Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, scatta l'ordinanza: da Pasqua ad Arezzo obbligo di mascherina in strada

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli ha firmato nella serata di sabato 11 aprile 2020 l'ordinanza con cui si dispone, con decorrenza immediata, l'obbligo dell'utilizzo di mascherine monouso in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico quando si è in presenza di più persone, fermo restando l'obbligo di mantenere sempre la distanza sociale. Le disposizioni sopracitate non si applicano ai bambini di età inferiore ai 6 anni e alle persone che non tollerino l'utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata da pediatri e medici di medicina generale. L'ordinanza resterà in vigore fino al prossimo 3 maggio compreso. Il mancato rispetto dell'utilizzo delle mascherine è punito ai sensi dell'articolo 650 del codice penale. L'ordinanza è stata firmata dopo il completamento della distribuzione delle mascherine protettive ai nuclei familiari del territorio comunale. ​