Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcit, il Mercatino dei Ragazzi di Piazza Grande nel 2020 in memoria di Angiolo Tavanti

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Offerte in memoria di Angiolo Tavanti. Boom di donazioni per sostenere il progetto Scudo, il servizio di assistenza domiciliare riservata ai malati oncologici terminali. Ad un mese dalla improvvisa tragedia che ha colpito il Calcit e la famiglia Tavanti, è ancora viva la generosità degli amici e degli aretini che continuano a inviare alla segreteria di piazza San Jacopo le offerte in memoria dell'indimenticato presidente dei Cinghialai Amici del Calcit, scomparso improvvisamente lo scorso 11 novembre. Una testimonianza di affetto che conferma quanto Angiolo Tavanti abbia saputo seminare i valori della generosità e dell'altruismo durante la sua esistenza, riconosciuta anche dai lettori del Corriere di Arezzo quando nel 2015 lo incoronarono  "Aretino dell'anno" con una pioggia record di tagliandi arrivati in redazione. Una vita dedicata al volontariato e alla raccolta di fondi da destinare alla lotta contro i tumori. Una missione ereditata dall'intera comunità che continua a raccogliere monetine solidali sotto la bandiera del Comitato Autonomo per la Lotta contro i Tumori. “Le offerte” conferma il presidente del Calcit, Giancarlo Sassoli “in memoria dell'amico Angiolo Tavanti, hanno già superato 1.500 euro e ancora proseguono le donazioni in sua memoria”. È vivo nella cittadinanza il ricordo della generosità del presidente Angiolo Tavanti e troppo fresca la ferita per l'improvvisa e inaspettata tragedia che ha colpito i familiari, la moglie Marina, la figlia Tiziana, le nipoti Martina, Costanza e Matilde, la nuora Stefania e il Calcit. Adesso, il Comitato annuncia l'omaggio con il quale intende celebrare Angiolo Tavanti. “La 68esima edizione del tradizionale Mercatino dei Ragazzi in programma domenica 10 maggio 2020” svela Sassoli “sarà dedicata alla memoria di Angiolo. Realizzeremo una gigantografia con la sua immagine e la installeremo tra i due bastioni”. L'immagine sarà esposta proprio tra gli stand dei Cinghialai dove per venti anni Angiolo ha allestito il punto di ristoro e dato accoglienza ai tanti visitatori del mercatino dei ragazzi, calamitando intorno a sé e per scopi solidali le doppiette aretine. È sua l'intuizione di raccogliere offerte pro Calcit attraverso gustose e prelibate pietanze a base di ungulato tra cui lo spezzatino e i maccheroni al ragù di cinghiale conditi, puntualmente, dalla simpatia e dalla genuinità di un uomo la cui scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile tra le squadre di caccia al cinghiale e tra i volontari del Calcit. Anche il ragù che ha visto crescere generazioni di aretini, non avrà più lo stesso sapore. “Vogliamo che la giornata del Mercatino di maggio ad Arezzo” dice Sassoli “ rappresenti un bel momento per ricordarlo in occasione del principale evento durante il quale l'impegno di Angelo Tavanti era ben visibile e tangibile. Purtroppo non sarà presente con noi, ma sarà nei nostri cuori. Manca a tutti. È stata una perdita improvvisa. Un omaggio doveroso”. A ricordarlo sarà una foto, simbolica; dal triplice valore. Quella scattata in occasione della consegna della Fiat Panda donata dai Cinghialai al servizio Scudo proprio grazie alla determinazione e all'impegno di Angiolo e nel ricordo del figlio Maurizio l'aretino di 48 anni deceduto assieme all'amico Fabio Rapini mentre discendeva in cordata il monte Monch durante un'escursione nello Zermatt in Svizzera.