Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ghinelli invita Roberto Benigni: "Vieni a darci una mano ad Arezzo"

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli “chiama” Roberto Benigni e chiede il suo aiuto per portare avanti il progetto culturale per la città. E' un video con un doppio messaggio, quello realizzato dal sindaco e pubblicato sul sito di Anci (un modo per parlare della città in vista dell'Assemblea Nazionale dei Comuni Italiani che si terrà ad Arezzo dal 19 al 21 novembre) che fa gli auguri all'attore e regista aretino per il suo 67esimo compleanno, ma che lancia anche un invito formale. Ghinelli approfitta della vetrina di Anci per chiedere aiuto all'eclettico artista affinché con la sua capacità dia una spinta in più al progetto culturale verso il quale la città, con la Giunta Ghinelli, si è già incamminata. E così il video-appello della durata di un minuto e mezzo va dritto al punto con un destinatario d'élite. La ripresa è stata fatta in una scintillante platea del Teatro Petrarca. “Siamo nel teatro Petrarca di Arezzo, palcoscenico di una delle scene di uno dei film più belli e più importanti per gli italiani, che è “La vita è bella”. Qui dentro si è svolta una scena importante di quel film. Siamo qui perché il 27 ottobre è il compleanno dell'autore e interprete di quel film, che è Roberto Benigni. Roberto Benigni che è aretino, in senso lato, in quanto non è nato ad Arezzo ma in un comune della provincia di Arezzo e quindi è noto per tutti come ‘aretino'. Grande regista, grande attore, grande conoscitore della letteratura italiana - in particolare ricordo di lui (le ho seguite in vari episodi) le declamazione dei vari Canti della Divina Commedia - quindi personaggio di grandissimo spessore. Io a lui oggi faccio gli auguri di buon compleanno, perché appunto è nato 67 anni fa (e lo ricordo bene in quanto è anche la mia età, siamo coetanei, siamo tutti e due del ‘52; io ho tre mesi più di lui). Gli faccio gli auguri e gli faccio anche un invito formale a ritornare in questa città per far parte di un progetto culturale importante, che questa città ha già intrapreso, e che sta conducendo con grande impegno, ma che sono convinto che potrebbe avere una spinta in più se Roberto avesse voglia venirci a dare una mano, su qualsiasi argomento lui voglia praticare, perché ha una cultura talmente eclettica, ha una personalità talmente forte, che in questa terra di gente forte e terra dei geni non può che trovarsi benissimo. Roberto ti aspetto, ciao!”. Dunque, dopo la grande “mano” data dal film “La vita è bella” alla città (due anni fa con una grande serata in Piazza Grande erano stati ricordati i 20 anni dall'uscita della pellicola da Oscar) Ghinelli chiama di nuovo Benigni. E chissà che anche stavolta non si innamori di Arezzo.