Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, ancora chiuso il sottopassaggio della stazione. Disagi per i pendolari

  • a
  • a
  • a

Non è più percorribile il sottopassaggio che collega il dietro della stazione con Campo di Marte. Da circa tre mesi ci sono le inferriate su entrambe le uscite e per il momento non sembra che verranno tolte. Con tanti disagi sia per i pendolari che per i parking che si trovano nella zona e che hanno perso diversi clienti da quando è cominciata la fase 2. Praticamente è stata chiusa tutta la zona che da Saione, il Pionta e, appunto, Campo di Marte taglia dentro la stazione. Scendendo da una parte le scale e dall’altra la rampa, il degrado poi, è arrivato alle stelle. Bottiglie, carte, erba alta e anche preservativi. “Io non capisco perché nessuno ci abbia avvertito che nel sottopassaggio ci sono i cancelli”, dice Fulvio Braconi, titolare del Campo di Marte Parking. “Io ho clienti che non sapendo, magari parcheggiano l’auto e poi vanno per prendere il sottopassaggio e si accorgono che è chiuso. E così devono fare tutto il giro, passando da via Vittorio Veneto, con il rischio, spesso, di perdere il treno”. Ma perché i cancelli? La Polfer che risponde continuamente ai pendolari che chiedono del sottopassaggio inutilizzabile, spiega il perché dello sbarramento. “Fu una decisione che venne presa in piena emergenza Covid, quando ci si poteva spostare solo con le autocertificazioni. Intorno alla stazione, essendoci molte uscite, si rischiava che le persone potessero sfuggire ai controlli. Per questo il comitato di sicurezza prese la decisione di chiudere il sottopassaggio della stazione, per evitare fughe o quanto altro”. “Da allora però i cancelli sono rimasti chiusi - sottolinea Braconi del Parking Campo di Marte - e nessuno dice quando il sottopassaggio sarà di nuovo utilizzabile”. Un handicap che significa guadagni in meno. “Prima del Covid - spiega Braconi - avevo almeno venti abbonati. Ora molti di meno, perché la gente deve fare il giro lungo per raggiungere la stazione”. Ma quando finalmente saranno liberati? Dalla Questura fanno sapere che ancora una data non c’è. “Per il momento restano, probabilmente saranno tolti nei prossimi giorni”, rispondono. Ma si vocifera che le due uscite del sottopassaggio non torneranno mai completamente libere. Nel senso che pare che ci sia la volontà di mettere dei cancelli che saranno aperti a orari stabiliti per permettere ai pendolari di prendere il treno e per continuare ad usufruire dei parcheggi. Una decisione che servirà anche per evitare il degrado tra la stazione e Campo di Marte. “E’ una zona che ha tanti problemi - continua Braconi - Abbiamo trovato gente, la notte, a fare bisogni anche intorno al parcheggio. Per non parlare dello spaccio. Ma questo è un altro discorso. A me interessa che il sottopassaggio torni fruibile con o senza cancelli di protezione”. E nel mentre lo dice una signora con la valigia scende le scale proprio del sottopassaggio, ma deve tornare indietro. “E’ chiuso? Almeno che lo dicano, ora rischio di perdere il treno”.