Esordienti si cambia, ma Arezzo dice no alla riforma

CALCIO GIOVANILE

Esordienti si cambia, ma Arezzo dice no alla riforma

05.04.2017 - 14:49

0

Trentasette società calcistiche della provincia di Arezzo, capeggiate da Olmoponte e Santa Firmina, si oppongono alla riforma degli Esordienti che prevede per questa categoria solo gare nove-contro-nove e senza arbitri federali. La novità, valida su tutto il territorio nazionale, è stata illustrata dalla Figc nel Comunicato Ufficiale n.1 dell'1 luglio 2016 e sarà attiva a partire dalla stagione 2017-2018. Questo documento rende noto che "l'attività ufficiale per la categoria Esordienti è prevista unicamente con modalità di gioco 9c9", stabilendo poi che per la direzione delle gare si dovrà ricorrere a "tecnici della società ospitante, tecnici della società ospitata, arbitraggio di un tempo ciascuno da parte dei tecnici di entrambe le squadre ed un tempo con formula dell'autoarbitraggio, calciatori della categoria Allievi e Juniores tesserati per le stesse società, dirigenti se appositamente istruiti al riguardo a seguito di un corso sul regolamento di giuoco tenuto dalla Figc, o autoarbitraggio".
Questa novità stravolge l'attività di questa categoria e dunque, a distanza di qualche mese e con l'approssimarsi della nuova stagione, le trentasette società aretine si sono attivate per chiedere una deroga per fare in modo che il campionato riservato ai calciatori 2005 si disputi ancora in undici-contro-undici, godendo così di un tempo maggiore per adeguarsi. La proposta è stata consegnata al dirigente federale aretino Mario Tralci che l'ha già presentata al consiglio regionale, esponendo le ragioni contenute nella richiesta. "Questa novità - spiega Tralci, - è stata introdotta per adeguarci al resto delle nazioni europee, dal momento che Italia e Portogallo sono le uniche federazioni in cui i bambini nell'età degli Esordienti giocano in undici. Personalmente ho consegnato la lettera delle società aretine in regione e mi farò portavoce delle esigenze avanzate dalle società, con la consapevolezza che il nostro non è l'unico territorio ad aver espresso dubbi su questa riforma".
In passato, la provincia di Arezzo è stata protagonista di tante battaglie volte a valorizzare e sviluppare il settore giovanile nella fascia degli Esordienti. Tra queste rientrano proprio quelle condotte e vinte per giocare in undici e per poter godere di un arbitro dell'Aia che poteva sfruttare questa categoria per debuttare e per vivere le prime esperienze, ma anche per far assaggiare ai bambini un'aria di ufficialità e per fargli vivere le vere regole del calcio. Di conseguenza, la riforma è vissuta come un passo indietro e un ritorno al passato. "Il nostro compito è di rappresentare le società in consiglio nazionale - aggiunge Tralci, - e dunque saremo i loro portavoce. Ma si tratta di una battaglia difficile da vincere perché è una novità che è stata ufficializzata nel comunicato ufficiale dello scorso luglio e che, di conseguenza, rappresenta ormai un dato di fatto".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Roma (askanews) - "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare la possibilità di una intesa di maggioranza parlamentare tra M5s e Pd per costituire il governo". Meno di trentasei ore per rendere possibile quello che fino ad oggi sembrava impossibile: un governo di larghe intese ...

 
Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Roma, 23 apr. (askanews) - "The Happy Prince", il principe felice: prende il nome dalla favola di Oscar Wilde il film che Rupert Everett ha dedicato al grande scrittore irlandese, alla sua vita rutilante nella società londinese di fine Ottocento e al suo crollo quando la sua omosessualità divenne di pubblico dominio. Oscar Wilde è un ruolo che Everett ha ricoperto anche in teatro. Dal festival di ...

 
Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Sorrento, (askanews) - Intervistato al Festival di Sorrento, Rupert Everett racconta del suo impegno in un progetto caro al cuore dell'Italia, una serie tv Fox tratta dal "Nome della Rosa" di Umberto Eco, girata a Perugia: Guglielmo sarà John Turturro. E Umberto Eco, dice, Everett, sarebbe contento. "Penso che sarebbe contento: rispetto al film che doveva riassumere così tanti temi del libro, noi ...

 
Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Teatro comunale di Laterina

Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Sabato 7 aprile alle 21,15 nel nuovo appuntamento con Storie Sospese reloaded, la stagione del Teatro Comunale di Laterina, torna in scena Pietro Pinti protagonista di ...

03.04.2018

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Bibbiena

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Volge al termine per l’anno 2018 la stagione teatrale del Teatro Dovizi di Bibbiena promossa dal Comune di Bibbiena in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e la ...

03.04.2018

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Cavriglia

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Un altro grande concerto in cui la vocalità femminile fa da protagonista assoluta: sabato 14 aprile alle ore 21 e 30 al Teatro Comunale di Cavriglia, per la rassegna ...

03.04.2018