Il Comune di Anghiari

Anghiari

Talozzi-Maggini, interviene il Pd: "E la progettualità?"

13.02.2017 - 16:48

0

In merito alla vicenda Talozzi-Maggini, arriva una nota anche del Circolo Pd di Anghiari. "In questi giorni il Pd - scrivono - ha assistito al dibattito che si è scatenato fra Franco Talozzi che ci onoriamo di avere come nostro iscritto nel circolo PD di Anghiari e l’Ass.re Maggini. La prima cosa che balza all’occhio è che un rappresentante delle istituzioni qual è l’ Ass.re Maggini non può usare questo tipo di linguaggio. Linguaggio utilizzato fra l’altro con dei toni non consoni al ruolo che ricopre. Il suo attacco a mezzo social risulta essere alquanto scomposto, sia nel linguaggio che nei contenuti. Allo stato attuale, Franco Talozzi, ha tutto il diritto di dire quello che dice, tanto più che il suo punto di vista è un punto di vista privilegiato essendo stato, inutile ricordarlo, Sindaco di Anghiari e abitando nel nostro paese ormai da sempre. Ci auguriamo al netto di questa vicenda che la politica sia ben altro. E cos’è questo ben altro? Stiamo parlando di idee e della loro applicazione. In altri termini di progettualità. Sono passati 7 mesi, in verità non molti per una amministrazione che ha l’obbiettivo di restare in carica 5 anni. Proprio per questo, noi del PD, della lista Insieme per Anghiari, non abbiamo voluto commentare più di tanto su come questa si sia mossa fino ad ora, lasciandole il tempo di organizzarsi, perché sappiamo cosa significa governare. Questo a riprova dell’apertura di credito datagli, dimostrando con i fatti che l’obbiettivo finale è il bene del nostro paese e questo al di fuori di come la si pensi politicamente. Quando però l’Ass.re Maggini dice che le sue dichiarazioni sono dettate dalla rabbia dovuta al fatto di essere sempre attaccati e non può riferirsi di certo al PD, ci chiediamo: “Ma chi l’attacca?”.Sono forse quei cittadini che l’hanno votata pochi mesi fa? Forse, quegli stessi cittadini si stanno accorgendo che l’opposizione è una cosa e il governare è un’altra. E che forse la precedente amministrazione non ha fatto poi così male se confrontata fino ad ora con l’attuale. Staremo a vedere il proseguo dei fatti dai nostri banchi dell’opposizione, cercando per quanto il nostro ruolo ci assegna di vigilare e pungolare aspettando che questa progettualità arrivi….al più presto".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

Roma, (askanews) - Dal libro bestseller di Elmore Leonard, "Get shorty", nel 1995 era stato tratto il celebre film con John Travolta, ma oggi un enorme successo ha riscosso negli Stati Uniti l'omonima serie, che arriva in prima visione assoluta per l'Italia dal 22 febbraio su Timvision. La dark comedy per la tv "Get shorty", di cui vediamo una clip in esclusiva, è diretta da Davey Holmes, già ...

 
Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Damasco, (askanews) - Un massacro con quasi 200 morti fra i civili, di cui 60 bambini. È il bilancio di tre giorni di bombardamenti incessanti sulla roccaforte ribelle della Ghouta, a Est di Damasco, da parte del regime siriano di Bashar al-Assad. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, l'attacco ha provocato 17 morti domenica 18, 127 morti lunedì 19 e 50 ...

 
Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Copenaghen, (askanews) - Circa 60 ospiti si sono stretti attorno alla famiglia reale danese per salutare il principe consorte Henrik, marito della regina Margherita II di Danimarca. Nelle immagini si vede la regina, 77 anni, che scende dall'auto vestita a lutto ma in più di un'occasione la si vede sorridente e quasi allegra. Presenti al funerale i figli della coppia, il principe ereditario ...

 
La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

Milano (askanews) - Il grande balletto torna al Teatro Manzioni di Milano che ospita un grande classico Sagra della Primavera di Igor Stravinski il 27 febbraio. Andato in scena per la prima volta a Parigi nel 1913 con la coreografia di Nijinski, "Sagra della primavera" è stato ripreso poi da Massine nel 1920 e quindi da Marta Graham, Bejart, e molti altri. La forte timbrica innovativa dell'opera ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018