Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, via alla raccolta firme per intitolare parco a Enrico Berlinguer

  • a
  • a
  • a

“L'ex Foro Boario sia intitolato a Enrico Berlinguer”: in 250 hanno già detto sì alla campagna promossa dal Centro che porta il nome dello storico segretario del Partito comunista italiano. “L’obiettivo è quello di raggiungere quota mille e consegnare poi le firme al presidente del consiglio comunale di Arezzo perché la giunta prenda in considerazione questa proposta popolare” spiega Gianfranco Morini, co-responsabile e portavoce del Centro Enrico Berlinguer. “La figura, il ruolo avuto da Berlinguer nel contesto politico-sociale italiano, valgono questa intitolazione. Chiediamo a tutti i cittadini di sottoscrivere questa nostra iniziativa". Appuntamento fisso per poter aderire è quello del sabato mattina, con una postazione che viene installata, di volta in volta, lungo il percorso del mercato di via Giotto. E, in queste prime settimane di campagna, non sono mancate le sorprese: “C’è stato anche chi, pur dichiarando di non riconoscersi in quella parte politica, ha voluto firmare per testimoniare la stima e la considerazione nei confronti di Berlinguer” racconta Morini. Il parco pubblico che si affaccia su via Alessandro dal Borro e via Uguccione della Faggiuola, l’ex Foro Boario, è attualmente senza nome. Nelle vicinanze, a cavallo tra il quartiere di Pescaiola e l’area dell’ospedale San Donato, ci sono già le vie Nenni e De Gasperi. Recentemente la giunta ha poi dato l’ok, sempre in quell’area, alla istituzione di via Craxi.