Alcoa, dalla protesta del 2009 all'acquisizione di Sider Alloys

Forresu (Fiom Cgil Sulcis): subito un tavolo per decidere futuro

15.02.2018 - 19:00

0

Milano, (askanews) - Il video di rivendicazione degli operai con il viso nascosto da un passamontagna fu il simbolo della protesta contro la sospensione dell'attività dello stabilimento Alcoa di Portovesme, nel Sulcis Iglesiente, zona sud ovest della Sardegna. Era il novembre 2009 e i lavoratori avevano occupato la fabbrica, al centro di una lunga e tormentata crisi industriale e occupazionale in una delle zone economicamente più in difficoltà della Sardegna e non solo. A marzo 2012 la multinazionale annunciò l'interruzione della produzione di alluminio e la volontà di trovare un compratore, completando a novembre lo spegnimento dell'impianto. A dicembre 2014 i lavoratori furono collocati in mobilità, 3 anni dopo è arrivato l'accordo di programma tra ministero dello Sviluppo economico, Regione Sardegna e Invitalia funzionale al contratto di sviluppo proposto dalla società svizzera Sider Alloys per il rilancio del sito, con trasferimento della proprietà il 15 febbraio. Abbiamo sentito al telefono Roberto Forresu, segretario generale della Fiom Cgil del Sulcis Iglesiente.

"Questo ci vede moderatamente soddisfatti, ora c'è da mettere in campo gli incontri sindacali richiesti da noi in diverse circostanze per conoscere il piano industriale dell'azienda, quali investimenti dovrà fare e in che modo intende modificare o migliorare le condizioni dello stabilimento e conoscere nel dettaglio le successive assunzioni prima di arrivare alla marcia dello stabilimento che ci auguriamo rispetti lo standard precedente, una costante produzione intorno alle 150mila tonnellate annuo di alluminio inserito nel mercato".

Il 30 giugno scadono oltre 500 domande di mobilità in deroga per i lavoratori Alcoa: quelli interessati al momento del blocco dello stabilimento erano 501, più 387 coinvolti negli appalti. L'azienda finora ha parlato della necessità di 376 lavoratori diretti e 70 degli appalti. I sindacati chiedono ora di entrare nel merito della discussione per la ripartenza e la riassunzione dei lavoratori.

"Bisogna sedersi al tavolo nel più breve tempo possibile per dialogare con aziende e istituzioni nazionali e regionali per garantire i lavoratori, l'occupazione, la continuità sino alla marcia dello stabilimento e le prospettive di ripartenza".

I nuovi proprietari hanno parlato di oltre due anni per riport l'Alcoa in marcia a regime, i sindacati contano di accorciare i tempi data anche la condizione del territorio che interessa anche la centrale Enel di Portovesme e la fabbrica Eurallumina che produce ossido di alluminio. Dal 2012 i lavoratori hanno tenuto un presidio costante dello stabilimento.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

San Pietroburgo, (askanews) - Nuovo passo di Maire Tecnimont nel progetto da 3,9 miliardi di euro, Amursky Gas Processing Plant, per il ritrattamento del gas che la società italiana ha firmato lo scorso anno e che sta portando avanti in Russia nella regione orientale di Amur per il gruppo Gazprom. Maire Tecnimont ha siglato a San Pietroburgo, nell'ambito del Forum economico internazionale, ...

 
Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Torino, (askanews) - Si è svolta all'Innovation Park di Torino la seconda tappa del Mobility Innovation Tour, l'iniziativa articolata in cinque incontri in altrettante città italiane, nata per analizzare modelli di sviluppo sostenibile per il trasporto pubblico mettendo a confronto tutti gli attori coinvolti: istituzioni, aziende di trasporto pubblico locali e produttori di mezzi pubblici. ...

 
Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Milano, (askanews) - Quando parliamo di famiglia e lavoro tendiamo a usare verbi come conciliare, trovare un equilibrio che nascondono una deformazione culturale, come se i genitori fossero costantemente alla ricerca di una difficile convivenza tra queste due sfere della vita quotidiana. Nei fatti diventare mamme o papà può essere una opportunità anche sul lavoro, come sanno in Barilla dove è ...

 
Altro

Milano ancora in rosso con banche, vola lo spread

Le Borse europee tengono, mentre Milano perde ancora terreno sulle incertezze legate al nuovo esecutivo Lega-M5S. L'indice Ftse Mib cede l'1,54%; lo spread tra Btp e Bund sale a 206 punti base e torna ai livelli segnati nell'aprile. Debole Parigi -0,11%, in progresso Londra +0,18% e Francoforte +0,65%, male Madrid -1,70% sul rischio di instabilità politica. A Piazza Affari tonfo per il comparto ...

 
Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Lo spettacolo

Super Ginger: un fuori stagione al Teatro Virginian

Torna il mercoledì del Teatro Virginian di Arezzo (in via de' Redi) che alza nuovamente il sipario sul suo ricco fuori stagione, ciliegina sulla torta di una stagione di ...

14.05.2018

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

La rassegna

Al festival di teatro spontaneo c'è "Ferdinando"

Torna il festival di teatro spontaneo. Bramosie sessuali, sentimenti intensi e qualche risata per lo spettacolo “Ferdinando” di venerdì 18 maggio, alle ore 21,15 presso il ...

14.05.2018

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Pieve Santo Stefano

"Segni di memoria, semi di storia", conferenza dell'Archivio dei Diari

Dalla Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze all’Archivio dei diari di Pieve Santo Stefano per raccontare un ventennio di cambiamenti e trasformazioni che ha segnato l’Italia: ...

14.05.2018