Cerca

Martedì 28 Febbraio 2017 | 10:52

SERIE D

Sansepolcro, regina con rito scaramantico

Sansepolcro, regina con rito scaramantico

Il primato solitario in classifica ha un segreto: la partita a carte. E’ un rito propiziatorio che si consuma prima e dopo la partita. E per il momento funziona, perché l'imbattibilità è salva: sono ora 11 le domeniche positive della Vivi Altotevere Sansepolcro, che diventano 14 se aggiungiamo le ultime 3 gare della passata stagione. A Gualdo Tadino, sotto la pioggia e su un terreno che ha fondamentalmente retto l'impatto con l'abbondante acqua caduta, i bianconeri hanno offerto l'ennesima prova di maturità e carattere, riuscendo a recuperare lo svantaggio iniziale con un'altra prodezza nel finale di Adnane Essoussi.

Le altre dirette inseguitrici della Vivi Altotevere giocavano tutte in casa e soltanto in due hanno sfruttato appieno il fattore campo: la Robur Siena, che ora in classifica si è portata a -1 (ma non c'è da stupirsi) e il robusto Ponsacco, terzo a -2. Il Poggibonsi ha faticato per raggiungere la Massese, mentre Civita Castellana e Foligno hanno addirittura steccato. E domenica, l'interesse della giornata sarà concentrato nello spazio di pochi chilometri, quelli che separano Sansepolcro - dove arriverà il Poggibonsi - da Trestina, dove sarà di scena proprio l'ambizioso Siena di Morgia. 

Più letti oggi

il punto
del direttore