Cerca

Mercoledì 22 Febbraio 2017 | 11:43

CORTONA

Morto a 39 anni, depositata la richiesta di riesumazione. Ora si attende

stefano rofani

E' stata depositata ufficialmente la richiesta di riesumazione della salma di Stefano Rofani, il 39enne cortonese morto in seguito ad un malore poche ore dopo essere stato dimesso dal Pronto Soccorso dell'ospedale della Fratta. L'avvocato Gabriele Zampagni, attraverso il quale la famiglia della vittima ha presentato un esposto in Comune, ha presentato richiesta formale e adesso attende l'esito dagli inquirenti. Rofani si era presentato in Pronto Soccorso tre volte tra Castiglion del Lago, dove lavorava, e l'ospedale della Fratta, accusando forti dolori al petto ma tutte le volte era stato dimesso senza che le sue condizioni destassero preoccupazioni. Poi il tragico epilogo. Sei ore dopo l'ultimo accesso in Pronto Soccorso si è accasciato sul volante della propria auto sotto gli occhi attoniti e disperati della madre che ha perso per sempre suo figlio e che adesso chiede perché. 

Più letti oggi

il punto
del direttore