L'ex Baclet: "Ad Arezzo la mia stagione più bella"

LEGA PRO

L'ex Baclet: "Ad Arezzo la mia stagione più bella"

15.11.2014 - 13:05

0

Non c’è solo Matteo Serafini tra gli ex della sfida di domenica contro la Pro Patria. L’altra faccia dell’attacco bianco blu si chiama Alain Pierre Baclet e non ha bisogno di presentazioni. Attaccante francese, fu acquistato dall’Arezzo in serie B nel 2005. Aveva appena 19 anni e fu spedito a farsi le ossa in prestito prima al Gela e poi alla Juve Stabia dove, ironia della sorte, c’era ad aspettarlo proprio Eziolino Capuano. Poi il ritorno in amaranto e la consacrazione nell’anno di Cari stagione 2008-2009: 27 presenze e 11 gol, il suo record personale. Il gol di rovesciata contro la Pistoiese è rimasto nell’album dei ricordi. E anche nella memoria di Baclet. “Non mi è più capitato di ritrovare l’Arezzo - spiega Baclet - ma lì ho passato la mia stagione più bella. Giocai sempre, feci tantissimi gol. Un’esperienza bellissima”. E dunque un’emozione giocarci da avversario. “Sì, credo che mi farà effetto vedere le maglie amaranto e giocarci contro - sorride - ma credo che sarebbe stato molto peggio giocare contro al Comunale”. Appuntamento rimandato. Domenica tocca alla Pro Patria accogliere il Cavallino che deve guardarsi le spalle, con tutti questi ex la maledizione è dietro l’angolo. Ma Baclet promette: “Se segno non esulto, non ho esultato neanche a Novara dove ho giocato sì e no otto partite, come faccio a esultare contro l’Arezzo con tutto quello che mi ha dato”. Arezzo, infatti, oltre a una stagione entusiasmante, fallita soltanto ai play off, a Baclet ha regalato anche le ali per spiccare il volo. Dopo quell’annata in amaranto si trasferì a Lecce dove esordì in serie B poi Vicenza e Frosinone sempre tra i cadetti, un’operazione al crociato, e alla fine la cessione al Novara da cui è andato in prestito l’anno scorso alla Casertana (ancora con Capuano in panchina) e quest’anno alla Pro Patria. “Ma Arezzo resta sempre il luogo dove mi sono trovato meglio - ricorda - una grande piazza, un grande tifo. Mi è dispiaciuto quando la società è ripartita dalla serie D, forse anche questa Lega Pro è stretta per una squadra come l’Arezzo”. E se gli chiedi qual’è il ricordo più bello che si è portato via dalla nostra città risponde: “Non saprei - ricorda - lì ho vissuto tanti momenti belli ma forse quella rovesciata nel match al Comunale contro la Pistoiese è quello che mi è rimasto più impresso. Finì 3-1, mi sembra”. Ottima memoria. La bicicletta è rimasta nel cuore dei tifosi coi quali aveva instaurato un bel feeling. “Il pubblico mi voleva bene, mi ha sempre portato in alto - ricorda - e anche per questo non esulterò se segnerò domenica”. Vada come vada, però, si giocherà a viso aperto a Busto Arsizio. “Capuano lo conosco bene - commenta - e anche il suo 3-5-2 ben chiuso in difesa. E’ una squadra tosta, speriamo che arrivi qua un po’ sottotono, ma non credo, dopo le due sconfitte avrà voglia di riscattarsi mentre noi vogliamo dare seguito alla vittoria di domenica scorsa contro il Pordenone. Quindi sarà un bel match accesso”. E se gli chiedi un pronostico non si tira indietro: “1-0 vinciamo noi - avverte - speriamo con un gol di Baclet”. Ma all’Arezzo bastano quelli che ha segnato con la maglia amaranto addosso.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Damasco, (askanews) - Una raffica di attacchi aerei siriani, razzi e colpi di artiglieria contro la Ghouta orientale, enclave controllata dai ribelli alla periferia di Damasco, ha provocato la morte di 44 civili. Lo ha annunciato l'Osdh, l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Tra le vittime di questo pesante bombardamento, secondo l'ong, anche quattro bambini.

 
Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Roma (askanews) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nel pomeriggio del 19 febbraio 2018 ha ricevuto al Quirinale l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli, rientrato da poco sulla Terra dopo la missione di lunga durata dell'Asi sull'Iss "Vita". Con lui c'erano il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston, il direttore generale dell'Asi, Anna Sirica e il ...

 
Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Milano (askanews) - Meridiana cambia pelle e diventa Air Italy. È la nuova compagnia aerea targata Qatar Airways, evoluzione del vettore sardo presentata a Milano nel corso di una conferenza stampa da Akbar Al Baker, Ceo del gruppo Qatar Airways, che da settembre 2017 detiene il 49% della compagnia Italiana tramite la holding AQA. Alisarda, in precedenza unico azionista di Meridiana e controllata ...

 
Economia

Borsa, prese di beneficio su Milano

Giornata di prese di beneficio sulla Borsa di Milano, che lascia sul terreno un punto percentuale, frenata da Fiat Chrysler, Ferrari e Mediaset, tra le più comprate la scorsa settimana. Le Borse europee sono deboli e scontano l’assenza di una guida come Wall Street, chiusa per festività. Il primo giorno di aumento di capitale non lascia scampo al titolo di Creval, che perde il 7 per cento del ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018