"La guerra dei cafoni" Barletti-Conte: favola su lotta di classe

Film in molti festival internazionali e nei cinema dal 27 aprile

21.04.2017 - 19:00

0

Roma (askanews) - Due bande di adolescenti che si fronteggiano in un territorio sospeso, quasi magico, dove non esistono adulti: è "La guerra dei cafoni" di Davide Barletti e Lorenzo Conte, nei cinema dal 27 aprile, tratto dal libro di Carlo D'Amicis. Il film racconta un vero e proprio scontro di classe tra due bande di ragazzini, i figli dei ricchi e quelli dei contadini, in un luogo remoto della Puglia alla fine degli anni Settanta, come spiegano i registi.

"A noi ci interessava raccontare quello, ma poi raccontare una favola anche, e da quello un po' si differenzia anche dal libro: il film ha preso più una deriva quasi magica, di un racconto per ragazzi proprio".

Gli interpreti sono 24 ragazzini alla prima esperienza cinematografica, selezionati in tutta la Puglia.

"Ci ha sorpreso la naturalezza della recitazione, che abbiamo tanto cercato, favorita sicuramente dal dialetto. Al di là delle battute Il lavoro è stato far proprio un copione blindato e forte. Il nostro non è un film di silenzi, di atmosfera, ma ci sono dialoghi molto serrati e vedere come i ragazzi si sono appassionati alla sceneggiatura, ai tempi della recitazione, però mantenendo una loro spontaneità, è stata forse la sorpresa più grossa".

"La guerra dei cafoni", grazie anche alla sua originalità, al suo alternare toni di commedia e racconto epico, ha entusiasmato i ragazzi che l'hanno visto in anteprima all'ultimo festival di Roma.

"Noi amiamo dire che il nostro è un film per ragazzi, un film per adulti, per il figlio accompagnato dal padre e dalla madre: ognuno poi può trovare uno spunto di interesse".

Intanto "La guerra dei cafoni" sta riscuotendo consensi in vari festival internazionali, da Rotterdam a Pechino, e dopo il passaggio in concorso al festival di Bari verrà presentato a New York e Buenos Aires. L'interesse per un racconto sulla lotta di classe, seppur sotto forma di favola, sembra vivo ovunque.

"Per noi è una storia abbastanza universale, abbastanza attuale.

Oggi sembra tutto un po' più statico, più immobile: paradossalmente le cose non sono migliorate ma sono peggiorate. Oggi purtroppo chi è povero rimane povero e chi ha tutto continua ad avere tutto. Quindi secondo me in realtà è una storia ancora attuale".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Parolin: vi spiego come lavora la diplomazia vaticana

Mosca, (askanews) - La diplomazia vaticana propone gli ideali della fraternità, della solidarietà, della pace. Anche se a volte si scontrano con interessi nazionali ben specifici. La sfida è proprio questa. Come spiega in questa intervista esclusiva ad askanews, il cardinale Pietro Parolin, segretario di stato vaticano. "I mattoni con cui cerchiamo di costruire tutti i ponti sono in primo luogo ...

 
"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

"Easy", dal successo di Locarno ai cinema, pensando a Kaurismaki

Roma (askanews) - Al festival di Locarno ha avuto un enorme successo e il protagonista Nicola Nocella ha vinto il premio della critica, dal 31 agosto "Easy - Un viaggio facile facile" di Andrea Magnani arriverà nei cinema. Il film racconta il viaggio surreale di Isidoro, detto Easy, ex campione di Go Kart, depresso e con molti chili di troppo, che per togliere il fratello dai guai deve portare in ...

 
Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Malasanità, a Napoli tre inchieste sulla morte di Antonio Scafuri

Napoli, (askanews) - Arriveranno i Nas all'ospedale di Napoli Loreto Mare, per aiutare a scoprire cosa è successo ad Antonio Scafuri nella notte fra il 16 e il 17 agosto; il ragazzo è morto dopo il ricovero in codice rosso per un incidente in moto. Secondo la famiglia, gli infermieri litigavano su chi avrebbe dovuto accompagnarlo a fare una AngioTac in un'altra struttura. Per ora la famiglia non ...

 
Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Cardinale Parolin: il Papa a Mosca? Le belle sorprese servono

Mosca, (askanews) - "Per quanto riguarda il viaggio del Papa o di un incontro, non avrei elementi per esprimermi. Adesso si è innescata, penso di poterla chiamare, una dinamica positiva, dopo il viaggio e l'incontro a Cuba, e adesso questo grande evento di popolo con la visita delle Reliquie di San Nicola (in Russia). E tutto questo deve portare a nuovi passi e nuove iniziative. Un po' alla volta ...

 
il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017

Jerry Lewis

Jerry Lewis

LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Addio a Jerry Lewis, genio della comicità

È morto a Las Vegas, a 91 anni, l’attore statunitense Jerry Lewis, considerato dalla critica uno dei comici più celebri dello spettacolo Usa. Lo ha riportato alle 19.55 (ora ...

20.08.2017

Daniel Craig sarà ancora 007

Cinema

Daniel Craig sarà ancora 007

Daniel Craig ha confermato che sarà nuovamente 007 nel 25esimo film della saga di James Bond. Ma sarà la sua ultima volta nel ruolo dell’agente segreto più famoso al mondo. ...

16.08.2017