Mauro Ferretti

Lega Pro

Tuona Ferretti: "Basta divieti o chiudo le porte dello stadio"

14.01.2017 - 12:26

0

“Un’altra trasferta proibita e giochiamo il resto del campionato a porte chiuse”. Tuona il presidente Mauro Ferretti all’indomani dell’annullamento della partita amichevole tra Arezzo e Perugia. La partita che era in programma sabato 14 gennaio alle 15 allo stadio Comunale, non verrà disputata, perché come già era successo nell’estate del 2015, non ci sono le condizioni per giocare un derby così. La rivalità tra le due città, secondo chi ha detto no (ma alla fine chi lo ha detto?), è troppo alta e non può essere garantita la sicurezza. E dunque la soluzione è: meglio non giocare. Praticamente dapprima l’Osservatorio delle manifestazioni sportive che doveva decidere ha invece delegato la risposta al Comitato di Analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive. Insomma un tira e molla e alla fine niente partita. Amareggiato, anzi arrabbiato il presidente Ferretti che non se la prende con i tifosi – ovviamente – ma con coloro che “non si prendono responsabilità – dice il massimo dirigente amaranto - Se sono la paura o il timore che succeda qualcosa si prendono i provvedimenti contro coloro che fanno danni a persone e altro, non è questa la politica giusta di proibire a tutti noi di goderci uno spettacolo sicuramente bello e avvincente”. E quindi come è stata presa la soluzione di non giocare contro il Perugia, Mauro Ferretti prende anche un altro tipo di decisione: “Se dovesse succedere ancora che venga proibita una trasferta ai tifosi che devono venire ad Arezzo, oppure ai nostri tifosi che devono andare in qualche altro stadio, giocheremo tutte le partite del campionato a porte chiuse. Non è possibile andare avanti così”. Spiega ancora: “Resteremo fuori dallo stadio. Me compreso. Nel senso che me ne starò insieme ai tifosi, perché è arrivato il momento di finirla. Noi le nostre responsabilità ce le prendiamo quando organizziamo una partita ed è giusto che se le prendano anche gli altri”. 

articolo in edicola e on line

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

G7, corteo di protesta in marcia per le vie di Giardini Naxos

G7, corteo di protesta in marcia per le vie di Giardini Naxos

Giardini Naxos (askanews) - Sta procedendo verso il lungomare di Giardini Naxos, comune ai piedi della rocca di Taormina, il corteo di manifestanti contro il G7. Alla manifestazione stanno prendendo parte un migliaio di manifestanti dietro uno striscione con lo slogan: "Sicilia in marcia contro i potenti della Terra". Il corteo, che sta procedendo pacificamente, è sorvegliato da decine di uomini ...

 
"Aspettando Naturalmente Pianoforte": i nomi dei big

Pratovecchio Stia

"Aspettando Naturalmente Pianoforte": i nomi dei big

In attesa della nuova edizione di “Naturalmente Pianoforte”, che si terrà dal 19 al 22 luglio 2018, la suggestiva cornice di Pratovecchio Stia, in provincia di Arezzo, si ...

28.05.2017

"L'Italia dei Visionari": i vincitori delle 30 repliche

Sansepolcro

"L'Italia dei Visionari": i vincitori delle 30 repliche

Sono 284 i progetti arrivati da tutta Italia in risposta alla seconda edizione del bando "L'Italia dei Visionari", ideato da CapoTrave-Kilowatt nell’ambito  del  progetto  ...

26.05.2017

Mostra “Mithra, un Dio orientale in Valdarno”

Cavriglia

Mostra “Mithra, un Dio orientale in Valdarno”

Accadde di marzo del 1974. Un marzo freddo, che non impedì però a due ragazzi di Cavriglia, Gianni Grotti e Mauro Ferrucci, di afferrare un carretto a sterzo in legno e di ...

26.05.2017