Aprire un ostello in ex casa cantoniera, il sogno degli under 40

Il 24 luglio bando per primi 46 immobili gratis, boom di domande

17.07.2017 - 19:00

0

Milano (askanews) - Se fino a qualche tempo fa il sogno di un quarantenne poteva essere quello di scappare su una spiaggia caraibica e aprire con pochi soldi un bar, oggi ci si può accontentare di un'ex casa cantoniera in Toscana. Lo dimostra l'interesse per i primi 46 immobili di questo tipo, tra i quali anche caselli idraulici, bunker e perfino un'ex Casa del Fascio, che lo Stato assegnerà gratuitamente per nove anni a imprese, cooperative e associazioni.

Il bando aprirà il 24 luglio, ma intanto, l'Agenzia del Demanio è stata sommersa dalle manifestazioni d'interesse che hanno sorpreso anche il suo direttore Strategie immobiliari e innovazione, Stefano Mantella. "Speravamo fosse un successo, non lo aspettavamo di queste dimensioni, visto che le compilazioni sono state più di 25.000, 6.000 delle quali dall'estero, quindi questi beni, seppur definiti minori e in località secondarie, hanno fatto registrare, almeno in una fase di consultazione, hanno un ottimo riscontro".

Gli immobili sono tutti collocati lungo itinerari storico-religiosi o ciclopedonali e a promuoverne il riuso c'è anche il Touring club italiano, con il direttore generale Lamberto Mancini: "Qui siamo veramente in un momento di un'offerta nuova, stiamo offrendo qualcosa di nuovo. Lo stanno facendo le istituzioni e noi del Tci partecipiamo con piacere perché questi percorsi spirituali e religiosi, più le ciclovie, sono un'innervatura che noi da decenni, forse da secoli, spingiamo".

In autunno seguiranno i bandi per le concessioni di valorizzazione fino a 50 anni degli immobili di maggior pregio, tra i quali castelli e ville, per arrivare a 103 immobili complessivi.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno
Senza suoceri e cognate

Salvini-Di Maio, le nozze più pazze dell'anno

Per 45 giorni il film andato in onda è sempre stato lo stesso. Lei dice a lui: "Sposiamoci". Lui dice a lei: "Sì, sposiamoci". E sembra fatta. Ma lei aggiunge: "però non voglio nè tuo padre nè tua sorella in chiesa e al ricevimento". Allora lui si inalbera: "se sposi me, sposi anche la mia famiglia". Nozze in crisi prima ancora di essere celebrate. Ci si sposa, non ci si sposa. Poi lei apre: "se ...

 
Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Teatro comunale di Laterina

Pinti porta in scena "Dall'omonimo libro di Pietro. Storia di un mezzadro"

Sabato 7 aprile alle 21,15 nel nuovo appuntamento con Storie Sospese reloaded, la stagione del Teatro Comunale di Laterina, torna in scena Pietro Pinti protagonista di ...

03.04.2018

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Bibbiena

"Novecento" di Gabriele Vacis al Teatro Dovizi

Volge al termine per l’anno 2018 la stagione teatrale del Teatro Dovizi di Bibbiena promossa dal Comune di Bibbiena in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo e la ...

03.04.2018

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Cavriglia

"Tangosuite", al teatro Donatella Alamprese

Un altro grande concerto in cui la vocalità femminile fa da protagonista assoluta: sabato 14 aprile alle ore 21 e 30 al Teatro Comunale di Cavriglia, per la rassegna ...

03.04.2018