Cerca

Mercoledì 22 Febbraio 2017 | 11:36

Ciclismo

C'è l'Intrepida con i grandi campioni

C'è l'Intrepida con i grandi campioni

Ci saranno ex campioni del mondo e vincitori del Giro d'Italia del passato alla terza edizione de "L'Intrepida", la cicloturistica d'epoca in programma domenica 19 ottobre ad Anghiari, che a livello di successo sta già seguendo le orme della illustre omologa, "L'Eroica" di Gaiole in Chianti. I nomi snocciolati costituiscono un lotto di eccezione: Francesco Moser e Maurizio Fondriest, iridati su strada nel 1977 e nel 1988; Gilberto Simoni, vincitore del Giro d'Italia 2001 e 2003 e poi "big" del passato come Franco Bitossi e Italo Zilioli più l'ex professionista Massimo Codol. Spostandoci verso il calcio, l'obiettivo è quello di portare Paolo Rossi, il popolare "Pablito": assai probabile una sua partecipazione a questa manifestazione che Anghiari ha già trasformato in grande evento promozionale per il paese, grazie all'impegno del Gruppo Sportivo Fratres Dynamis Bike, che ieri ha pomeriggio ha tenuto la conferenza stampa di presentazione dell'appuntamento nella suggestiva location dei Giardini del Vicario. "Oltre 200 partecipanti nel 2012, quando partimmo quasi per scherzo e poi 510 lo scorso anno - commenta con soddisfazione Fabrizio Graziotti, presidente del sodalizio organizzatore - per cui adesso non ci poniamo più limiti; dico soltanto che si è realizzato il mio sogno di vedere piazza Baldaccio riempita dalle tante bici e dai colori delle mute indossate dai ciclisti. È un'occasione di promozione per Anghiari come per il territorio, perchè attraverseremo anche i Comuni di Sansepolcro, Caprese Michelangelo, Monterchi e Citerna, in base ai due percorsi disegnati e comunque caratterizzati, entrambi, dalla bellezza del nostro paesaggio e dall'attraversamento di strade bianche". Per prendere parte a "L'Intrepida" occorrono due requisiti: possedere una bicicletta, da corsa come sportiva o di qualsiasi tipologia, purchè antecedente al 1987 e poi indossare un abbigliamento consono all'epoca di riferimento. Il via verrà dato alle 9.00 dalla centralissima piazza del paese (appunto, piazza Baldaccio) e sono attesi anche "vip" particolari come per esempio, lo scorso anno, Giuseppe Fanfani, sindaco di Arezzo che si mise a pedalare assieme all'amico e collega anghiarese Riccardo La Ferla, pronto anche stavolta a salire in sella. "Debbo dare atto ai miei concittadini di aver dato vita a un qualcosa di eccezionale nel giro di pochissimo tempo - ha detto La Ferla - e per Anghiari è un ulteriore investimento nella propria immagine". Il tracciato più corto dei due disegnati misura 45 chilometri, mentre il lungo è praticamente il doppio: 85 chilometri; sono previsti posti di ristoro a Ponte alla Piera, in località Felcino Nero e a Monterchi, dove la pro loco offrirà ai partecipanti la gustosa polenta, prima di affrontare il difficile strappo di Citerna e tornare verso Anghiari. L'attesa è perciò tanta fin da ora. 

Più letti oggi

il punto
del direttore