La Petrarca consolida il quinto posto in A1

GINNASTICA

La Petrarca consolida il quinto posto in A1

14.11.2017 - 12:18

0

La Ginnastica Petrarca si conferma al quinto posto della serie A1 di ginnastica ritmica. La terza gara del massimo campionato italiano era lo scoglio più temuto dalla società aretina perché, collocandosi a metà torneo e dopo un duro mese di allenamenti, rappresentava un delicato esame per testare la tenuta fisica e mentale delle ginnaste. In questo senso, la risposta fornita a Prato è stata entusiasmante: le ragazze della Ginnastica Petrarca sono state protagoniste di una prova impeccabile con cui hanno tenuto testa ad alcune delle migliori atlete italiane e straniere, conquistando il quinto posto della prova e consolidandosi quinte in solitaria nella classifica generale. Tutto questo, nonostante una settimana sfortunata che aveva visto fermarsi due elementi importanti come Asia Massetti (stoppata da una lieve distorsione al ginocchio) e Anita Adreani (infortunatasi al piede), costringendo così a ridisegnare le strategie impostate dallo staff tecnico guidato da Irene Leti ed Elena Zaharieva con il contributo di Federica Peloso e della coreografa Stefania Pace. «Siamo partite per Prato con l'obiettivo di difendere il quinto posto - commenta Leti. - Gli infortuni settimanali, la fatica della preparazione e le tensioni della gara rischiavano di essere una dura insidia, invece le ragazze sono state bravissime ed hanno confermato tutte le loro qualità. Avevamo chiuso la serie A1 del 2016 all'ottavo posto e ora abbiamo guadagnato ben tre posizioni, confermando che l'impegno e la dedizione portano grandi risultati: ora ci prepareremo alla finale del campionato con l'ambizione di continuare a tenere alto il nome della Ginnastica Petrarca». Particolarmente positiva è risultata la prova di Maria Vilucchi che, disputando esercizi con ben due attrezzi, ha ribadito di essere tra le più forti individualiste della penisola: l'aretina ha ottenuto al nastro il terzo miglior risultato della giornata (risultando la migliore tra le italiane e venendo preceduta solo da atlete straniere), mentre al cerchio ha ottenuto il quarto più alto punteggio. Un contributo importante è arrivato anche dalla bulgara Boryana Kaleyn che, con un ottimo esercizio alle clavette, si è dimostrata tra le sorprese positive di questa stagione. La prova della Ginnastica Petrarca è stata aperta dalla più piccola del gruppo, l'Allieva Bianca Folegnani del 2006, che ad appena undici anni ha mostrato la freddezza e il talento per eseguire una prova al corpo libero di buon livello. La fune è stato l'attrezzo scelto per Beatrice Fioravanti che è stata autrice di una bella prova che ne ha confermato il valore nazionale, mentre a chiudere il programma di gara è stata l'esperta Valeria Carnali che ha ben figurato con la palla. La Ginnastica Petrarca è attesa ora dagli ultimi sforzi di un campionato di serie A1 che volge ormai verso la conclusione: sabato 25 novembre è in programma a Padova la finalissima che assegnerà il titolo italiano e definirà le classifiche della stagione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cultura

I Pink Floyd a Roma, il mito si mette in mostra

The Pink Floyd Exhibition, Their Mortal Remains. Dopo il grandissimo successo ottenuto al Victoria and Albert Museum di Londra, al Macro di Roma, fino al 1° luglio 2018, in mostra il monumentale affresco dell’epopea della storica band. Percorso espositivo che ripercorre la carriera del gruppo a partire dagli anni della psicadelia con Syd Barrett fino alle ultime esibizioni.

 
Cultura

Un invito ad amare l’italiano, è il libro di Andreoni

Otto passeggiate nella lingua italiana, per invitare i nostri connazionali ad amarla e apprezzarla come già fanno i nostri simili nel resto del mondo. Sono contenute nel libro di Annalisa Andreoni, ‘Ama l’italiano’ dove emerge una lingua fatta per l’ironia, la beffa, l’elogio e soprattutto l’amore.

 
Spettacolo

Esce “Made in Italy”, Liga torna a dirigere Accorsi

Stefano Accorsi torna sul grande schermo diretto da Luciano Ligabue. Dopo ‘Radiofreccia’, l’attore interpreta Riko, un uomo in guerra col suo tempo, le cui vicende della vita lo portano a dover fare i conti col tempo che passa. Nel film anche Kasia Smutniak.

 
Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Roma (askanews) - E' attrice, sceneggiatrice, produttrice, doppiatrice e ora è la quinta donna candidata all'Oscar come regista. Greta Gerwig 34 anni, di Sacramento, è la nuova stella del cinema americano: il suo primo film, "Ladybird", che arriverà nei cinema italiani il primo marzo, è candidato all'Oscar anche come miglior film, miglior sceneggiatura originale, e per le interpreti, la ...

 
A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

Stagione di prosa

A Cavriglia "Il seduttore" con Roberto Alpi

La Stagione del Teatro Comunale di Cavriglia apre il nuovo anno venerdì 19 gennaio alle 21 e 30 per il cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo, con Roberto Alpi, Laura ...

16.01.2018

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

La rassegna

Il "Mistero Buffo" di Dario Fo con Ugo Dighero

Venerdì 19 gennaio ore 21.15 al Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, sarà di scena Ugo Dighero con lo spettacolo Mistero Buffo di Dario Fo, ...

16.01.2018

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

Arezzo

Al Teatro Petrarca il "Gaber Day", un'idea di Andrea Scanzi

A 15 anni dalla scomparsa del Signor G, Arezzo dedica una grande serata all’artista milanese: il “Gaber day”. Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, che porta in giro da ...

16.01.2018