoltre la Scuola Basket Arezzo comunica il passaggio con la formula del prestito dell'atleta Daniel Malile, ala classe 1995, al Galli Terranuova partecipante al campionato nazionale di serie C, e l'ingaggio degli atleti Carlo Provenzal (1992) e Luca Cacioli (1991), entrambi cresciuti nelle giovanili aretine, da parte del Basket Valdisieve, formazione anch'essa militante in C. Anche a loro l'augurio di una stagione esaltante da parte di tutta la Sba. "Io e lo staff tecnico - continua Castelli, - siamo contenti delle possibilità fornite ai nostri giocatori grazie al lavoro che negli ultimi anni abbiamo svolto nel nostro settore giovanile. Il vivaio quest'anno è stato ulteriormente rafforzato con l'integrazione nello staff di un preparatore atletico del livello di Ruben Guarducci e di due tecnici come Giorgio Ottaviani ed Antonio Bindi, che stanno lavorando con i nostri giovani con l'obiettivo di crescere ancora e di dare l'opportunità ad altri ragazzi di spiccare il volo verso traguardi sempre più ambiziosi".

Più letti oggi

il punto
del direttore