Federico Pellegrino: fatto il massimo, non sentivo la fatica

Il fondista azzurro racconta il suo Argento olimpico

14.02.2018 - 12:00

0

PyeongChang (askanews) - Nella medaglia di Federico Pellegrino nello sci di fondo l'ambiente azzurro alle Olimpiadi invernali di PyeongChang ci sperava, ma con grande sobrietà, quasi, per quanto abbiamo percepito a Casa Italia, con pudore. Salvo poi esplodere in una grande gioia quando l'atleta aostano ha conquistato un fantastico Argento nello sprint a tecnica classica.

"E' stata sicuramente una bella gara - ci ha spiegato Pellegrino - ha vinto l'uomo più forte del momento e della stagione, e penso negli anni diventerà uno degli uomini più forti di questo sport di tutti i tempi. Io da outsider ho fatto il mio, sono riuscito addirittura a salire sul podio e a portare a casa una medaglia d'argento che vale tantissimo, perché era il massimo risultato che si poteva raggiungere".

Un risultato conquistato con uno sprint di grandissima intensità, ma che Federico, quando gli chiediamo di raccontarci come si sentiva in quel momento, considera una situazione quasi normale.

"Alla fine - ci ha risposto - noi quasi tutti i giorni ci alleniamo in situazioni simili, ogni allenamento con i compagni di squadra è un testa a testa fino all'ultimo metro o ultimo centimetro ed è per questo che dico che i risultati come quello

All'origine del successo dell'azzurro si sente una grande determinazione, una grande attenzione a ogni dettaglio. E lo spazio per l'emotività sembra ridursi, ma anche per questo Federico Pellegrino ha una risposta.

"Le emozioni le provo eccome, però ho capito che le energie servono nel momento giusto, e quindi è inutile sprecarle quando non serve". E, certamente, serviranno ancora per le prossime gare qui a PyeongChang: l'avventura del fondista azzurro è appena cominciata.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il veliero Hermione salpa dalla Francia, fa rotta verso l'Africa

Il veliero Hermione salpa dalla Francia, fa rotta verso l'Africa

La Rochèlle (askanews) - Il veliero Hermione ha ripreso il largo. La replica dello storico tre alberi, che nel 1780 partì dalla Francia con a bordo il generale Lafayette per sostenere la causa degli indipendentisti dei futuri Stati Uniti d'America, ha lasciato il porto di la Rochelle, in Francia. Il veliero è diretto a Tangeri, in Marocco, prima tappa di un viaggio di quattro mesi e mezzo ...

 
Cisgiordania, Israele installa le case nelle nuove colonie

Cisgiordania, Israele installa le case nelle nuove colonie

Gerusalemme (askanews) - Israele ha iniziato a installare le prime abitazioni in un nuovo insediamento in Cisgiordania, il primo dopo 25 anni. I camion sono arrivati nel sito che si chiamerà Amichai, dove sono state posate le prime case prefabbricate, una decina. Nel giro di un mese, qui, dovrebbero installarsi una quarantina di famiglie israeliane evacuate dal sito illegale di Amona.

 
Perù, autobus precipita in una scarpata: almeno 35 morti

Perù, autobus precipita in una scarpata: almeno 35 morti

Lima (askanews) - Almeno 35 persone hanno perso la vita in un incidente stradale nel Sud del Perù, nella regione di Arequipa: dopo aver lasciato l'autostrada, un autobus ha imboccato una strada di montagna ed è uscito di strada, precipitando per oltre 80 metri in una scarpata. Altri 20 passeggeri sono rimasti feriti e sono stati trasportati nel vicino ospedale di Camana. L'autobus, dell compagnia ...

 
Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

La mostra a Casa Bruschi

Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello

"Una Pieve preziosa. Quando la pietra diventa gioiello", in mostra i gioielli ideati e progettati dagli allievi del master in Storia e Design del Gioiello dell'Università di ...

10.02.2018

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Stagione di prosa a Cavriglia

Ottavia Piccolo e Orchestra Multietnica di Arezzo in "Occident Express"

Alla stagione del teatro comunale di Cavriglia proseguono gli eventi del cartellone di Fondazione Toscana Spettacolo. Sabato 17 febbraio alle 21.30  Ottavia Piccolo e ...

10.02.2018