Pendolari "sfrattati" dalla Direttissima: appello in Regione

Valdarno

Pendolari "sfrattati" dalla Direttissima: appello in Regione

08.11.2014

0

Il Comitato Pendolari Valdarno Direttissima lancia un appello al Presidente regionale Enrico Rossi e all'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli contro il possibile sfratto dalla linea Direttissima Firenze-Roma dei treni regionali che fermano nelle principali stazioni valdarnesi con la loro deviazione coatta sulla linea Lenta, via Pontassieve, a partire dal prossimo 15 dicembre, in concomitanza col il nuovo orario invernale. Il Comitato Pendolari lancia l'allarme: se così fosse, sarebbe un inaccettabile e intollerabile "ritorno al passato", un regresso ai servizi offerti 30 anni fa, con maggiori disagi e ritardi e con l'inevitabile aumento dei tempi di percorrenza. Il Comitato Pendolari si appella alla Regione e ai Sindaci del Valdarno fiorentino e aretino chiedendo con forza un loro intervento tempestivo e preventivo per evitare che i pendolari del Valdarno non diventino "figli di un Dio minore, vittime sacrificali immolate al business degli operatori dell'Alta Velocità e agli interessi del gruppo Ferrovie dello Stato".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Al Teatro Mecenate va in scena "Nella stanza di Max"

Il Teatro Mecenate di Arezzo

SPETTACOLO PER BAMBINI

Al Teatro Mecenate va in scena "Nella stanza di Max"

Termina la rassegna Altre Danze_Portiamo i ragazzi a teatro!, ideata dall’Associazione Sosta Palmizi e rivolta ai bambini, agli adolescenti, alle famiglie e alle scuole. L’ultimo ...