Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schianto nella notte, il Casentino piange il sedicenne. Il sindaco: "Nunzio è figlio di tutti noi"

Giovanna Belardi
  • a
  • a
  • a

Il Casentino piange la morte di Nunzio Gallo, il sedicenne che ha perso la vita martedì sera mentre con un amico stava percorrendo la strada regionale 70. Il ragazzino era molto conosciuto non solo nella sua città, Bibbiena, così come la sua famiglia. "Nunzio è figlio di tutti noi", ha detto il sindaco Filippo Vagnoli nell'esprimere il suo cordoglio e quello di tutta la Giunta del Comune di Bibbiena e un sentimento di vicinanza alla famiglia Gallo: "Non ci sono parole davanti a una tragedia come questa, ma solo un grande senso di scoramento e di rabbia. Vorrei solo esprimere la mia vicinanza ai fratelli e ai genitori di Nunzio, dire loro che l'amministrazione e la comunità di Bibbiena non li lasceranno soli in questo dolore". Lo scontro tra la Renault Clio e e lo scooter si è verificato in località Memmenano, martedì alle 21.52. Non è chiaro cosa abbia provocato lo scontro frontale e laterale, ma l'impatto è stato molto violento. Nunzio, che probabilmente si trovava alla guida, è deceduto sul colpo, il suo amico è stato invece sbalzato lontano dallo scooter Phantom Malaguti sul quale i due viaggiavano. La salma dello studente è stata portata nella camera mortuaria di Bibbiena, a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha aperto un fascicolo sul tragico incidente. L'altro ragazzino si trova ricoverato a Siena, mentre i due occupanti dell'auto sono stati medicati all'ospedale di Bibbiena.  IN AGGIORNAMENTO...